Aloe vera pianta

vedi anche: Trova piante

L'aloe vera e il suo uso più comune, aspetti curativi

L'uso curativo più antico di cui si ha notizia riguardo l'aloe vera è il trattamento delle ustioni. Infatti la pianta (il preparato da essa ricavato) ha la proprietà di stimolare la crescita dell'epitelio dopo una ferita, assorbendo le cellule morte. Inoltre, ha proprietà idratanti, favorendo l'assorbimento di acqua nei tessuti della pelle. Ha proprietà analgesiche, anche in profondità; contrasta la crescita di funghi, virus o batteri. Dà sollievo dal prurito e ha proprietà disintossicanti. E' usata anche come purgante, e trova largo uso anche nel campo cosmetico, alimentare e veterinario. E' controindicata in stato di gravidanza perchè ritenuta abortiva. In caso di abuso si hanno carenze di alcuni elettroliti, principalmente di potassio. La troviamo sotto forma di polvere, unguento o principalmente gel. In uso alimentare si trova sotto forma di succo.
Pianta di aloe vera

Aloe vera var. chinensis 20 cm, cactus, pianta grassa

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16€


La coltivazione dell'aloe vera e in quali Paesi è più diffusa

Aloe in clima arido Esistono due metodi principali per la coltivazione dell'aloe vera: talea e moltiplicazione da seme. Per la talea durante l'estate si rimuovono i germogli laterali e, magari mettendoli al buio, si lasciano asciugare per due o tre giorni. Fatto questo procedimento, i germogli si invasano in vasi con composta per talee al loro interno. Per la moltiplicazione da seme verso marzo-aprile, intorno ad una temperatura di 20-21 gradi centigradi, si mettono i semi nei vasi e si lasciano germogliare. L'aloe vera non si sviluppa verso l'alto. Con il tempo aumenta di dimensioni e le foglie crescono. Ha un fusto molto corto che con il tempo può piegarsi per il peso. I Paesi in cui è maggiormente diffusa l'aloe nel mondo sono Africa Settentrionale, Madagascar, Arabia, Messico, Argentina, Paraguay, Colombia, regioni desertiche.

  • Da millenni l'uomo ha trovato nelle piante preziosi alleati per l'igiene e la salute del suo corpo, ed anche dello spirito; già nei secoli passati i primi medici utilizzavano fiori, radici, foglie e c...
  • liquirizia Nome: Glycyrrhiza glabra L. Raccolta: Tra settembre e novembre. Proprietà: Rinfrescante, bechico, lassativo, espettorante, diuretico, antinfiammatorie. Famiglia: Papilionacee. Nomi comuni: Mau...
  • eryngium alpinum Nome: Eryngium campestre L.Raccolta: Le foglie in estate, le radici dall'autunno fino alla raccolta delle foglie.Proprietà: Sudorifero,diuretico, lassativo, aperitivo.Famiglia: Ombrellif...
  • dolcimele Nome: Lamium album L.Raccolta: Nel periodo della fioritura.Proprietà: depurativo, astringente, antiemorragica.Famiglia: Labiate.Nomi comuni: Urtia bianca, lamio, ortica morta....

Aloe variegata

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,11€


L'aloe vera: benefici e controindicazioni generali

Succo di aloe vera L'uso dell'aloe è di lunga tradizione in tutto il mondo, e solo grazie all'esperienza ai primi tempi si potevano appurare i suoi benefici. E' usata principalmente come trattamento per ustioni, alcune malattie della pelle e antisettico, ma assunta per via orale sotto forma di succo viene usata come disintossicante e cura per disturbi gastrointestinali. Uno dei principi attivi più utili dell'aloe vera è un mucopolisaccaride che ha effetti benefici e protettivi sulla mucosa gastrica e intestinale. Per ottenere questi risultati però bisogna accertarsi che il concentrato sia privo di aloina, un altro principio attivo che però assunto con assiduità porta ad effetti negativi come l'irritazione delle pareti intestinali. Il succo di aloe vera è assunto soprattutto per stimolare le difese naturali dell'organismo.