Fiori per terrazzi

Fiori per terrazzi: scegliere i vasi

La prima cosa da fare quando ci si ritrova ad arredare terrazzi, sarà quella di pensare alla collocazione dei vasi, che saranno più o meno grandi a seconda dello spazio che avrete a disposizione. Potrete posizionarli lungo il perimetro oppure optare per un'isola centrale, ma solo se il vostro terrazzo possiede una forma che lo consente. Tenete conto che, anche se i vasi in terracotta sono migliori dal punto di vista della traspirazione, sono anche molto pesanti da spostare quindi, almeno per quelli più grandi, forse sarebbe meglio prediligere la plastica.

Se volete ottenere un effetto più rustico dovrete optare per i vasi color terracotta mentre per un terrazzo più moderno il bianco rappresenta una scelta ottimale. Se utilizzerete forme e dimensioni diverse otterrete sicuramente un effetto più dinamico, mentre vasi tutti uguali daranno la sensazione del terrazzo ordinato, ma certamente anche più noioso.

terrazzo fiorito

Serra terrazzo acciaio e PVC 95x70xh190 balcone giardinaggio piante fiori 647-26

Prezzo: in offerta su Amazon a: 28,39€


Arbusti da fiore per terrazzi

fiori per terrazzo Nel panorama delle terrazze e dei balconi trovano spazio numerosi arbusti da fiore che, con le dovute accortezze, saranno in grado di adattarsi perfettamente anche alla vita nel vaso in un ambiente non sempre troppo favorevole. Il loro inserimento nel terrazzo aiuta a movimentare le decorazioni, elevando la fioritura in senso verticale. Tra i più adatti ad essere coltivati in vaso troviamo ad esempio l'oleandro (Nerium oleander) che, oltre ad essere una pianta rustica e molto resistente, regala anche una fioritura abbondante e duratura. Unico, ma non trascurabile, difetto imputabile a questo arbusto mediterraneo è quello di essere fortemente velenoso, quindi è sconsigliabile il suo utilizzo nel caso in cui il terrazzo sia frequentato da bambini piccoli o animali domestici. Altri arbusti da fiore dalla copiosa fioritura primaverile capaci di adattarsi alla vita in vaso sono ad esempio la Forsizia ( Forsythia europaea), la Deutzia (Deutzia sp.) o la ginestra odorosa (Spartium junceum) mentre, se vorrete godere dei colori dei fiori anche a fine inverno, non potete farvi mancare un bel cespuglio di erica (Erica arborea). Nella scelta delle piante da fiore è comunque necessario tener conto del periodo di fioritura per valutare l'acquisto di questo o quell'arbusto. E' auspicabile infatti poter avere un terrazzo che sia fiorito per la maggior parte dell'anno. Tra i piccoli alberi sempre gradita è la magnolia sempreverde (Magnolia grandiflora) con i suoi magnifici e profumati fiori estivi . Tenete però in considerazione che, per quanto riguarda gli alberi e gli arbusti, meglio sarebbe non isolarli, a meno che questioni di spazio ve lo impediscano. Cercate pertanto di disporre gli arbusti in gruppi di una sola specie, e gli alberelli magari in coppia. Se siete degli ammiratori della regina dei fiori, potrete pensare di riservare uno spazio speciale del vostro terrazzo a questo meraviglioso fiore che conta circa 150 specie, ciascuna delle quali con numerose varietà. Le rose (Rosa sp.) possono tranquillamente essere coltivate in vaso, ma andranno posizionate in un punto poco esposto al vento. Potrete scegliere quelle a cespuglio o in alternativa, se disponete di un muro sul quale fissare la grata di ancoraggio, una varietà rampicante. Personalmente preferisco quest'ultima, poiché regala fioriture abbondanti e durevoli. Il vaso dovrà essere abbastanza profondo, almeno 60 centimetri e largo 40 centimetri. Le rose, soprattutto in vaso, sono soggette agli attacchi da parte degli afidi. Un rimedio del tutto naturale per prevenire questi fastidiosi quanto dannosi parassiti è quello di piantare nel vaso insieme alla rosa diversi spicchi di aglio. Abbinate le rose tra loro scegliendo colori diversi e, se rampicanti, guidate i rami facendoli incrociare, otterrete un effetto straordinario.

  • surfinia Non tutti ci possiamo permettere un parco, un giardino, un orto, insomma: un pezzo di terra in cui dar sfogo alla nostra passione di coltivatori; quasi tutti noi però ci possiamo permettere un terrazz...
  • Surfinia Le petunie sono piante annuali e perenni, originarie dell’America centrale e meridionale, introdotte in coltivazione nei giardini europei a partire dell’inizio dell’800; le varietà che troviamo in viv...
  • Conoscere il significato ed il linguaggio dei fiori è di fondamentale importanza per non fare brutte figure e per non sbagliare mai tipo di fiori in ogni occasione. Scopri quale fiore regalare a secon...
  • Dieffenbachia genere appartenente alla famiglia delle araceae, che comprende 30 specie di piante perenni sempreverdi con un fusto robusto e foglie molto grandi, e oblunghe.Anche se è originaria dell'America cent...

SERRA DA GIARDINO TERRAZZO BALCONE PER PIANTE IN METALLO E PVC A 3 RIPIANI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 21,21€


Piante Grasse per terrazzi

Opuntia ficus A partire dalla metà del diciannovesimo secolo cominciarono ad essere introdotte in Europa molte nuove varietà di cactacee, raccolte nelle zone desertiche del Messico e delle regioni limitrofe, ma alcune arrivarono addirittura dalle Ande. Oggi queste piante sono tornate di moda ed è facile vederle nelle terrazze moderne, prevalentemente in località di mare o in zone piuttosto aride. C'è da dire, che nelle zone litoranee, le piante grasse sono davvero una gran comodità, in quanto non hanno bisogno di essere annaffiate poiché assorbono la rugiada notturna. Primo tra tutti è il Fico d'India (Opuntia ficus) che non richiede nessun tipo di intervento se non la raccolta dei frutti. Nelle terrazze vegeta bene in tutti i tipi di terreno ma cresce poco. I fiori di questa pianta, che spuntano al termine della primavera, sono di un bel giallo ed arancione brillante. In generale, anche le altre cactacee, richiedono poche cure grazie alla loro notevole capacità di adattamento; l'unico rischio è legato agli eccessi di umidità, quindi sarà indispensabile che il terreno in cui saranno messi a dimora abbia un'ottima capacità drenante per assicurare il rapido e completo scolo dell'acqua. Inoltre andranno bagnate pochissimo ed esposte in modo da garantire luce in abbondanza, fatta eccezione per alcune varietà tropicali come il cosiddetto cactus di Natale (Epiphyllum sp.) che fiorisce in pieno inverno e che in natura vive come epifita, quindi in penombra. Possono permanere all'esterno al di sopra dei 10°C.


Fiori da semina e da bulbo

tulipani in terrazzo Tra le svariate possibilità di scelta che il mercato florovivaistico offre, potrete davvero sbizzarrirvi nel creare composizioni colorate e profumate a seconda delle vostre preferenze. I Fiori permettono di effettuare un numero considerevole di accostamenti che valorizzano al meglio ogni singola varietà. Visitando i grandi giardini e sfogliando le pagine delle riviste specializzate si possono trarre molti spunti per le forme e gli abbinamenti di colore che soddisfino le nostre esigenze estetiche. Il lato pratico poi non è da trascurare, alcune specie sono più impegnative di altre e se non avrete il tempo per curarle con una certa frequenza vi ritroverete con ammassi di fiori appassiti decisamente poco gradevoli. Scegliete con cura sia i fiori da bulbo che i fiori da semina in modo da diversificare il più possibile le varietà rendendo quindi più dinamica la vista d'insieme. Una delle regole per disporre i fiori è quella di riservare a quelli più alti e con portamento eretto una posizione arretrata. Tra questi, ad esempio, potrete scegliere moltissime tonalità di colore tra i tulipani (Tulipa sp.), i cui bulbi vanno messi a dimora in posizione soleggiata o leggermente ombreggiata in autunno o alla fine dell'inverno. I vasi per i tulipani dovranno essere preparati con un terreno dotato di buona capacità drenante ed i bulbi dovranno essere interrati a 10-15 centimetri di profondità e ad almeno 10 centimetri l'uno dall'altro. Ovviamente quelli piantati in ritardo, avranno anche una fioritura ritardata. A questi possono essere abbinate altre bulbose come i narcisi (Narcissus poeticus) e i giacinti (Hyacinthus orientalis), questi ultimi con attenzione al colore. A completare la magia di colori ben si prestano le viole (Viola tricolor), nella varietà che più vi piace, unite magari a delle splendide margherite (Chrisanthemum frutescens), posizionando entrambe le specie davanti alle bulbose. Tenete conto che il bianco, in questo caso delle margherite, risulta essere molto utile per "legare" gli altri colori presenti. Infine se volete godervi la magia di veder volteggiare eleganti tra i fiori delle splendide farfalle dovrete cercare di attirarle ad esempio con il profumo delle piante aromatiche (rosmarino e salvia sono l'ideale), o con il nettare dei nasturzi. Il vostro terrazzo ne risulterà ulteriormente arricchito.




COMMENTI SULL' ARTICOLO