talee di piante succulente

vedi anche: Trova piante

talee di piante succulente:

talee di succulente

Molte piante succulente tendono a produrre alla loro base nuovi germogli, da cui si sviluppano nuove piante; durante il periodo di massimo sviluppo vegetativo è possibile asportare questi germogli per ottenere nuove piante; è anche possibile produrre talee di piante succulente, asportando foglie, porzioni di rami o di fusti. Il tessuto delle succulente è ricco d’acqua e in genere radica con grande facilità. Scegliamo la pianta di cui vogliamo produrre delle talee; deve essere una pianta con molte foglie carnose, oppure una pianta accestita o ancora deve presentare un fusto alto, colonnare. Quindi con l’ausilio di un coltello pulito e ben affilato asportiamo delle talee lunghe almeno 7-10 cm; se invece disponiamo di una crassula, o altra pianta a foglie carnose, asportiamo alcune foglie, recidendole alla base del picciolo. Per meglio far radicare queste porzioni di succulente è consigliabile lasciare asciugare il taglio per alcuni giorni, conservando le nostre talee in luogo caldo ed asciutto. Se si tratta di esemplari della famiglia delle euforbie immergiamo brevemente le estremità in acqua tiepida, per evitare che il lattice biancastro continui a fuoriuscire, ostacolando la radicazione. Prepariamo un terriccio costituito da torba sminuzzata e sabbia in parti uguali ed inseriamo in esso le talee preparate, quando la superficie di taglio è ben asciutta. Quindi posizioniamo i contenitori con le talee in luogo caldo e leggermente ombreggiato, vaporizzando le talee con acqua demineralizzata almeno una volta al giorno. Quando le piante saranno radicate possiamo cominciare a spostarle gradatamente in luogo soleggiato.

Wannabes [Edizione: Germania]

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,47€


Guarda il Video




COMMENTI SULL' ARTICOLO