Rucola

  • In questa pagina parleremo di :

Rucola:

rucola

La rucola è un’erba aromatica, utilizzata anche in per arricchire di sapore insalate, primi piatti e salse, che si sviluppa anche spontaneamente nella flora italiana.

In effetti con il termine rucola si indicano volgarmente due diverse piante erbacee: eruca sativa, la rucola coltivata, e diplotaxis integrifolia, o rucola selvatica.

Mentre un tempo si trovavano in commercio soltanto sementi di rucola da coltivazione, ora si trovano con facilità anche quelle della rucola selvatica, che ha foglie più minute ed un sapore più intenso.

La rucola è una pianta annuale, con sviluppo primaverile ed estivo, che teme il freddo; viene coltivata seminandola direttamente a dimora, nell’orto o in un ampio vaso, considerando che se ne consumano molte foglie, e il raccolto di un piccolo vaso può esaurirsi molto rapidamente. Si prepara un appezzamento non eccessivamente ampio, in luogo soleggiato, dove si semina la rucola in successione, a partire dall’inizio della primavera, fino e fine estate, in modo da avere un raccolto sempre fresco di nuove foglioline.

Volendo si può effettuare anche una sola semina, ma è bene ricordare che è necessario tenere l’appezzamento coltivato a rucola costantemente “tosato”, in modo da far sviluppare periodicamente alle piccole piante nuove foglie, in quanto se lasciate sviluppare liberamente le piante di rucola tendono ad alzarsi, a produrre fusti flessibili ma coriacei. Le piante giunte a fioritura tendono a produrre foglie molto piccole e dal sapore amaro, non interessanti per l’utilizzo culinario.

Gravity [Edizione: Francia]

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,2€


Guarda il Video




COMMENTI SULL' ARTICOLO