orchidea..aiutatela

vedi anche: Orchidee

Domanda : orchidea..aiutatela

Salve, sono Mauro, ho un orchidea a cui ho tagliato le foglie a meta perche' si erano ingiallite. Cosa dovrei fare per salvarla? Oppure è troppo tardi?

Grazie

Orchidee phalenopsis

Il Kit Fiori Gourmet di Plant Theatre - 6 varietà di fiori commestibili da coltivare - regalo ottimale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€


Risposta : orchidea..aiutatela

Gentile Mauro,

le foglie di orchidea spesso ingialliscono a causa di marciumi, radicali o del colletto; tagliare le foglie, non risolve il problema alla radice, in quanto la malattia, che risiede nel fogliame o nella base delle foglie, si sviluppa comunque, continuando a proliferare nel resto della pianta. Per poterla debellare è consigliabile modificare le condizioni di coltivazione; spesso le orchidee soffrono molto a causa dell’acqua, che sia essa in eccesso (e allora sono facili prede di malattie fungine) o che sia essa carente, e allora la pianta dissecca.

Le orchidee più comunemente diffuse in vivaio sono le phalaenopsis, che necessitano di annaffiature regolari, ma fornite soltanto quando il substrato è ben asciutto, da marzo a settembre, sporadicamente nei restanti mesi; in genere una annaffiatura per immersione a settimana può essere più che sufficiente, soprattutto perché queste piante vengono coltivate in zone luminose, ma senza la luce solare diretta. Ora come ora ti conviene provare a rinvasare la tua orchidea, utilizzando il terriccio specifico, e cominciare ad annaffiarla solo quando il terriccio si asciuga, non eccessivamente, ed evitando di lasciare acqua stagnante nel sottovaso.

In vivaio vendono spesso anche orchidee caratterizzate da un periodo di riposo durante l quale la pianta dissecca tutta la parte aerea, per ricominciare a svilupparsi in primavera; sarebbe assai strano che una orchidea di una di queste specie stia entrando in riposo vegetativo in primavera inoltrata, ma se è stata forzata per fiorire in gennaio, potrebbe benissimo essere; in questo caso, lascia disseccare la tua pianta, e ricomincia ad annaffiarla soltanto quando vedrai i primi nuovi germogli, il prossimo anno. Non avendo una fotografia, è arduo capire quale sia il problema per la tua pianta, di cui non è possibile conoscere la specie.

  • bauhinia corniculata Questo genere comprende circa 200 piccoli arbusti o alberelli provenienti dalla Cina, dall'India e dall'Africa meridionale. Alcune specie, come B. grandiflora si possono coltivare all'aperto nelle reg...
  • Orchidee Cattleya spicata Il genere orchidee cattleya conta circa cinquanta specie di epifite e litofite, originarie dell'America meridionale; sono munite di pseudobulbi carnosi, che possono avere dimensioni vicine ai 5-7 cm, ...
  • Laelia Il genere Laelia comprende circa 50-60 specie di orchidee, prevalentemente epifite, originarie dell'America centrale, molto affini alle cattleya. Queste varietà formano densi ciuffi di pseudobulbi pia...
  • Bletilla striata Generalmente quando pensiamo a un’orchidea il nostro immaginario rievoca ricordi di piante delicate, dai requisiti molto particolari, spesso con radici aeree, che andrebbero coltivate solo dai veri ap...

Gardena 8193-20 Distributore a 2 Vie

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,3€




COMMENTI SULL' ARTICOLO