La mia pianta è quasi morta

vedi anche: Trova piante

Domanda: la mia pianta è quasi morta

Cosa si fa quando è secca la drosera capensis?

drosera


La mia pianta è quasi morta: Risposta: la mia pianta è quasi morta

drosera Gentile Beatrice,

la drosera capensis è una pianta carnivora originaria, come suggerisce il nome della specie, della zona vicina a Città del capo, in Sudafrica; queste piante in condizioni avverse si comportano da piante annuali, e quindi muoiono all’arrivo del freddo invernale, o in presenza di siccità eccessiva; se ben coltivate invece possono svilupparsi per anni, donandoci anche una splendida fioritura.

Quindi, è semplicemente da capire perché le foglie della tua drosera si sono seccate; quindi, ti indico brevemente le caratteristiche e le esigenze colturali della tua pianta, in modo che tu possa capire se e dove hai sbagliato e qui agire di conseguenza.

La drosera, come la gran parte delle piante carnivore, in natura si sviluppa in zone acquitrinose, caratterizzate da una umidità costante e continua; quindi di solito vengono tenute in contenitori abbastanza profondi, posti in un sottovaso, in cui viene tenuta sempre dell’acqua, in modo che il terreno risulti abbastanza fresco e umido per tutto l’arco dell’anno.

Queste piante manifestano una fortissima avversione per qualsiasi tipo di sale presente nel terreno, sia ess calcare (dovuto all’acqua delle annaffiature) o azoto (dovuto alle concimazioni), per questo motivo si evita in tutti i modi di fornire acqua del rubinetto, annaffiando le piante con acqua demineralizzata, e si rinuncia a qualsiasi tipo di concimazione. Le piante carnivore non necessitano di fertilizzante di alcun tipo, in quanto ottengono i Sali minerali di cui necessitano digerendo le piccole prede che catturano.

Il terreno in cui vengono coltivate è costituito da torba, mescolata a poca perlite o pietra pomice, per fare in modo che le radici possano respirare anche se poste quasi perpetuamente nell’acqua; quando rinvasiamo le nostre carnivore, dobbiamo in ogni modo evitare di porle in un terriccio universale, del tipo che si trova in vivaio, o anche nel terriccio per piante acidofile, perché questi terricci vengono preparati mescolando al composto dei fertilizzanti, che uccidono rapidamente qualsiasi tipo di pianta carnivora.

Quindi andiamo in vivaio e richiediamo della torba, pura torba, senza concime.

Le drosere si coltivano all’aperto in una zona ben soleggiata, possibilmente riparata dal vento e dal freddo eccessivo.

La problematica fondamentale da affrontare consiste nel mantenere il terreno umido e fresco, nonostante il sole; considera che in Italia la gran parte delle piante carnivore si sviluppano in natura attorno agli acquitrini alpini, dove in inverno il clima è assai rigido, nonostante le ore di sole piano e accecante.

  • pianta carnivora Le piante appartenenti al genere Drosera sono piante carnivore molto evolute, dotate di sitemi di cattura molto particolari. Le foglie di queste piante sono dotate di minuscoli tentacoli, muniti all'e...
  • sarracenia psittacina Stò da poco cimentandomi con la coltivazione delle meravigliose carnivore , ho 3 Sarracenie , 2 Drosere , 1 Nephentes , 2 Pinguicule.Ho un grosso problema : dispongo di un solo balcone disposto a no...
  • adelae Drosera adelae, è una pianta carnivora originaria di una ridotta fascia dell'Australia, regione chiamata "Queensland".Questa carnivora possiede un sistema di cattura molto simile a quello della cugi...
  • Drosera Il genere Drosera conta circa centocinquanta specie di piante carnivore, diffuse praticamente in tutto il globo; la maggior parte delle specie però sono originarie dell'Australia e dell’Africa meridio...


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO