coltivare il basilico

coltivare il basilico:

basilico

Si tratta di una delle erbe aromatiche più utilizzate in cucina, per sughi, salse, insalate, da solo o in combinazione con altre erbe aromatiche. Il basilico da il meglio di sé fresco, appena colto,

per questo motivo è sempre bene averne almeno qualche piantina sul davanzale della cucina.

Il basilico si acquista già in piantine vigorose, ma volendo è anche possibile seminarlo, da aprile fino a fine estate, per ottenere piante vigorose nell'arco di alcune settimane.

Si tratta di una pianta annuale, quindi se vogliamo coltivarlo a lungo è bene riseminarlo, o acquistarne nuove piante, ogni 2-3 mesi.

Posizioniamolo in un angolo non eccessivamente soleggiato, e ricordiamo di annaffiarlo spesso, perché il fogliame sottile necessita di un terreno sempre fresco e teme la siccità.

Se vogliamo mantenere più a lungo le piante, non appena dall'apice dei fusti vediamo spuntare i fiori, cimiamo tutti i fusti con le dita, in modo da impedire alla pianta di fiorire, e di andare a seme;

infatti subito dopo la produzione dei semi la pianta tende a disseccare. Prima che le foglie ingialliscano tagliamole tutte e poniamole sottolio o nel congelatore, infatti gli oli essenziali del basilico sono

così volatili che non si mantengono nel fogliame essiccato.


Guarda il Video




COMMENTI SULL' ARTICOLO