Caryopteris clandonensis

Generalità

Il Caryopteris clandonensis è un piccolo arbusto a foglie caduche originario dell'Asia centrale. Ha portamento eretto, generalmente tondeggiante, e raggiunge il metro di altezza; le foglie sono piccole, ovali o lanceolate, di colore grigio-verde, leggermente pubescenti sulla pagina inferiore, sprigionano un aroma delicato se sfregate con le mani. Dalla seconda metà di agosto fino ai freddi autunnali produce numerose infiorescenze apicali ed ascellari costituite da piccoli fiori di colore blu-lavanda. Nei luoghi con temperature invernali molto rigide la pianta tende a seccare la parte aerea in tardo autunno. Esistono numerosi ibridi, a fiori bianchi o con foglie dorate o variegate di bianco. Si consiglia di staccare i fiori appassiti per favorire una fioritura più prolungata.
Caryopteris

Vivai Le Georgiche CARYOPTERIS CLANDONENSIS GRAND BLUE

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,2€


Esposizione

Caryopteris Il Caryopteris clandonensis andrebbe posto dimora in luogo molto soleggiato, o all'ombra parziale; in generale non teme il freddo, anche se è sempre consigliabile pacciamare la base della pianta in autunno. E' possibile eseguire l'operazione durante tutto l'anno senza alcun rischio per l'arbusto.

Tollera bene il freddo, nella fase di riposo invernale, anche fino a -10°C -15°C, poi è meglio utilizzare una protezione. Non ha problemi a resistere al caldo intenso e ai venti salmastri.

Poiché i fiori sbocciano sui rami nuovi spesso si tende a tagliare fino al terreno la pianta in autunno o all'inizio della primavera, per favorire lo sviluppo di rami vigorosi.

  • Caryopteris fiori Il genere Caryopteris riunisce alcune specie di arbusti di origine asiatica, la specie più diffusamente coltivata in giardino è in realtà un ibrido spontaneo, che ha avuto origine in Europa in un giar...
  • Chionanthus Il Chionanthus virginianus è un arbusto, o piccolo albero, a foglie caduche, originario dell'America settentrionale, che può raggiungere i 6-7 metri di altezza. Il tronco è eretto, spesso leggerme...
  • Garrya La Garrya elliptica è un arbusto originario dell'America settentrionale e in età adulta raggiunge i 4-5 metri di altezza. Ha tronco di colore marrone scuro, con corteccia leggermente fessurata, la c...
  • Cycas La cycas revoluta è una pianta sempreverde adatta al giardino o all'appartamento, originaria dell'Asia; si tratta di una delle piante più antiche della terra, anticamente era diffusa su tutto il globo...


Annaffiature

Caryopteris clandonensis Questo genere di piante sopportano senza problemi brevi periodi di siccità.

Nel periodo vegetativo, da marzo a novembre, è utile e consigliato annaffiare sporadicamente, aumentando la frequenza delle annaffiature nei periodi siccitosi; in primavera spargere alla base della pianta del concime granulare a lenta cessione per piante da fiore.

Naturalmente per le piante coltivate in vaso sarà necessario aumentare la frequenza delle annaffiature per consentire il corretto sviluppo della pianta in quanto le esigenze che presentano sono diverse, non potendo contare sull'umidità naturale presente in piena terra.


Terreno

Caryopteris clandonensis Questi piccoli arbusti ornamentali prediligono terreni sciolti e molto ben drenati e vengono spesso utilizzati nei giardini rocciosi, dove le rocce forniscono anche un riparo dal calore estivo e dalle piogge invernali. Riescono ad adattarsi anche a terreni diversi, naturalmente lo sviluppo sarà minore.


Moltiplicazione

La moltiplicazione del Caryopteris clandonensis avviene generalmente per seme. Questa pianta si si semina in semenzaio, in luogo protetto e temperato nel periodo che coincide con la fine dell'inverno, in febbraio-marzo e le piantine germineranno in 10-15 giorni. Le nuove piante vanno coltivate in contenitore fino ad aprile-maggio, quando possono essere poste a dimora, dopo che hanno acquisito la forza necessaria per resiste al trapianto. In questo modo potranno attecchire con facilità.


Caryopteris clandonensis: Parassiti e malattie

Caryopteris clandonensis Essendo una pianta piuttosto rustica e resistente questo varietà non viene facilmente attaccata da parassiti e malattie, però, come molte altre tipologie di arbusti, il Caryopteris clandonensis teme il marciume radicale, particolarmente favorito da inverni molto umidi o da un'eccessiva dose di acqua fornita attraverso annaffiature troppo abbondanti.





Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Annaffiare saltuariamente, lasciando asciugare il terreno per alcuni giorni prima di annaffiare nuovamente; è meglio lasciare il terreno asciutto più a lungo piuttosto che bagnare eccessivamente.


Tenere asciutto
concimazione
Si consiglia l'utilizzo mensile di un concime apposito per piante fiorite, ricco in potassio e fosforo; in autunno le piante devono rinforzare i fusti e l'apparato radicale; i fertilizzanti autunnali sono abbastanza poveri in azoto, per evitare che lo sviluppo tardivo di nuova vegetazione renda la pianta troppo sensibile al freddo.


Esigenze della piante a settembre in un clima mediterraneo.

COMMENTI SULL' ARTICOLO