Albero fiamma, Albero bottiglia - Brachychiton acerifolius

vedi anche: Acero

Generalità

Il Brachychiton è un genere che comprende 20-30 specie di arbusti o alberi originari dell'Australia, che in condizioni ottimali possono raggiungere i 20-30 metri d'altezza, anche se solitamente si mantengono entro dimensioni minori trai 10 e i 15 m. Hanno tronco sinuoso, che tende ad allargarsi alla base, con chioma ampia e disordinata, solitamente di forma piramidale. Le foglie sono grandi, verde brillante, lucide, a margine intero o profondamente lobate. B. Populneus produce fiori verdastri, riuniti in pannocchie. Brachychiton acerifolius, o albero bottiglia, è molto apprezzato per la vistosa fioritura primaverile di colore rosso-violaceo. B. rupestris è la specie più rustica e resistente, a crescita lenta. I fiori vengono sostituiti dai frutti: grosse capsule semilegnose, al cui interno si trovano grossi semi. Alcune specie hanno piccole dimensioni e temono il freddo e vengono coltivate come piante da appartamento.
Brachychiton


Esposizione

Brachychiton autunno Il Brachychiton acerifolius, meglio conosciuto come albero bottiglia o fiamma, preferisce posizioni molto soleggiate. Gli esemplari adulti di questo genere di alberi non temono il freddo, ma le piante giovani vanno riparate in inverno, per evitare che il gelo le rovini. Se sono posti in piena terra, è possibile intervenire con dell'agritessuto per coprire l'apparato fogliare e del materiale pacciamante o foglie secche, per riparare l'apparato radicale dalle conseguenze del clima rigido.


    Annaffiature

    albero fiamma Il Brachychiton acerifolius, o albero fiamma o bottiglia, non necessita di grandi quantità d'acqua, per questo si consiglia di annaffiare sporadicamente fornendo grandi quantità d'acqua, per favorire un corretto sviluppo delle radici.

    Alla messa a dimora e in seguito ogni autunno interrare del concime ben maturo ai piedi della pianta, quindi annaffiare abbondantemente, così da fornire tutto il nutrimento necessario ad un migliore sviluppo.

    Controllare che non si formino ristagni d'acqua alla base della pianta che potrebbero provocare l'insorgere di marciumi radicali.


    Terreno

    alberi bottiglia Le piante di Brachychiton acerifolius amano terreno ricco, sciolto, molto ben drenato, possibilmente a ph acido. Saltuariamente è utile concimare l'albero fiamma con del fertilizzante per piante acidofile.


    Moltiplicazione

    Per eseguire la moltiplicazione di questo genere di piante in primavera è possibile seminare i semi dell'anno precedente, farli germinare in semenzaio riempito con torba e sabbia in parti uguali; mantenere il substrato sempre umido fino a germinazione completa; le giovani piante vanno coltivate in vaso per alcuni anni prima di poter essere messe a dimora. Nella manipolazione dei semi fare attenzione alla peluria urticante che li ricopre completamente, si consiglia di indossare dei guanti.


    Albero fiamma, Albero bottiglia - Brachychiton acerifolius: Parassiti e malattie

    albero fiamma Può capitare che tecniche colturali scorrette favoriscano nell'albero bottiglia l'insorgenza di clorosi e di marciume radicale.

    E' bene controllare che alla base delle piante di questo genere non si formino ristagni radicali, che possono essere la principale causa dell'insorgenza di marciumi radicali. Il terreno deve essere ben drenato e consentire lo scorrimento dell'acqua.

    Per la clorosi è necessario intervenire fornendo alla pianta degli specifici integratori che ripristineranno le condizioni ottimali.


    • albero bottiglia Al genere adansonia appartengono alcune specie di alberi succulenti, fra le quali alcune delle succulenti più grandi del
      visita : albero bottiglia



    Esposizione
    Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

     
    Sole pieno
    Annaffiature
    Evitare di annaffiare troppo spesso, generalmente le annaffiature possono essere anche sporadiche, ogni 10-15 giorni.


    Tenere asciutto
    concimazione
    In questo periodo dell'anno la concimazione ha lo scopo di preparare le piante alla stagione fredda; in genere si interviene una sola volta, utilizzando un concime a lenta cessione specifico per piante verdi, non troppo ricco in azoto.


    Esigenze della piante a settembre in un clima alpino.

    COMMENTI SULL' ARTICOLO