Attrezzi manuali

In questa sezione torniamo un po’ indietro nel tempo, perché esaminiamo tutte le varie tipologie di attrezzi manuali da giardino. Negli ultimi anni, il progresso tecnologico ci ha regalato attrezzi meccanizzati di impensabile praticità e potenza, ma nessuno potrà mai dimenticare i piccoli e grandi attrezzi manuali da giardino. Alcuni di questi si usano ancora oggi, specie per piccoli lavori, mentre altri, forse, sono già finiti nel dimenticatoio. Noi vogliamo rispolverarli tutti ( metaforicamente parlando) e toglierli dall’oblio in cui sono a volte relegati. Zappe, vanghe, rastrelli, falce e forconi, sono alcuni degli attrezzi più usati dai giardinieri di una volta e da quelli di oggi che ancora amano ed apprezzano il lavoro manuale. Tutti questi attrezzi, a cui se ne aggiungono altri sempre a funzionamento manuale, servono per compiere piccoli lavori di giardinaggio su superfici non molto ampie. Nella sezione a loro dedicata, ... continua

Altre notizie inerenti: Attrezzi manuali


ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
    • Carriola in legno

      Carriola in legno moderna Le carriole in legno sono molto apprezzate da chi ha un giardino. Molto più maneggevoli di quelle in metallo (che sono più sfruttate dai muratori) e molti più resistenti di quelle in plastica, rappres
    • Carriola a motore

      Carriola a motore La carriola a motore, può avere una ruota, tre, quattro oppure cingoli. A ruote ha caratteristiche, anche estetiche, di una carriola normale, con l'aggiunta di un piccolo motore (elettrico o a scoppio
    • Badile

      Badile a lavoro Il badile, uno degli attrezzi manuali che non possono mancare tra le attrezzature sia per uso personale, sia per lavoro di tipo agricolo e soprattutto nell'edilizia, ma anche per la neve o per raccogl
    • Carriola cingolata

      Carriola cingolata In edilizia, per movimentare macerie o materiali, in agricoltura per rimozione e trasferimento di terriccio e letame, ma anche in selvicoltura per movimentare tronchi o porzioni di essi, grazie anche
    • Carriola cingolata usata

      Carriola cingolata La carriola cingolata presenta dei cingoli adatti al trasporto del cassone, al posto delle piccole ruote tipiche delle carriole tradizionali; inoltre un motore permette lo spostamento agevole di merci
    • Carriola elettrica

      Carriola elettrica L'utilizzo delle carriole elettriche si sta sempre più imponendo nel mondo del lavoro. I vantaggi in termini di tempo e fatica hanno reso massima la diffusione di questi attrezzi che ben si prestano a
    • Dove comprare gli attrezzi da giardino

      Scopri con noi un valido strumento che ti aiuterà nella tua ricerca di attrezzi da giardino e di punti vendita sui quali contare
    • Pala

      Pala con manico di legno e lamina in ferro La pala è un attrezzo composto da un lungo manico di legno, fissato a una lamina in ferro sottile ma allo stesso tempo resistente, di forma triangolare o pressoché quadrata. La lamina può essere incav
    • Rastrello per olive

      Rastrello per olive La raccolta delle olive richiede strumenti adatti in modo da non pregiudicare l'integrità dell' oliva e la qualità dell'olio. Il nuovo rastrello per olive dispone di un sistema di pettini che permetto
    • Ruota carriola

      ruota carriola piena La carriola è il più classico e il più utile attrezzo da giardino. Grazie al cassone montato su un telaio, permette di trasportare materiali, terra, piante, concime. La carriola appoggia su una o due
    • Vanga

      Struttura di una vanga Uno dei mestieri più antichi del mondo è di sicuro quello della coltivazione delle piante. Ritmi scanditi dalle stagioni. Uno dei più utili strumenti che l'uomo di ogni tempo ha avuto a disposizione è
    ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      prosegui ... , li esamineremo attentamente, spiegando a cosa servono e come si usano. Nei paragrafi che seguono vogliamo però darvi le prime dritte sui più comuni attrezzi manuali per il giardinaggio.Tra gli attrezzi manuali da giardino troviamo sicuramente la zappa, la vanga,il rastrello, la falce, il forcone, la pala, la forbice e la cesoia, il coltello per innesti, il piccone e la roncola. Ognuno di questi attrezzi ha una specifica e utile funzione. La zappa, ad esempio, smuove superficialmente il terreno per prepararlo alla semina, la vanga, invece, serve a rivoltare le zolle di terreno in profondità per lavorare e fertilizzare il suolo e per interrare altro concime. Il rastrello, che può avere denti più o meno fitti, serve a rimuovere i sassi dal terreno o a interrare i semi che dopo la semina sporgono ancora dal terreno. La falce, simbolo un po’ dark per via della sua triste associazione con il significato della morte, ma anche simbolo, assieme al martello, dell’ex partito comunista, è in realtà un attrezzo manuale molto utile, questa serve infatti a tagliare l’erba a semicerchio tramite dei gesti molto ampi. Il forcone, altro indimenticato attrezzo del tempo che fu, serve a rimuovere e spostare il concime o la paglia. La pala, invece, sposta il terreno sollevato dal piccone. Forbice e cesoia servono ad accorciare i rami di alberi e piante durante gli interventi periodici di potatura. Il coltello, di solito a lama ben affilata e piccola, serve a praticare, nei tronchi, i fori per gli innesti. Il piccone, lo abbiamo appena detto, solleva e smuove il suolo. Il suo intervento è generalmente seguito da quello con la pala. La roncola, altro attrezzo dai simboli oscuri e associato, assieme alla falce, a quell’immagine scheletrica che raffigura la morte, si usa in realtà per tagliare i rami e spaccare i tronchi di legno.Gli attrezzi manuali da giardino si usano per piccoli interventi e su piccole superfici. Se ve la sentite, potete usarli anche per lavori impegnativi e per superfici più ampie. I contadini di una volta lo facevano e grazie al continuo movimento riuscivano a mantenersi sempre in buona salute e lontano da tutte quelle malattie causate dalla sedentarietà. Gli attrezzi manuali vengono sostituiti da quelli meccanici anche per fini produttivi. Nelle coltivazioni su larga scala, infatti, sarebbe impossibile ormai lavorare quintali, o meglio, tonnellate di raccolto, senza l’ausilio degli attrezzi meccanici. Per un piccolo giardino, però, sarebbe meglio tornare a usare qualche attrezzo manuale. Di alcuni di questi, poi, è difficile farne a meno, basta pensare alla cesoia o al coltello per gli innesti. Gli attrezzi manuali sono ormai anche pratici da usare perché realizzati con materiali ergonomici e resistenti agli agenti esterni. Le lame degli stessi attrezzi sono quasi sempre realizzate in acciaio inox o in acciaio zincato per resistere all’ossidazione. Le impugnature sono invece rivestite di plastica resistente al calore e per questo chiamata anche “termoplastica”. Per evitare che anche gli attrezzi manuali si danneggino a causa degli agenti esterni, si consiglia di asciugarli sempre dopo il lavaggio, in modo da non far arrugginire le lame, specie quelle in acciaio zincato. Lo strato di zinco tende infatti a depauperarsi con il tempo, lasciando scoperto il metallo ferroso che tende ad arrugginire. Le lame degli attrezzi per potatura e innesti vanno inoltre pulite e disinfettate sia prima che dopo l’uso. Prima di conservare tutti gli attrezzi manuali, ricordatevi anche di pulirti e di privarli di tutti i resti vegetali accumulati durante il loro uso. Gli attrezzi manuali per giardino si comprano presso negozi di articoli per giardinaggio ed agricoltura, centri brico e ferramenta. Molto vasta anche l’offerta di attrezzi manuali negli e-commerce. Il prezzo di questi utili accessori è in genere abbastanza accessibile ed oscilla tra i sette ed i venti euro. I prezzi maggiori si riferiscono agli attrezzi manuali di maggiori dimensioni. Ulteriori informazioni su questi utensili, all’interno della nostra sezione.