Cocciniglia

vedi anche: Cocciniglia

La cocciniglia

La cocciniglia è un parassita particolarmente diffuso nelle serre, nei giardini, in appartamento, attacca in particolare alcune specie di piante ornamentali, tra cui ricordiamo le succulente in generale, l'ulivo, l'alloro, le conifere e gran parte delle piante da appartamento. Lo sviluppo della cocciniglia in appartamento ed in serra è particolarmente favorito da un ambiente asciutto e con scarsa aerazione. Purtroppo questo parassita resiste anche alle temperature molto rigide presenti in giardino durante l'inverno, quindi spesso è molto difficile da debellare, poichè le generazioni aumentano di anno in anno.
cocciniglia cotonosa

Spray pronto all'uso SB Plant Invigorator con antiparassitario 500 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,99€


Il parassita

coccinigliaCon il termine cocciniglia in realtà si designano alcuni parassiti dalla forma simile, che causano danni simili; si tratta in generale di parassiti dalle piccole dimensioni, che attaccano i fusti o la lamina fogliare, da cui succhiano la linfa, causando ferite attraverso cui possono penetrare batteri, e che talvolta lasciano cicatrici perenni anche quando il parassita viene debellato. Le cocciniglie producono piccoli sacchetti di uova, tipicamente ricoperti da uno scudetto ceroso o di consistenza rigida, che le protegge fino alla schiusa; i maggiori problemi per quanto riguarda la lotta contro questi insetti derivano spesso da questi scudetti, che riparano le uova dai più comuni prodotti insetticidi.

Tra le cocciniglie più diffuse ricordiamo Iceria, Saissetia (con scudetto esterno rigido, spesso di colore scuro), Ceroplastes (con forme adulte ricoperte da uno scudetto ceroso), Chloropulvinaria (o cocciniglia fioccosa), Pseudococcus e planococcus (cocciniglia farinosa).

  • cocciniglia Quando e' il periodo migliore x combattere la cocciniglia?...
  • cocciniglia Le cocciniglie sono dei rincoti, come gli afidi; questi insetti perforano la lamina fogliare o dei fusti giovani e si nutrono della linfa in essi contentuta, ricca di zuccheri. I parassiti denominati ...
  • cocciniglia Si tratta di un parassita molto diffuso, soprattutto nelle zone e nelle stagioni calde ed asciutte; prolifera particolarmente durante l'estate, e soprattutto tra le piante della serra, dove il ricirco...
  • limone Ho un limone che recentemente è stato attaccato dalla cocciniglia. Sono riuscito attraverso l'uso dell'olio bianco e di antiparassitari ad eliminare, anche meccanicamente, i parassiti. ho notato che t...

INSETTICIDA ANTICOCCINIGLIA PRONTO ALL'USO DA 500 ML

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,5€


Combattere la cocciniglia

cocciniglia pepeLa lotta alla cocciniglia deve essere tempestiva, poichè quando si cominciano a vedere pochi esemplari, spesso significa che molte uova sono già state deposte.

In appartamento, se notiamo la presenza di cocciniglie tra le foglie delle nostre piante, possiamo evitare di utilizzare prodotti chimici, e semplicemente rimuovere gli insetti che vediamo utilizzando un batuffolo di cotone, o un bastoncino cotonato, imbevuti di alcol, per disinfettare la ferita che gli insetti producono sulla pianta, ma anche per rimuoverli con maggiore cura, visto che la patina cerosa che li sovrasta spesso funge da collante, e li mantiene saldamente attaccati al fogliame.

Quando ripuliamo una piccola pianta dalla cocciniglia cerchiamo di rimuoverla completamente, controllando in particolare nelle zone buio e prive di aerazione, quali le ascelle fogliari o il centro delle rosette di foglie.

Se temiamo di non riuscire a ripulire la pianta completamente è consigliabile rivolgerci ad un insetticida specifico, in modo da assicurarci di non ritrovare il parassita sulla pianta nell'arco di poche settimane.

Se l'infestazione è molto ampia o se dobbiamo ripulire dalla cocciniglia un arbusto del giardino, è bene utilizzare un insetticida, in modo da assicurarci di debellarla.

Contro la cocciniglia si utilizza come insetticida l'olio minerale, ne esistono di vari tipi, alcuni sono anche ammessi in agricoltura biologica, alcuni vanno utilizzati soltanto a fine inverno, poichè possono rovinare i giovani germogli.

In ogni caso ricordiamo che qualsiasi prodotto che utilizziamo in giardino contro insetti o parassiti di altro genere va usato quando non sono presenti fiori, in una giornata priva di vento, possibilmente nelle prime ore della sera: in questo modo evitiamo di disturbare o addirittura uccidere gli insetti utili, evitiamo di irrorare di insetticida anche i nostri vicini di casa, evitiamo che il prodotto presente sul fogliame, a contatto con il sole cocente possa causare danni.

Quando irroriamo una pianta con olio minerale contro la cocciniglia ricordiamo di andare a colpire tutte le foglie, soprattutto dove si attaccano ai rami e soprattutto sulle pagine inferiori, dove più spesso si annida la cocciniglia.

L'olio minerale è un insetticida che funziona per contatto e per ingestione, in pratica produce sugli insetti una sottile patina che impedisce loro la respirazione.

Se l'infestazione è molto ampia ripetiamo l'operazione dopo 15 giorni e se necessario "laviamo" le foglie dopo altri 15 gg con acqua, in modo da rimuovere i cadaveri.

Può capitare che il semplice olio minerale non debelli completamente la cocciniglia, in un caso del genere è necessario potenziarlo con aggiunta di un insetticida a base di piretro.


Cocciniglia: I nemici della cocciniglia

Come accade per tuti i parassiti, il primo nemico della cocciniglia è spesso una buona coltivazione: serre o abitazioni poco aerate, annaffiature scarse, clima asciutto, sono i primi alleati della cocciniglia.

Quindi una giusta ventilazione, un clima adatto e corrette annaffiature generalmente tengono lontana la cocciniglia.

In natura esistono anche altri nemici di questo insetto, prime fra tutte le larve delle coccinelle, che sono voraci consumatrici di cocciniglia.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO