identificazione?

Domanda : identificazione?

Scusate mi sapete dire che tipo di pianta e questa? L'ho da 3 anni era solo un rametto alto solo 7cm, mi servirebbero anche dei consigli su come coltivarla.

Grazie mille per la futura risposta

Crassula


Risposta : identificazione?

Gentile Francesco,

la tua pianta è una crassula, una pianta succulenta, originaria del Sud Africa; non riesco bene a capire la specie, perché la foto è molto piccola, e le foglie hanno uno strano sviluppo allungato; si direbbe una crassula ovata, o una crassula argentea, ovvero una delle varietà di crassula più diffuse.

Come per qualsiasi altra succulenta, anche la tua crassula ama vasi abbastanza piccoli, riempiti co un substrato molto drenante, costituito da terriccio universale, mescolato con sabbia, o lapillo, o pietra pomice; evita di annaffiare eccessivamente, e fornisci acqua solo quando il terreno è ben asciutto, da marzo a settembre; nei mesi freddi annaffia solo sporadicamente, e soltanto se la pianta viene coltivata in luogo caldo. Le crassule di queste specie possono vivere anche in giardino, ma temono le gelate e l’umidità del terreno; quindi si tengono spesso in serra fredda, o al riparo di un terrazzo.

In line generale necessitano di una buona illuminazione, per tutto l’arco dell’anno, possibilmente sole diretto; durante le ore più calde dei mesi estivi una semi ombreggiatura è gradita, per evitare che le foglie si scottino. Se hai tenuto la tua crassula sempre in casa, senza luce solare diretta, è il caso che tu la esponga alla luce solare gradualmente, partendo da brevi periodi in una zona luminosa.

Nel periodo vegetativo puoi fornire del fertilizzante, ogni 20-30 giorni, ma scegli un concime specifico per piante succulenta, povero in azoto.

Le crassule ben coltivate tendono con il tempo a formare un’ampia chioma tondeggiante, e ad avere l’aspetto di un piccolo albero succulento; spesso vengono utilizzate per produrre dei bonsai da interno, molto eleganti.

Sopporta abbastanza bene le potature, anche drastiche, per dare forma alla chioma.

Si propaga per talea, di ramo o di foglia; è sufficiente asportare una foglia, scegliendone una sana e bella turgida, e infilarla per alcuni millimetri in un terreno simile a quello presente nel vaso della pianta, ma sempre umido; dalla base della foglia spunterà una piccola rosetta di foglie succulente, che presto formerà una nuova pianta.

Le piante che trascorrono l’inverno al freddo, con temperature comprese tra i cinque e gli otto gradi, tra la fine dell’inverno e l’inizio della primavera si riempiono di piccoli fiori bianchi a stella.

Si tratta di una succulenta molto facile da coltivare, visto che ogni errore di coltivazione si manifesta chiaramente nel fogliame, che cade e dissecca in caso di prolungata siccità o di eccesso di annaffiature, permettendoci di porre rapido riparo al problema.

  • sedum Genere di seicento specie di piante succulente dotate di foglie carnose, annuali e perenni, rustiche, semirustiche e delicate.Le specie rustiche sono adatte per le bordure, per il giardino roccioso ...
  • Crassula questo genere comprende circa trecento specie di piante succulente, originarie dell’Africa meridionale; esistono specie che possono raggiungere dimensioni cospicue, come specie di dimensioni molto rid...
  • crassula Gentile redazione giardinaggio,durante l'inverno le foglie sotto dei tronchetti ingialliscono e cadono, nebulizzo e concimo le piante normalmente essendo anche l'ambiente secco ma succede lo stesso,...
  • talea di piante grasse Molte piante succulente radicano con grande facilità; le piante succulente, come la cràssula, l’echeveria, le calàncole, possono venire propagate con facilità anche producendo talee di foglia.Questa...




COMMENTI SULL' ARTICOLO