Trapianto delle verdure invernali

Trapianto delle verdure invernali:

trapianto verdure invernali

Dopo aver ripulito il terreno dell’orto dai residui delle coltivazioni estive arricchiamolo con del concime organico, mescolandolo al terreno con l’utilizzo di un forcone.

Se desideriamo che l’orto sia ben ordinato e le verdure si sviluppino ben distanziate muniamoci di un lungo filo, un paio di paletti e di un righello.

Piantiamo i paletti alle estremità dell’appezzamento e tendiamo il filo tra di essi: in questo modo avremo un preciso riferimento su dove interrare le piccole piante da noi scelte; broccoli, cavolfiori, finocchi vanno posizionati in file precise, distanziando ogni piccola pianta di circa 25-30 cm, in modo che in seguito possano svilupparsi liberamente.

Anche cipolle e porri possono essere interrati con lo stesso metodo, ma possiamo disporli in maniera più fitta, ogni 10-20 cm; anche le file possono essere meno distanziate tra loro, perchè questi ortaggi occupano poco spazio.

Le cipolle ed i porri possono essere coltivati anche direttamente da seme; in questo caso si prepara il terreno, lo si rastrella bene e quindi si seminano le verdure scelte a spaglio: ovvero prendendo una manciata di sementi e spandendole sul terreno con un gesto semicircolare.

Per meglio seminare le verdure è possibile mescolare la semente a della sabbia chiara o a della segatura: in questo modo vedremo chiaramente le aree già seminate e quelle invece ancora prive di sementi.

Se il terreno del nostro orto è molto compatto e vogliamo coltivarci cipolle e porri, che hanno uno sviluppo sotterraneo, ricordiamo di lavorare il terreno aggiungendo una buona quantità di sabbia; in questo modo otterremo un terreno più soffice, dove le verdure si svilupperanno senza fatica.

trapianto verdure invernali


Guarda il Video




COMMENTI SULL' ARTICOLO