Quando rinvasare la Chamaedorea

Domanda : Quando rinvasare la Chamaedorea

Salve in casa ho una bella pianta di Chamadorea (in verita sono circa 10 piante nello stesso vaso) quando le ho comprate erano piccolissime e quindi la prima volta le ho rinvasate tutto insieme.

Vorrei chiedervi quando è il periodo meglio per rivasarle, voglio farne due vasi, non vorrei fare danni perchè hanno iniziato a vegetare con foglie nuove e fiori.

Grazie per la risposta che mi darete.

Chamaedorea


Risposta : Quando rinvasare la Chamaedorea

Gentile Elena,

la chamaedorea è una sorta di piccola palma di origine americana, molto coltivata in appartamento; anche in natura le piante tendono a sviluppare molti polloni basali, che danno origine a dei fitti boschetti, piuttosto che a esemplari singoli. Quindi anche in natura queste piante si sviluppano più o meno come il vaso che hai preparato, accorpando più esemplari vicini.

Se intendi dividere il cespo di radici, suddividendo poi ogni porzione ottenuta in vasi singoli, puoi farlo a fine inverno, oppure in autunno, quando le piante non sono in pieno sviluppo vegetativo.

Per ottenere piante sane rinvasale in contenitori non eccessivamente grandi, in quanto queste piante tendono a non amare di avere a disposizione grandi quantità di terreno entro cui svilupaprsi; utilizza sempre un ottimo terriccio, evitando quello a prezzo bassissimo che si trova spesso nei centri commerciali; anche se costa qualche euro in più il terriccio di qualità di permette di coltivare al meglio le nostre piante, perdonandoci qualche annaffiatura eccessiva, o quando ci scordiamo di concimare.

Le giovani piante andranno lasciate ad ambientarsi nel nuovo vaso per almeno una settimana, poi potrai ricominciare ad annaffiare; se decidi di effettuare il rinvaso a fine inverno invece, subito dopo averle rinvasate, procedi con la prima annaffiatura; mentre per la concimazione potrai attendere anche un paio di mesi, visto che il terriccio fresco è già concimato.

Ricordati che queste piante sono originarie di zone caratterizzate da un clima caldo e sempre umido, quindi per permettere loro di svilupparsi nel modo migliore, è importante garantire sempre un’aria molto umida e temperature che non scendano mai al di sotto dei 10-12°C.

  • Chamadorea Il genere Chamadorea riunisce alcune specie di palme originarie dell'America centro-meridionale; hanno crescita lenta e sono molto longeve, con gli anni possono raggiungere alcuni metri di altezza; ha...




COMMENTI SULL' ARTICOLO