Lavori del mese appartamento giugno

Lavori del mese appartamento giugno

Se ne abbiamo la possibilità, nel mese di giugno, le nostre piante da appartamento sono già tutte sul terrazzo, comprese le succulente ed i bonsai: una maggiore luminosità ed un migliore ricambio d'aria sono spesso un toccasana, anche per le piante sofferenti. In queste condizioni è probabile che le nostre amate piante abbiano bisogno di più annaffiature, accompagnate periodicamente, ogni 15-20 giorni circa, dal giusto fertilizzante. Per gli esemplari più delicati, come ad esempio le bromeliacee o le orchidee, nel mese di giugno, scegliamo un posto semiombreggiato, che non sia mai colpito dai raggi diretti del sole: a tale scopo possiamo eseguire dei lavori per dotare un angolo del terrazzo con delle reti ombreggianti, di facile reperimento in commercio e anche abbastanza economiche. Le reti ombreggianti fungeranno anche da antigrandine durante i pericolosi e violenti temporali estivi.

anthurium


Piante appartamento giugno

pianta appartamento E' fondamentale intervenire con lavori mirati sulle proprie piante appartamento, valutando con attenzione quali siano le loro esigenze in relazione alla specie a cui appartengono. Se le vostre piante sono grasse occorrerà seguire alcuni accorgimenti per evitare che subiscano problemi.

Gran parte delle cactacee e delle succulente amano posizioni soleggiate, se però in casa erano posizionate in luogo poco luminoso è bene riporle all'esterno abituandole gradualmente al sole diretto, in modo da evitare scottature; le piante succulente generalmente hanno in inverno un periodo di riposo vegetativo; con l'arrivo del caldo dovremo intensificare le annaffiature, attendendo sempre che il terreno sia ben asciutto, ed aggiungere periodicamente all'acqua un fertilizzante specifico per piante succulente.

  • schefflera Le schefflere sono grandi arbusti o piccoli alberi di origine tropicale, appartenenti alla famiglia delle araliacee, molto utilizzati in Italia come piante da appartamento, a causa del loro fogliame m...
  • Cornycarpus laevigata Il Corynocarpus laevigata o corinocarpo è una pianta sempreverde originaria della Nuova Zelanda; in natura è un piccolo albero, che raggiunge i 7-8 metri di altezza, in contenitore si mantiene al di s...
  • ficus Il ficus ginseng è una varietà di ficus microcarpa, dalle dimensioni abbastanza contenute. La specie f. microcarpa è un albero, che raggiunge i 20-25 m di altezza, originario dell'Asia e dell'Australi...
  • orchidee Le orchidee sono piante affascinanti per la loro provenienza e per le bellissime infiorescenze. Fino a qualche decennio fa la loro coltivazione era riservata ad una élite: era infatti quasi sempre ne...


Terrazzo

gerani su balcone In molte città negli ultimi anni si sta promuovendo la pratica di abbellire balconi, terrazzi o anche semplici davanzali, anche con concorsi a premi; chiunque sia stato in Alto Adige durante i mesi estivi non può non aver visto le cascate di gerani rossi che si possono ammirare ad ogni davanzale. Anche senza ambire a tanto ognuno di noi può facilmente ottenere un terrazzo fiorito, anche perchè in genere le piante utilizzate per questo scopo necessitano di poche cure e sopportano anche qualche "distrazione".

Certamente il re del balcone è da sempre il geranio, che sia zonale o edera, di colore rosso o rosato, ci regala una fioritura costante e continua, con colori intensi e brillanti; negli ultimi anni si sta anche riscoprendo l'utilizzo dei gerani imperiali, chiamati talvolta leopoldi, e dei gerani odorosi o a foglia variegata: se ne possono trovare molte varietà in quasi tutti i garden center, adatti generalmente ad essere utilizzati come esemplari singoli.

Molte altre sono le piante utilizzabili sul terrazzo: surfinie, petunie, torenie, lobelie, bacopa o verbene; preferiscono posizioni soleggiate, possono svilupparsi senza problemi anche in vasi non molto grandi e richiedono solo qualche annaffiatura e concimazioni periodiche.


Cura piante appartamento

pianta da appartamento Quale che sia la varietà di pianta che decidete di coltivare in casa, è sempre indispensabile conoscerne a fondo le esigenze, per evitare di intervenire con pratiche scorrette che potrebbero portare all'insorgenza di problemi anche seri.

Nel periodo estivo è più facile che le specie arboree vengano colpite da parassiti e malattie, che vanno contrastate in modo tempestivo per evitare che provochino danni anche gravi.

In commercio esistono prodotti antiparassitari specifici che possono essere vaporizzati sulla pianta anche a scopo preventivo, ma va è importante non eccedere con la dose perchè il prodotto, data la sua tossicità, potrebbe portare all'insorgere di problemi nella pianta.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO