macchie

Domanda : macchie

ho delle piante grasse ( la mamma e tanti suoi figli) ma mi preoccupa il fattore che da un pò di tempo le piante più grandi hanno formato delle macchie che non riesco .. sembrano delle crosticine quasi gialle. e in più mi è successo che fuori erano ancora belle mentre dentro erano marce .le ricordo che non le bagno spesso
Gymnocalycium

BSI 1604 Oxi Kill® - Detergente contro le macchie di ruggine per superfici / oggetti / piastrelle, 500 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,95€


Risposta : macchie

Gentile Immacolata,

le piante succulente, e in particolare i cactus, sono piante molto resistenti, che tendono ad adattarsi abbastanza bene al clima caldo ed asciutto presente in casa; purtroppo però di solito tali condizioni non sono quelle ideali per la vita di queste piante, che nei luoghi d’origine sperimentano cambi di stagione, brevi gelate, periodi di pioggia intensa intervallati da lunghi periodi siccitosi, forte insolazione.

In casa invece vivono costantemente con temperature medie vicine ai 20°C, con poca insolazione diretta, annaffiature costantemente scarse e clima molto asciutto; aggiungiamo che di solito rimangono per anni nello stesso piccolo vaso, con piccole piante laterali che si sviluppano, causando anche un restringimento dello spazio vitale.

Le cactacee hanno la sfortuna (che per noi risulta spesso un pregio), di riuscire a sopravvivere nonostante tutto questo, o comunque di non manifestare in modo vistoso la loro sofferenza.

Solo che, anni vissuti in condizioni di coltivazione non perfetta, rendono queste piante facili prede di batteri, virus, funghi, insetti; questo perché, essendo già sofferenti a causa delle condizioni di coltivazione scarsamente idonee, non hanno difese contro i parassiti.

In genere le maculature sul fusto sono un chiaro sintomo della presenza di parassiti di qualche tipo; potrebbe trattarsi di cocciniglie, che pungono la superficie per nutrirsi della linfa della pianta; attraverso il foro lasciato da queste piccole punture, possono introdursi nel corpo della pianta vari funghi e batteri, che vanno poi a colonizzare tutta la pianta, anche se spesso non troppo rapidamente.

Spesso questi parassiti vengono comunemente indicati con il termine generico di marciumi, e spesso si tratta di malattie fungine.

Per salvare le tue piante prima di tutto devi asportare le parti malate, maculate, scure o mollicce; basta tagliarle con un coltello affilato, che va disinfettato dopo ogni taglio. Se il marciume è molto diffuso sarai costretta a conservare forse solo gli apici dei cactus.

Lascia asciugare gli apici asportati per qualche giorno e posizionali sulla superficie di n terriccio fresco e pulito; dopo qualche giorno annaffia leggermente, e spera che le tue talee attecchiscano.

Dopo questa operazione cerca di verificare in internet il genere e la specie a cui le tue piante appartengono, in modo da poter capire il modo migliore per coltivarle. Visto che molte cactacee amano la luce solare diretta, e annaffiature soltanto nei mesi caldi.

  • piante grasse Vengono generalmente chiamate cactus o piante grasse, in realtà sarebbe più corretto chiamarle succulente; si tratta di tutte quelle piante adattatesi alla vita in climi aridi o sub-aridi, avendo tras...
  • fiori colorati La gran parte delle piante succulente sviluppa un apparato radicale compatto con accrescimento lento, per questo motivo vengono coltivate in contenitori di modeste dimensioni; nonostante queste caratt...
  • piante grasse In genere le piante succulente vengono coltivate dai pochi appassionati in serra, oppure in appartamento, spesso molti le ritengono dei soprammobili, che non necessitano di cure; in realtà molte piant...
  • Stenocactus Salve mi chiamo Vincenzo avrei alcuni problemi da esporvi,purtroppo durante l'ultima nevicata a Roma alcune piante grasse si sono rovinate(sono marcite in alcuni punti)vorrei sapere se posso tagliare ...

Vivid Arts Pet Pal Piccolo maiale con il trasporto gabbia bianca a macchie nere

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,95€




COMMENTI SULL' ARTICOLO