Epiphyllum

Quanto e come annaffiare l'epiphyllum

L'epiphyllum fa parte a tutti gli effetti della stessa famiglia del fico d'India. Ma contrariamente a quanto accade ad altri appartenenti al medesimo gruppo, l'epiphyllum ha assolutamente la necessità di un'ottima umidità. Il substrato perfetto, infatti, non deve in alcun caso risultare asciutto. Questa peculiarità può spettare esclusivamente ad 1/3 di questo substrato. Il resto deve essere necessariamente ben umido. Per verificare i livelli di umidità è possibile fare la cosiddetta "prova del dito", inserendo un dito nel terreno e verificando fin dove il terreno è asciutto. Questo specialmente nella stagione primaverile ed in quella estiva. In autunno ed in inverno è obbligatoriamente necessario ridurre l'apporto di acqua. Il terreno, comunque, deve essere sempre umido ma assolutamente mai inzuppato.
Epiphyllum di colore rosa

Epiphyllum collezione, 10 talee

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29€


Coltivare l'epiphyllum

Fiori di epiphyllum La coltivazione in vaso dell'epiphyllum non è assolutamente complicata. E' necessario disporre di un terreno particolarmente sciolto, ricchissimo di sostanze organiche e materiali grossolani al fine di risultare drenante e di evitare i temutissimi ristagni idrici. Ogni 2.3 anni è necessario rinvasare l'epiphyllum, possibilmente al termine della fioritura, ovvero attorno ad aprile-luglio. Questa pianta non necessita della potatura. Basta semplicemente pensare all'eliminazione periodica delle parti secche o danneggiate onde evitare che trasportino malattie. La moltiplicazione dell'epiphyllum avviene prevalentemente per talea, da prelevare in piena estate e da porre in luogo riparato per 10 giorni. Si procede poi alla messa a dimora interrando 1/3 della talea in un vaso, in luogo ombreggiato mantenendo umido il terreno.

  • sanseveria La sanseveria può essere una pianta da giardino?...
  • Epiphyllum Ciao, ho un epiphyllum da diversi anni ora è alto circa 1 metro e 70 bellissimo ma, da un po’ di tempo alcune foglie si macchiano di giallo e man mano la parte colpita secca. Mi potresti dare un consi...
  • piante grasse gruppo che comprende decine di piante succulente sempreverdi originarie dell'Europa, dell'America e dell'Asia. Si presentano come dense rosette di foglie carnose, per lo più arrotondate, talvolta allu...
  • piante grasse Generalità: Originario del Sud America, comprende venticinque specie di cactus a colonna.Trichocereus Spachiana Il Trichocereus Spachiana è originario dell'Argentina settentrionale. Ha portamento co...

libera la nave 40seeds semi epiphyllum Nightblooming cereus casa piante fiori giardino

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10€


L'importanza di una concimazione a regola d'arte

Epiphyllum pianta L'epiphyllum non è assolutamente una pianta che necessita di particolari concimazioni per crescere al meglio ed in salute. Semplicemente in primavera ed in autunno (quindi 2 volte nell'arco di un anno) è sufficiente utilizzare un fertilizzante da diluire con l'acqua che si utilizza durante le operazioni di irrigazione. Rispetto alle dosi indicate sulle confezioni è importante diminuire moltissimo le percentuali, riducendole a circa 1/3. Nelle stagioni invernali è assolutamente vietato concimare l'epiphyllum. Esistono degli elementi che non devono mancare nel fertilizzante ideale. Questi sono, particolarmente, l'azoto, il fosforo ed il potassio in formulazioni 6:6:6, 8:8:8, o 10:10:10. La concimazione, seguendo scrupolosamente queste percentuali, va effettuata mediamente una volta al mese, evitando i momenti più freddi dell'anno o quelli in cui avvengono le gelate.


Epiphyllum: L'esposizione ideale e le possibili malattie dell'epiphyllum

Epiphyllum fiori Nella coltivazione dell'epiphyllum è indispensabile rispettare la corretta esposizione. La pianta cresce e si sviluppa ottimamente tra i 7 e i 21°C. Le temperature possono anche essere superiori a patto che i livelli di umidità superino l'80%. L'esposizione ideale è rigorosamente all'ombra. I raggi del sole devono necessariamente essere ben filtrati in quanto possono danneggiare la pianta in maniera irrimediabile. Gli epiphyllum sono amanti dell'aria. E' quindi indispensabile collocarli in aree ben aerate ma assolutamente protetti dal vento. Nei periodi troppo freddi è consigliabile entrare il vaso dentro casa. Gli epiphyllum sono ottimamente resistenti alle malattie. La "cocciniglia farinosa" è uno dei nemici principali, da sconfiggere con specifici antiparassitari. Bruciature indicano che la pianta è troppo esposta.



COMMENTI SULL' ARTICOLO