coltivazione delle erbacee perenni

coltivazione delle erbacee perenni:

foto erbacee perenni

Le piante erbacee perenni sono specie in genere di facile coltivazione, spesso a sviluppo tappezzante; durante i mesi invernali tendono a disseccare la parte aerea, mentre in primavera si sviluppano rigogliosamente, crescendo di anno in anno. La maggior parte delle piante perenni predilige posizioni soleggiate, con terreno fresco e ricco, non eccessivamente asciutto. Si tratta in genere di specie rustiche, che non richiedono grandi cure. Poniamole a dimora avendo cura di ben lavorare il terreno, arricchendolo con del concime organico ben maturo e vangandolo in profondità. Una volta preparato il terreno posizioniamo le nostre piante, distanziandole di almeno 15-20 cm le une dalle altre; ricordiamo infatti che con il tempo tenderanno ad allargarsi, ricoprendo tutto lo spazio a disposizione. In autunno o all’inizio della primavera possiamo propagare le nostre perenni con grande facilità: è sufficiente sradicare i cespi di radici e, utilizzando un coltello affilato o le forbici da potatura, praticare alcune porzioni dal cespo, avendo però cura di mantenere alcune radici ben sviluppate per ogni porzione praticata. Le nuove piante così ottenute vanno subito poste a dimora, annaffiando con cura il terreno. In genere questo tipo di operazione oltre a fornire delle nuove piante ogni anno giova anche allo sviluppo delle piante vecchie e da tempo a dimora .


Guarda il Video




COMMENTI SULL' ARTICOLO