cactus

Domanda : cactus

possiedo un cactu abbastanza grande e con il bel tempo ho portato la pianta fuori e l'ho esposta al solen del pomeriggio,dopo una settimana di sole e pioggia la pianta e diventata verde chiara non e' piu' scura come dovrebbe essere.cosa devo fare?
Cactus

Set of 10 different cactus 5,5cm pot - approx. 8-15cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€


Risposta : cactus

Gentile Elisabetta,

spesso i cactus abituati a vivere in appartamento tendono a mummificare, ovvero a fermare la crescita e parzialmente anche la loro vita, in quanto le condizioni presenti inca sa sono scarsamente luminose e eccessivamente asciutte per queste piante; una volta spostato all’aperto un cactus può ricominciare a svilupparsi, facendoci però notare gli errori di coltivazione effettuati nei mesi precedenti. Il colore verde chiaro dei tessuti è un chiaro indice di qualcosa che non sta andando per il meglio, ma per poter diagnosticare correttamente il problema sarebbe opportuno avere una foto, o almeno qualche maggiore descrizione del cactus e delle sue condizioni. Senza dati potremmo fare però delle supposizioni. Se la parte chiara risulta anche morbida, molliccia, al tatto, allora è probabile che la pianta sia affetta da un fungo, che era già presente anche in casa, ma si è manifestato al momento dello spostamento, quando la pianta ha ricominciato a svilupparsi. Per salvare il tuo cactus, dovrai rimuovere tutti i tessuti interessati dal fungo, ovvero le parti scure o schiarite, con consistenza molliccia. Basta prendere un coltello ben affilato e pulito, disinfettarlo con dell’alcool, e rimuovere tutta la parte malata, ripulendo la lama con alcol dopo ogni taglio. Controlla di arrivare ad una parte del fusto che sia chiara e sana, bella turgida e compatta; spargi sulle ferite un fungicida in polvere, e posiziona la pianta a mezz’ombra; nell’arco di alcune settimane dovrebbe riprendere a svilupparsi, producendo dei germogli laterali, che andranno a coprire le ferite dovute alla potatura.

Se invece la parte gialla è soda e compatta potrebbe trattarsi di una carenza di illuminazione: forse la zona de giardino in cui lo tiene è poco luminosa, e il cactus non riceve abbastanza luce solare diretta. Oppure hai concimato la pianta con del concime azotato, per piante verdi o da fiore, o l’hai rinvasato utilizzando un terriccio ricco in azoto. Le piante succulente non necessitano di terriccio o fertilizzante azotato, in quanto tale minerale tende a favorire lo sviluppo rapido di tessuto verde, che spesso risulta chiaro e facilmente attaccabile dai parassiti, poco resistente al sole ed al freddo; per i cactus si utilizzano terriccio specifici, costituiti in gran parte da pietra pomice o lapillo, e fertilizzanti specifici, poveri in azoto e molto ricchi in potassio.

  • Cleistocactus Appartengono a questo genere cinquanta specie arbustive, fiorifere, che possono raggiungere i due metri di altezza.Originaria del versante orientale delle Ande,è una pianta grassa da coltivare in ...
  • Pachycereus genere che comprende 10-12 specie di cactus colonnari originari dell'America centrale. Sono molto longevi e gli esemplari centenari, in natura, possono raggiungere dimensioni notevoli, anche prossime ...
  • Grusone  Cactacea molto diffusa in coltivazione originaria delle aree aride del Messico; il nome botanico è echinocactus grusonii, e al genere appartengono circa una decina di specie, tutte originarie dell’Ame...
  • melocactus I Melocactus sono cactacee originarie dell’America centrale e meridionale; al genere appartengono circa una trentina di specie, con fusto globoso, caratterizzato da areole con grosse spine arcuate ed ...

T4U 6,5/7/7 cm, ceramica, colore: bianco, collezione NO.31 Sucuulent-Vaso per piante/fiori, Cactus-Vaso per piante, in vaso, Contenitore per alimenti, confezione da 3 pz

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,93€
(Risparmi 12,98€)



Guarda il Video
  • cactus pianta Con il nome di cactus vengono comunemente chiamate tutte quelle piante che fanno parte della famiglia delle Cactaceae. I
    visita : cactus pianta

COMMENTI SULL' ARTICOLO