Composizione piante grasse

vedi anche: Piante Grasse

Creare una composizione di piante grasse

Premettendo che, una coltivazione in appartamento non sarebbe molto indicata, vedremo qui di seguito come prendersi cura di queste meravigliose piantine. Esse richiedono una grande esposizione alla luce, una giusta aerazione ed una adeguata temperatura, soprattutto nel periodo invernale. Bisogna dotarsi di alcuni strumenti necessari alla coltivazione: la scelta di un vaso adeguato, possibilmente in terracotta, attrezzi che comprendano un coltello multiuso, un grosso cucchiaio per il travaso, piccole cesoie e composti come torba, terriccio, pietrisco e ciottoli. Inoltre bisogna assicurarsi che il substrato per le piante grasse debba essere composto per il 50% di terriccio universale, 20% di materiale inerte triturato finemente, argilla espansa, pietrisco, brecciolina e per la rimante percentuale sabbia di fiume non calcarea. Il substrato deve essere drenante per evitare ristagni d'acqua pericolosi che causerebbero marciumi alle radici, al colletto e la crescita di pericolosi funghi.
piante grasse colorate

COMPOSIZIONE VETRO PIANTE GRASSE

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10€


Come effettuare un rinvaso

composizioni piante grasse Un'operazione importante è quella del rinvaso, che andrebbe eseguita quando si verifica la fuoriuscita delle radici dal fondo del vaso. Si procede dunque alla svasatura delle piante, tagliando le radici troppo lunghe nella parte terminale e prima del rinvaso si procederà a chiudere il foro del vaso con un coccio rovesciato. Si dovrà aggiungere della sabbia a grana grossa, in seguito quella più fine e del terriccio. Si ricoprirà lo strato superficiale del terriccio con la pacciamatura per evitare la crescita di erbe infestanti. La pacciamatura può essere composta dai seguenti materiali: pomice, perlite, ghiaia fine, materiale lavico triturato, pezzi di corteccia e argilla espansa. Oltre a evitare la crescita di erbacce e trattenere una esigua percentuale di umidità, la pacciamatura serve anche come elemento decorativo

  • Aloinopsis Ciao, seguo da poco questo sito ma lo trovo molto utile e interessante. mi sono da poco avvicinata al mondo delle piante e insieme a mia mamma sto realizzando una specie di enciclopedia per sapere tut...
  • Piante grasse Ciao a tutti,Vorrei creare una composizione di piante grasse in un contenitore di vetro.. Vorrei chiederti quali sono le piante compatibili da poter inserire nello stesso vaso ... Vorrei mettere anc...
  • piante grasse gruppo che comprende decine di piante succulente sempreverdi originarie dell'Europa, dell'America e dell'Asia. Si presentano come dense rosette di foglie carnose, per lo più arrotondate, talvolta allu...
  • piante grasse Generalità: Originario del Sud America, comprende venticinque specie di cactus a colonna.Trichocereus Spachiana Il Trichocereus Spachiana è originario dell'Argentina settentrionale. Ha portamento co...

COMPOSIZIONE VETRO PIANTE GRASSE

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10€


Come e quando innaffiare

piante grasse in vaso Un altro processo molto importante per le composizioni di piante grasse è costituito dalle innaffiature. Le innaffiature quando le varietà scelte sono in vaso causano se eccessive la morte di molti esemplari. Le piante hanno bisogno di acqua una volta ogni due settimane nel periodo della crescita, primavera ed estate, di una volta ogni tre settimane d'inverno. E' importante versare l'acqua sul terriccio e mai direttamente sulla pianta. Naturalmente questa operazione è valida solo per le varietà di pianta coltivate, per quelle in piena terra non è necessaria l'innaffiatura, poiché le radici assorbiranno autonomamente l'acqua necessaria direttamente dal terreno.


Come praticare la moltiplicazione

moltiplicazione piante grasse La moltiplicazione è un'altra operazione che sarà necessaria se presi dal "pollice verde". Volendo si potranno creare nuove composizioni di piante grasse con due tipi di moltiplicazione. Per alcune piantine sarà gamica, ovvero con i semi, per altre sarà agamica o asessuata, tramite talee e germogli. La moltiplicazione gamica è quella che dà più soddisfazioni, rispettando alcuni accorgimenti essenziali, tra questi uno è quello rappresentato dal terriccio e dalla temperatura in cui verranno conservati i semi. I semi più piccoli dovranno essere alloggiati su un letto di terra fine concimata e unita a sabbia fine, quelli più grandi basterà coprirli leggermente. Inoltre è di vitale importanza che il terreno venga mantenuto con un'umidità costante. La temperatura dovrà oscillare tra i sedici ed i ventuno gradi centigradi. Dopo aver osservato le suddette regole, dopo pochissimi giorni, nasceranno i primi germogli. La moltiplicazione agamica prevede che alcune piante grasse producono germogli alla loro base che possono essere prelevati dalla pianta madre e subito invasati per ottenere una nuova pianta. Per quanto riguarda le talee, si possono prendere delle parti di una pianta e appoggiarle sul terriccio. Sarà necessario attendere quindici- venti giorni prima di piantare la talea, aspettando che si asciughi, facendo attenzione che non marcisca.


Come e quando concimare

piante grasse Un'altra delle operazioni importanti è quella della concimazione. Infatti è una procedura che prevede che si concimi una volta all'anno in primavera con fertilizzanti liquidi. Con la concimazione si reintegrano le perdite di sali minerali, impiegati nella crescita dalle piante grasse e dispersi con le innaffiature. In autunno e in inverno bisogna evitare di concimare in quanto le piante bloccano la loro crescita.

Appartamento, terrazzo e giardino: come selezionare le varietà.

Le piante grasse grazie alla grande variabilità di forme trovano alloggiamento in qualsiasi ambiente: appartamento, terrazzo e giardino. Naturalmente scegliere una specie varierà in funzione delle caratteristiche di luce, temperatura e umidità di ciascuno degli ambienti in cui verranno posizionate. Partendo dalle piante grasse da coltivare in appartamento, dovremo tener conto degli spazi disponibili dove poter alloggiare la composizione. Inoltre non bisogna dimenticare che alcune piante grasse possono raggiungere delle dimensioni considerevoli anche se coltivate in vaso, pertanto si dovranno scegliere specie che maggiormente si adattino ad un appartamento. Dovendo quindi realizzare una composizione di piante grasse per appartamento, andremo ad accostare specie che hanno esigenze di coltura simili e che formino un insieme armonico. Ad esempio le piante con foglie a rosetta tipo l'Echeveria, potranno essere accostate a quelle sferiche e spinose come l'Echinocactus o la Mammillaria. Anche per collocare le composizioni di piante grasse in terrazzo dovremo tener conto dello spazio a disposizione. Infatti sono da sconsigliare la coltivazione di Opuntie e Agavi che non troverebbero la giusta collocazione in terrazzo visto le grandi dimensioni. Un consiglio speciale è rivolto alla scelta di specie di dimensioni medie come la Mammillaria, l'Haworthia e la Gasteria. Non bisogna dimenticare che le piante grasse per poter sopravvivere devono essere posizionate in ambienti che non scendano mai sotto i cinque gradi centigradi. Invece la collocazione in giardino di una composizione di piante grasse è da consigliare solo se il clima del posto è caldo e asciutto, altrimenti è opportuno coltivare in vaso e riporre le piante al riparo nel periodo invernale. Le piante avranno un risalto maggiore se saranno accostate fra specie diverse ma con le medesime esigenze colturali. In giardino gli accostamenti più idonei sono quelli tra l'Aloe Arborescenns, l'Echinocactus, l'Euphorbia, la Cleistocactus e la Cereus.


Composizione piante grasse: Per saperne di più

succulente Volendo fornire alcune informazioni aggiuntive sulla caratteristica delle piante grasse, possiamo dire che sono dotate di tessuti, definiti "succulenti", grazie ai quali sono in grado di immagazzinare grandi quantità di liquidi. Le succulente assorbono l'acqua e la stivano per ridistribuirla durante periodi di siccità. Le piante grasse si adattano a vivere in ambienti aridi e secchi. Lo strato superficiale di tali varietà è spesso impermeabile, le foglie si sono trasformate in spine per ridurre la traspirazione. Per concludere, un occhio di riguardo lo merita la fioritura. Le piante grasse fioriscono nel periodo che va da maggio a novembre. Spesso sono necessari anni prima che una pianta giunga alla fioritura. Quando la pianta si sviluppa a rosetta, la rosetta si trasforma in fiore. Se però alla base della pianta non ci sono altre rosette o polloni, la pianta purtroppo dopo la fioritura muore. Le piante grasse presentano più di duecento specie. Dato che alcune fioriscono in periodi diversi dalle altre, facendo un'attenta selezione tra diversi generi di piante con identiche esigenze colturali, si potranno avere composizioni di piante grasse con fioriture tutto l'anno. Lo spettacolo che esse ci daranno ci ricompenserà per tutto il lavoro e le attenzioni che avremo loro riservato durante l'anno trascorso ad occuparci di concimazione, innaffiature, rinvasi, pacciamature, moltiplicazioni, ecc. Non è necessario disporre di un perfetto pollice verde per coltivare questo tipo di piante, ma solo di grande amore.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO