Casette addossate

Casette addossate

Le casette addossate sono una buona soluzione per economizzare gli spazi quando si ha un giardino o uno spazio aperto, a cui è opportuno dare continua manutenzione con degli attrezzi di qualsiasi genere. Esse infatti servono per poter riporre gli attrezzi (che possono andare da semplici attrezzi di giardinaggio, quali scope, palette...ma anche attrezzi motorizzati) in uno spazio riparato e a sè stante. In questo modo, la casetta addossata diventa il luogo ideale in cui riporre degli utensili che si vogliono avere sempre a portata di mano, ma al contempo si vogliono tenere separati dal resto della casa.

Una casetta addossata può essere costruita principalmente in legno o in metallo, anche se non mancano quelle in plastica (meno diffuse). Quelle in legno sono in genere molto più eleganti rispetto a quelle realizzate in metallo, poichè risultanto anche più confortevoli e meglio lavorabili, oltre che molto più sensibili all'ambiente circostante. Al fine di migliorare infatti il loro adattamento estetico all'ambiente in cui verranno posizionate, è usanza comune dipingere le casette secondo il colore e lo stile che si vuole in modo tale da integrarle molto bene nel contorno paesaggistico proprio di ogni giardino (o di qualsiasi altro spazio aperto). Possono essere per questo costruite attraverso la classica tecnica del "fai da te", oppure possono essere acquistate già pronte: in entrambi i casi però è opportuno seguire rigidamente la normativa in materia di costruzioni, poichè altrimenti si potrebbe incorrere in un rischio di abusivismo. Alternativamente alle prime due opzioni, è possibile comprare un kit di assemblaggio per una casetta addossata (ne esistono di vari prezzi, in base al tipo di materiale e alla grandezza).

A livello nazionale italiano ed europeo le casette addossate non riconoscono, per la verità, un'ampia diffusione, al contrario di altri Paesi (come l'America) che hanno riconosciuto nel tempo la loro utilità, e dove vengono addirittura costruite su due o più livelli di altezza.

casetta addossata

TecTake Box per trasporto cane doppio (L/P/A: 89/69/50 cm)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 63,99€


Tipologie di casette addossate

casetta addossata Le tipologie comuni di casette addossate, sono quelle che poggiano la parte posteriore a un muro di casa, in modo tale da garantire una migliore stabilità e un più rapido ancoraggio, attraverso opportuni tasselli (facilmente reperibili nel mercato). In questo modo potrà essere costruita una casetta da giardino da utilizzare non solo come deposito attrezzi, ma anche da ripostiglio, deposito legna e utensili vari. Di questa tipologia di casette ne esistono poi tante altre e di varie dimensioni, adatte a vari scopi, come le casette adatte specificatamente per la legna, o le casette per gli attrezzi, o ancora le casette adibite in maniera originale per i bambini.

Oltre le casette addossate più classiche, il mercato offre al giorno d'oggi casette strutturate a pannelli, di facile montaggio e smontaggio, che possono essere comodamente utilizzate durante un campeggio o altri eventi simili.

  • casetta per gli uccelli Non c’è nulla di più bello ed eccitante che vedere degli uccelli appoggiarsi e nutrirsi del cibo depositato nella casetta ubicata per loro nel giardino della vostra abitazione. Specialmente in pieno i...
  • casette per bambini Ogni bambino desidera una casetta tutta per se', un luogo privato dove nascondere ai genitori cuoriosoni i suoi piccoli segreti e scatenarsi con gli amici più cari....
  • CASETTE IN LEGNO ADIBITE A RIPOSTIGLIO Ultimamente in Italia, si sta diffondendo la mania di costruire casette in legno. Le casette rappresentano un completamento di arredo per un giardino, un terrazzo o garage. Esistono diverse tipologi...
  • Casette da giardino Le casette da giardino oggi rappresentano l'arredo per esterni più utilizzato per la perfetta ottimizzazione di ogni spazio disponibile: vediamo come orientare la scelta in base alle proprie esigenze....

GARTENPRO - CASETTA DA GIARDINO ARMADIO KERTI 70X180

Prezzo: in offerta su Amazon a: 389,49€


Normativa

casetta addossataPer quanto riguarda la normativa vigente in materia di costruzioni di casette, mentre per le casette non ancorate al suolo non è presente nessun obbligo normativo da rispettare (se hanno il carattere della temporaneità), le casette di tipo addossate sono sempre ancorate al suolo e per tale motivo richiedono il consenso da parte dell'Ufficio Tecnico del proprio Comune di appartenenza. In ogni Comune vi sono delle specifiche e differenti regole da dover rispettare, degli oneri e dei limiti, e per tale motivo i costi e le caretteristiche di una casetta addossata possono variare molto in base al Comune di riferimento.

Per tali motivi è opportuno richiedere in primo luogo una Licenza Edilizia al fine di ottenere e pubblicare la DIA (la Denuncia di Inizio Attività) sempre attraverso l'Ufficio Tecnico del Comune. Essa deve essere presentata almeno 30 giorni prima dell'inizio dei lavori, assieme a una relazione del progetto che sarà valutata in base alle norme di sicurezza.


Come costruire una casetta addossata

La prima cosa da fare per costruire una casetta addossata è naturalmente procurarsi i materiali in base ai quali costruiremo la stessa. Se supponiamo di dover costruire una casetta addossata per attrezzi, occorreranno: 6 pali a sezione quadrata, perline di abete grezzo, 5 travetti, chiodi, tegole bituminose canadesi, martello, sega circolare, livella, filo a piombo, impregnante ad acqua e pennelli per prodotti ad acqua (le misure di tutti questi utensili potranno variare in base alle proprie necessità).

Una volta radunati tutti gli attrezzi necessari, e dopo aver stabilito su cosa andrà ad appoggiare la casetta, si fisseranno come prima cosa i pali al terreno (se il pavimento è di cemento si utilizzeranno dei tasselli ad espansione per il fissaggio). I pali verranno poi collegati tra loro attraverso due travetti e altri due travetti serviranno per formare la cornice del tetto e dare una certa stabilità a tutta la struttura. Successivamente saranno inchiodate le perline di abete, iniziando da quelle laterali in basso e partendo dal muro su cui la casetta è addossata. Una volta inchiodate tutte le perline, si effettuerà il taglio obliquo del tetto spiovente utilizzando la sega circolare. In ultimo si inchioderanno le perline della parte frontale della casetta e dei restanti lati, avendo cura di tagliarle dove opportuno per lasciare spazio all'apertura della porta che sarà inserita con due stipiti e relativo architrave.




COMMENTI SULL' ARTICOLO