talee legnose

talee legnose:

talee legnose

Le talee legnose sono quelle che vengono praticate prelevando il legno già completamente lignificato, privo di parti verdi, quindi si praticano prelevando porzioni di rami prodotti durante l’anno precedente. In genere le talee legnose si prelevano da piante a foglia caduca, quali alberi ad alto fusto o piante da frutto; il periodo migliore per prelevare questo tipo di talea va dall’autunno fino all’inverno. Si procede prelevando rami sottili, che presentino numerose gemme; questi rami vanno poi suddivisi in porzioni, ognuna delle quali mantenga almeno due gemme vigorose; prelevando le talee verso la fine dell’inverno è possibile vedere meglio quali gemme siano più grosse e ben sviluppate. Prepariamo un contenitore per taleaggio, utilizzando un vassoio capiente, riempito con un composto costituito da torba e sabbia in parti uguali, ben mescolate; il substrato va inumidito completamente, possibilmente immergendolo in un contenitore pieno d’acqua,e facendo in modo che il terreno si inumidisca per capillarità, dal basso. Le nostre talee, lunghe circa 8-10 cm vanno preferibilmente immerse nella polvere di ormone radicante, prima di essere poste, le une accanto alle altre, nel contenitore preparato in precedenza. Il vassoio va quindi posto in luogo luminoso, fresco ed umido; per meglio mantenere l’umidità possiamo porre il vassoio in un sottovaso, che utilizzeremo per le annaffiature, quindi copriremo il tutto con un foglio di plastica (anche della pellicola per alimenti può essere indicata); manteniamo il terreno leggermente umido, aggiungendo piccole quantità d’acqua al sottovaso, e periodicamente solleviamo la plastica e vaporizziamo le talee dall’alto, con acqua demineralizzata.


Guarda il Video




COMMENTI SULL' ARTICOLO