Fiori secchi ortensie

Fase di essicazione

Il periodo adatto è l’autunno, in questa stagione infatti, i fiori non sono ancora appassiti e si presentano all’apice della fioritura. La procedura è semplice, occorre recidere il ramo di netto aiutandosi con un strumento affilato, è consigliabile l’utilizzo di un paio di forbici affinché si possa garantire un taglio perfetto. È utile recidere i rami durante una giornata soleggiata, la presenza di brina o acqua potrebbe causare muffe nel processo di essicazione. La lunghezza del ramo dev’essere pari a 20/30 centimetri e si badi bene che le foglie siano gettate via. I rami devono esser riuniti in gruppi di 3/4. Ciascun gruppo formerà un piccolo mazzetto che dovrà esser legato preferibilmente con un elastico. Questo è un aspetto importante perchè ogni mazzetto dev’essere appeso al buio a testa in giù per un periodo che va dalle 2/4 settimane, a discrezione dell’effetto che si vuol ottenere. Maggiore sarà il periodo di essicazione, migliore sarà il risultato, dato dalla totale scomparsa dell’acqua nelle corolle. Durante questa fase i rami tenderanno a perdere tonicità diventando più fini nel loro diametro e per questo legarli con un semplice spago o nastro rischierebbe di non garantire la stabilità dei rami appesi, che potrebbero a loro volta scivolare separandosi dal mazzo rovinando così la composizione creata.
Fiori secchi ortensie


Procedimento alternativo

Fiori secchi ortensie Non tutte le varietà di fiori di Ortensia si prestano a questo metodo di essicazione. In particolare, l’Arborescens Annabelle necessita di un procedimento differente. È utile immergere i rami in un vaso, precedentemente riempito con una scarsa quantità d’acqua. Quando il bianco dei petali inizia ad assumere una colorazione verde acido, occorre tagliarne i rami, conservando solo i fiori che potranno poi essere utilizzati come gradevoli addobbi floreali dentro cestini di vimini o castagno.

  • fiori secchi La vita dei fiori può essere, per così dire, "allungata", grazie all'utilizzo di tecniche di essiccazione, che consentono la conservazione di piante e fiori per un lungo periodo di tempo. La bellezza ...
  • bouquet fiori secchi La realizzazione di composizioni di fiori secchi permette di avere delle decorazioni particolari ed originali per abbellire la casa senza il problema legato ai fiori freschi, che si rovinano in frett...
  • piante da interno E’ davvero straordinario vedere come un po’ di verde sia in grado di illuminare e trasformare un appartamento. Le piante inoltre hanno la capacità di purificare l’aria e rendere la casa più salutare e...
  • rose secche Per facilitare il processo di essiccazione, e mantenere i colori vivi e brillanti, è importante servirsi di alcune sostanze che, grazie alle proprie caratteristiche, consentono un più rapido assorbime...


I segreti del fiorista

ortensia Le migliori composizioni di fiori secchi sono quelle create con le Ortensie bianche, viola e blu poiché non presentano evidenti alterazioni di colore che potrebbero imbruttire il fiore dopo la fase di essicazione. Le Ortensie rosa invece tendono ad un mutamento del colore che sicuramente non renderebbe la vostra composizione esteticamente gradevole alla vista. I fioristi spesso riescono a modificare di qualche tonalità il colore grazie ad un accorgimento facile da effettuare e soprattutto poco costoso. Il segreto sta nell’aggiungere mezzo bicchiere di vino rosso all’acqua. Quando il colore però inizierà a perdere il suo grado di brillantezza e i fiori volgeranno le corolle verso il basso, sarà necessario procedere con l’essicazione. È opportuno tagliare di 1 cm lo stelo reciso in precedenza, affinché la presenza del vino non crei cattivi odori e non attiri sgraditi parassiti, attratti dalla sua essenza. Se la vostra scelta sarà mirata verso le piante dai petali blu, potreste aumentare l’intensità del loro colore aggiungendo all’acqua del vaso una manciata di solfato di alluminio o di ferro.


Fiori secchi ortensie: Come adornare la composizione floreale

ortensie secche Le ortensie sono fiori delicati, dai tanti colori e dalla giusta vivacità, sapranno donare sicuramente buon gusto alle vostre case e stupire chi potrà ammirarle. Affinché la vostra composizione di fiori secchi possa essere valorizzata al meglio, potete aggiungere alla creazione alcuni rami colorati, specie se di color pastello, tendono a mantenere un aspetto delicato ed elegante senza inutili accostamenti che potrebbero rendere la vostra composizione pacchiana. Il nastro di raso color albicocca è un altro elemento di decoro consigliato, grazie al suo colore crea un avvincente abbinamento con i fiori bianchi ed un efficace contrasto con quelli blu, pertanto utilizzabile in presenza di diverse tonalità. Ai fiori secchi potrete aggiungere anche dei frutti di fior di loto, ottenendo cosi un garantito successo creativo che lascerà stupiti i vostri ospiti.

Nella stagione autunnale i ricci delle castagne rappresentano un valido accostamento decorativo se abbinati con un panno creato dal sacco di juta marrone, utilizzato per avvolgere il vostro bouquet di ortensie e rendere quest'ultimo adattabile alla stagione.

Per dare al vostro camino acceso un effetto ancora più accogliente, potete creare alcune piccole fascine con dei rami secchi, che potrete raccogliere in giardino o ricavare da potature precedenti. Per legare il tutto potete usare dei fili di raffia color beige, dare una spennellata di vernice lucida ai rami, raccogliere questi in piccoli fasci come scritto pocanzi e tra uno spazio e l'altro dei legnetti, potrete incastonare i vari mazzetti delle ortensie arricchendoli con aghi di pino e bacche di stagione. Un ottimo modo consigliabile anche durante le festività natalizie.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO