umidità ambientale

Domanda : umidità ambientale

Ho in soggiorno una dracena e uno spatifillo.

Luce abbastanza buona temperatura 18-21, umidità intorno al 33-35%. La dracena ha problemi di punte secche delle foglie. Lo spatifillo ha le fogie nuove un po' accartocciate. Annaffio e concimo come da istruzioni. Temo che il problema sia la scarsa umidità dell'aria. Come posso ovviare? l'irrorazione delle foglie con spruzzatore può supplire?

spatifillo


Risposta : umidità ambientale

Gentile Mario,

i problemi manifestati dalle tue piante sono purtroppo comuni alla maggior parte delle piante ricoverate in casa, soprattutto durante l'inverno: il riscaldamento domestico, un caminetto in soggiorno, i temosifoni accesi per molte ore; sono tutti elementi che asciugano molto l'aria all'interno di una casa; e in estate ventilatori e climatizzatori fanno la stessa cosa.

Purtoppo alle piante, alla maggior parte delle piante coltivate in appartamento, piace un'aria molto umida, con percentuali di umidità che superino almeno il 50%.

Per ovviare a questo inconveniente si praticano alcuni stratagemmi, che dovrebbero migliorare la situazione; a patto di spostare le piante da una fonte di calore diretta: quindi evitiamo sempre di posizionare una pianta da appartamento nei pressi del termosifone, del caminetto, del ventilatore....

A dirlo sembra facile, ma spesso nelle nostre case il posto disponibile per una pianta, e sufficientemente luminoso, è spesso a fianco della finestra, e anche del termosifone; oltre a questo si stanno diffondendo sistemi di riscaldamento a pavimento, che oltre ad asciugare l'aria, scaldano il terreno delle piante: in questo caso è fondamentale farsi indicare dal progettista il posizionamento dei punti di calore all'interno delle stanze, per evitare di posizionare i vasi a contatto con uno di essi.

Fatto questo, per aumentare l'umidità ambientale si procede in genere vaporizzando spesso la chioma delle piante, utilizzando un nebulizzatore, che andrà a creare una ampia nuvoletta di acqua in sottilissime goccioline attorno alla pianta; l'acqua dovrebbe essere demineralizzata, perchè altrimenti capita che il fogliame si macchi con il calcare presente nell'acqua del rubinetto di casa.

Un altro metodo per aumentare l'umidità ambientale consiste nel posizionare i vasi in un ampio sottovaso, o in un cachepot più grande del vaso, sul fondo del quale terremo sempre alcuni centimetri di acqua; per evitare che il vaso sia sempre immerso nell'acqua, basta sollevarlo dalla superficie del nostro mini laghetto con dell'argilla espansa, materiale poco costos e di facile reperimento in vivaio.

Chiaro che tutti i facsimile di tale condizione sono indicati: spesso nei garden center si trovano vasi alti fino a un metro, di cristallo, riempiti fino a metà (o più) con sabbia o piccoli ciotoli, su cui posano bellissime piante di orchidea; oltre che una esigenza estetica tali vasi suppliscono anche alla carenza di umidità nell'aria dic asa, infatti nel vaso di vetro possiamo porre una quantità incredibile di acqua, senza per questo annegare l'orchidea.

L'acqua lasciata in tali contenitori evapora naturalmente, aumentando l'umidità ambientale.

Chiaro che se abbiamo più piante in casa, ponendole tutte in queste condizioni e posizionandole tutte vicine, il risultato sarà sicuramente migliore per l'umidità dell'aria.

In caso di appartamenti molto caldi, con impinti di riscaldamento o di climatizzazione sempre attivi, si utilizzano anche dei veri e propri umidificatori a freddo, che liberano costantemente nell'aria una grande quantità di acqua.

  • Spatifillo  Al genere spathiphyllo appartengono 4-5 piante erbacee perenni, originarie dell'America centrale. La più comunemente coltivata è S. wallisii; produce lunghe foglie di colore verde scuro, lucide, legge...
  • Spatifillo  Lo spatifillo è una delle piante più diffuse in coltivazione in appartamento in Italia; si tratta di una pianta erbacea, che quindi non produce fusti legnosi: dalle radici si sviluppano direttamente l...
  • spatifillo ho a casa una pianta ,che credo sia proprio lo SPATIFILLO. mia figlia di 2 anni ne ha ingerito un pezzettino di circa 2 cm. devo preoccuparmi? è velenosa? PER FAVORE RISPONDETE SUBITO. GRAZIE...
  • spatifillo la mia pianta di spartifilium ha foglie piccole e cresce poco cosa posso fare? ...




COMMENTI SULL' ARTICOLO