Zamioculcas-sofferente

Domanda: perchè la mia zamioculcas sta soffrendo?

Buon giorno. Vorrei avere delle informazioni su come curare la mia "Zamioculcas". è collocata in casa, in una stanza abbastanza luminosa (poichè ho una finiestra che durante il giorno tengo aperta). La possiedo da luglio 2011, e la annaffio circa una volta a settimana. Non utilizzo concimi ne antiparassitari, non c'è presenza di insetti. Inizialmente è aumentata molto di volume, ben 5 rami. Ad oggi invece la pianta presenta dei problemi: le foglie hanno cambiato colore diventando rosse e cadono. Cosa devo fare??? Spero possiate aiutarmi.
Zamioculcas


Risposta: le zamioculcas

Gentile Franca,

la Zamioculcas è una pianta succulenta originaria dell’Africa, sopporta molto bene la siccità, e teme fortemente i ristagni idrici e la coltivazione in un terreno costantemente umido. Purtroppo, come avviene per la gran parte delle piante, la tua personale regola di annaffiarla ogni settimana non è realistica: le piante sono esseri viventi, e in quanto tali le loro esigenze variano al cambiare delle stagioni, del numero di ore di insolazione, del clima.

Di solito le zamioculcas si coltivano come qualsiasi altra pianta succulenta, ovvero si annaffiano quando il terreno è ben asciutto; sopportano molto bene la siccità, mentre un eccesso di acqua può portare alla morte della pianta; quindi è conveniente annaffiare solo quando sentiamo con le mani che il terreno si è asciugato. Questo può significare una volta al mese di ottobre, ogni 3-4 giorni in luglio, dipende da dove tieni la pianta.

Ti consiglio di acquistare un vaso un poco più capiente di quello in cui è ora la tua zamioculcas, e di rinvasarla, utilizzando un terriccio apposito per piante succulente (lo trovi in vivaio), oppure preparando un miscuglio costituito da terriccio universale, mescolato a sabbia o pietra pomice, per aumentare il drenaggio. Evita in ogni modo di lasciare acqua nel sottovaso, o di annaffiare una volta di troppo. Le zamioculcas sono piante resistenti ed adattabili, ma dopo mesi trascorsi ad adattarsi a condizioni non ideali, le probabilità che vengano colpite da marciumi e funghi sono molto elevate; capita quindi molto spesso che una zamioculcas che per mesi si è adattata a ricevere quantità eccessive di acqua, improvvisamente deperisca, come se risentisse improvvisamente di tutti i mesi di annaffiature eccessive.

Quando rinvasi una pianta utilizzando il terriccio acquistato in sacchi in vivaio, ricordati che tali substrati sono in genere già concimati; quindi subito dopo il rinvaso annaffia solo quando il terreno è asciutto e basta; dopo circa 2-3 mesi puoi cominciare a fornire del fertilizzante, ogni 15-20 giorni, da aprile a settembre. Per le zamioculcas si utilizza un fertilizzante per piante succulente, povero in azoto e ricco in potassio.

Sarebbe opportuno rinvasare la tua pianta ogni 2-3 anni, perché il terreno contenuto nel vaso è poco, e dopo alcuni anni tende a divenire eccessivamente povero di Sali minerali e ad assumere un impasto compatto e asfittico.

Se lo desideri, quando rinvasi la zamia, puoi dividere il pane di radici e di fusti, in modo da ottenere due o più piante, da rinvasare singolarmente.

  • zamia La Zamioculacas è una bellissima pianta succulenta, molto diffusa come pianta da appartamento, il nome botanico è Zamioculcas zamiifolia; in realtà la zamioculcas ha rubato il suo nome comune ad un al...
  • Zamioculcas salve vorrei sapere come mai gli steli della pianta stanno diventando tutti macchiati di nero e tendono ad abbassarsi?Cosa posso fare ?Grazie ...
  • sanseveria Buongiorno,in un vaso grande di porcellana pieno di argilla, ci sono due piante di Sansevieria fasciata con i rispettivi vasetti in plastica.In inverno non le annaffio quasi mai, vorrei sapere cortese...
  • zamia ho travasato la mia zamia in quanto il vaso era diventato tutto storto compromettendo la stabilita della pianta , ho usato terra per piante grasse ma dopo qualche giorno le foglie hanno iniziato a div...


Zamioculcas-sofferente: Le conseguenze di una irrigazione sbagliata della zamioculcas

zamioculcas afidi La zamioculcas è una pianta complessivamente resistente che difficilmente si ammala ed in generale dotata di un buon grado di rusticità. Pur trattandosi di una pianta originaria di zone dal clima caldo, che necessita quindi di temperature elevate per crescere e svilupparsi in maniera ottimale, è una pianta che cresce bene anche in appartamento.

Uno dei fattori che può influenzare negativamente la crescita della zamioculcas e che può comprometterne la salute sono le irrigazioni sbagliate ovvero una quantità d'acqua eccessiva rispetto al reale fabbisogno della pianta. Un eccesso di umidità del terreno può causare una serie di problemi alla pianta che la possono portare al deperimento. L'ingiallimento delle foglie e la loro caduta sono molto spesso causate da un eccesso di annaffiature che porta come conseguenza all'insorgere del marciume radicale.

I problemi dovuti ad attacchi parassitari, frequenti in altre tipologie di piante d'appartamento, come per esempio gli afidi e la cocciniglia, non si verificano frequentemente nelle piante di zamioculcas. L'unica specie di cocciniglia che riesce a creare qualche piccolo problema a queste piante è la cocciniglia a scudetto che può rovinare le foglie della cocciniglia causando macchie scure sui rami e sulle foglie che parassitizzano.



COMMENTI SULL' ARTICOLO