Fico degli Ottentotti - Carpobrotus

Generalità

originaria dell'Africa meridionale. Il genere comprende due specie di piante rampicanti o ricadenti molto usate nei giardini poiché tendono a ricoprire il terreno.

Le foglie: sono carnose a sezione triangolare con la punta di color verde brillante che ornano il fusto robusto.

I fiori: sono grossi e vistosi con corolle di colore rosa, rosso o giallo.

Carpobrotus


Carpobrotus Edulis

Fico dell'ottentotto

Il nome deriva dal greco: Carpos = frutto e Brotos = commestibile.

Origine: provincia del Capo.

Fusto: alto fino a novanta centimetri.

Foglie: hanno sezione triangolare, con il margine inferiore carenato e dentellato, di colore verde brillante.

Fiori: fiorisce d'estate con fiori di colore porpora o giallo, che diventano rosa col tempo.

Frutti: sono commestibili e in certe regioni dell'Africa sono chiamati Fichi degli Ottentotti.

  • Fico degli Ottentotti buon giorno, in due parole: fico in vaso in estate all'esterno "bellissimo" ritirato in casa vicino ad una porta-finestra rivota ad ovest pian pianino si è "afflosciato" innaffiature regolari ogni 15 ...


Esposizione

presso una finestra esposta al sud.

Temperatura: sopporta bene le temperature elevate ma teme molto il freddo.


Annaffiature

resiste alla siccità per cui le annaffiature devono essere moderate, dovranno essere più abbondanti soltanto nel periodo della fioritura.

Fertilizzazione: somministrare un fertilizzante liquido diluito nell'acqua delle annaffiature ogni due settimane nel periodo da maggio a luglio, ogni tre - quattro settimane nel periodo di riposo.


Terreno

terriccio per cactacee con aggiunta di sabbia e ghiaia in parti uguali.


Riproduzione

le talee si prelevano in autunno e primavera. La semina si effettua in marzo alla temperatura di quindici gradi. Le piantine si mettono a dimora definitiva a maggio.

Le talee si fanno durante l'estate.


Fico degli Ottentotti - Carpobrotus: Parassiti

le piante vengono attaccate dalle cocciniglie e dagli afidi che ne rallentano la crescita.


Guarda il Video



Esposizione
Pianta che necessita di essere esposta ai raggi diretti del sole.

 
Sole pieno
Annaffiature
Annaffiare saltuariamente, lasciando asciugare il terreno per alcuni giorni prima di annaffiare nuovamente; è meglio lasciare il terreno asciutto più a lungo piuttosto che bagnare eccessivamente.


Tenere asciutto
concimazione
Evitiamo di concimare le nostre succulente durante i mesi freddi; una concimazione tardiva infatti favorirebbe lo sviluppo di vegetazione ricca d'acqua, molto sensibile al freddo ed ai marciumi.


Esigenze della piante a settembre in un clima mediterraneo.

COMMENTI SULL' ARTICOLO