Verde cura

Il verde che cura

Fin dall'antichità l'uomo ha trovato nella natura una perfetta alleata contro le malattie; gli antichi traevano dalla natura i rimedi medicinali con cui curarsi, ma oltre a questo utilizzavano il paesaggio come parte della cura: gli antichi templi dedicati agli dei curatori erano inseriti in un contesto di pace, dove la natura giocava un ruolo importante nell'aiutare il malato nella sua strada verso la guarigione. Il positivismo e la fiducia nella scienza hanno portato la nostra società a confidare sempre di più nella medicina in quanto farmaco o intervento chirurgico, dimenticando le pratiche antiche.

Solo negli ultimi decenni alcuni esperti del settore medico hanno potuto osservare come il giardino giochi un ruolo fondamentale nel processo di guarigione; alcuni studi mostrano come alcuni pazienti abbiamo trovato sollievo dalle loro malattie con sorprendente rapidità grazie alla vista di cui potevano godere dalla finestra, o al giardino in cui potevano passeggiare durante le lunghe ore trascorse come degenti ospedalieri.

PIXNOR Gratta e Vinci Board Pad Scratcher letto Mat artigli cura Catnip (Erba verde)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,99€


Healing gardens

Da alcuni anni un movimento sta prendendo piede tra i medici ed i progettisti di giardini; consci del potere della natura, stanno sviluppando attorno agli ospedali, ai centri di lunga degenza, alle case di riposo, giardini terapeutici, che abbiamo lo scopo di migliorare la qualità della vita dei malati, costretti all'interno di strutture di cura.

Non si tratta semplicemente di promuovere l'allestimento di giardini attorno alle case di cura, ma proprio di studiare e codificare gli elementi di un giardino che meglio possono favorire la guarigione del malato, considerato in senso olistico.

Alcuni elementi del giardino sono stati segnalati come promotori di guarigione, e la loro presenza è fondamentale in un giardino frequentato dai malati; tra le caratteristiche più importanti fondamentali in un giardino terapeutico abbiamo:

- Presenza di una alta percentuale di spazio occupato da piante, in modo che solo circa un quarto del giardino sia pavimentato o presenti opere dell'uomo.

- Viali e passeggiate, che invitino all'attività fisica; che siano percorribili da tutti gli utenti del giardino, anche da portatori di handicap di qualsiasi tipo.

- Lontananza dal rumore del traffico,d allo smog, e da altri tipi di distrazione.

- Possibilità di sfruttare il giardino nel modo che si preferisce; nel giardino terapeutico deve essere possibile appartarsi o anche incontrarsi con gli amici.

- La fondamentale presenza dell'acqua, sotto forma di piccoli laghi e ruscelli, per favorire il senso di pace e di armonia con il mondo.

Inoltre nel giardino terapeutico troveranno posto piante dai colori piacevoli, con fogliame profumato; le fioriture dovranno susseguirsi in modo armonico; possibilmente dovrebbero trovare posto in questo tipo di giardino anche gli animali, e solo piante assolutamente prive di principi attivi tossici o irritanti.

    FORBICI DA POTATURA PROFESSIONALI - Cesoie per Potare da Giardino per la Cura di Piante, Siepi ed Alberi da Frutto, Comoda e Versatile Cesoia Manuale ideale per piccoli & grandi Lavori di Giardinaggio

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,97€
    (Risparmi 3,02€)


    Verde cura: Il giardino terapeutico per tutti

    Le teorie che parlano di giardini terapeutici sono in genere dedicate ai malati; ultimamente però si sta cercando di allargare questo concetto, guardando al giardino come risorsa contro lo stress, per promuovere il benessere di chiunque.

    Da un lato questo tipo di visione porta a rivedere tutti i giardini pubblici, anche i parchi cittadini, in modo che possano favorire nelle persone che li frequentano una migliore consapevolezza del proprio corpo e della natura; quindi l'inserimento nei parchi cittadini di percorsi costellati da strutture adatte all'attività fisica deriva da questa visione del giardino. Allo stesso tempo l'inserimento nel giardino di opere d'arte, di zone dove incontrarsi, di zone di ristoro, ci porta verso la visione del giardino come un momento per lo spirito e per la socializzazione.

    Da un altro punto di vista invece il giardino diviene terapeutico anche per quanto riguarda le persone affette da handicap fisici o mentali; in molti giardini cittadini infatti persone diversamente abili entrano a far parte dei curatori del giardino stesso, esercitando le loro abilità all'interno di un ambito armonioso, in un certo senso superando le loro disabilità.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO