Fico degli Ottentotti

Domanda: il mio fico si è afflosciato

buon giorno, in due parole: fico in vaso in estate all'esterno "bellissimo" ritirato in casa vicino ad una porta-finestra rivota ad ovest pian pianino si è "afflosciato" innaffiature regolari ogni 15 gg. come posso fare per ridargli un po’ di vita?
Fico degli Ottentotti

Best Dad personalizzabile con nome – Penna in Confezione Regalo e presentato Effectz Sterling

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,49€


Fico degli Ottentotti: Risposta: il carpobrotus

Gentile Umberto,

il fico degli Ottentotti, nome botanico Carpobrotus, è una pianta succulenta appartenente alla famiglia delle aizoacee, che in Italia vive anche allo stato naturale, in molte aree mediterranee, a partire dalla Toscana fino in Sicilia. Si tratta di una pianta facile da coltivare, soprattutto per il fatto che, in buona parte della nostra penisola, può tranquillamente vivere all’aperto, per tutto l’arco dell’anno, anche in pieno inverno. Non sapendo dove vivi però è difficile dirti se puoi lasciarla in giardino o no, in quanto teme il gelo, soprattutto se prolungato, mentre può tranquillamente vivere all’aperto nelle zone in cui le gelate sono solo episodiche e di lieve entità; oppure si può lasciare all’aperto, ma in luogo riparato: può bastare un terrazzo esposto a sud, con il vaso tenuto vicino alle mura di casa. Lo spostamento in casa per piante di questo tipo non è sempre necessario, e anzi può risultare fatale: in casa prima di tutto la luce è spesso decisamente scarsa, e queste piante che amano posizioni soleggiatissime soffrono già in partenza, se spostate in una zona della casa in cui non possano godere di luce solare diretta. Oltre a questo, in inverno sarebbe opportuno evitare qualsiasi annaffiatura; anche quando la pianta viene lasciata all’aperto, di solito si cerca di posizionarla al riparo dalle intemperie, in modo che non riceva neppure l’acqua delle piogge. Il comportamento del tuo esemplare di carpobrotus è dovuto quasi sicuramente a dei marciumi, che si stanno diffondendo nella pianta; o in ogni caso, alle condizioni di coltivazione, che sono del tutto scorrette. Quando una succulenta comincia a perdere turgore, l’unico intervento da fare consiste nel salvare il salvabile: ovvero rimuovi con una forbice tutte le foglie ancora carnose e turgide, e ponile in un vaso nuovo, con terra asciutta e pulita, possibilmente mescolata a sabbia e non concimata. Sperando che le foglie germoglino. Se la pianta fosse ormai spacciata, nel caso ti venisse il desiderio di acquistarne un’altra, considera che le specie diffuse in Italia sono originarie del Sud Africa o delle zone mediterranee, dove di solito si sviluppano sulle dune soleggiate vicino al mare; quindi il clima che amano è simile a quello che puoi trovare su una spiaggia siciliana (per fare un esempio), ovvero un clima mite in inverno, caldissimo in estate; poca acqua, quasi nulla in inverno; scarse concimazioni, e soprattutto con fertilizzanti privi con basso tenore di azoto; molto sole diretto, per tutto l’anno. Quindi ponila in un bel vaso grande, e posiziona il vaso al sole pieno, sul terrazzo o in giardino; in inverno evita le annaffiature, e lascia la pianta all’aperto, eventualmente coperta con dell’agritessuto, se vivi in una zona soggetta a gelo intenso, o nevicate.


    2016 50pcs cinesi rari semi Epiphyllum Oxypetalum Notte Blooming Cereus Flower Garden Bonsai decorazione vegetale

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,94€


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO