Piccolo giardino? Colibrì System lo annaffia alla grande

vedi anche: giardino

Tutti i vantaggi dell’irrigazione interrata

Anche chi possiede solo un piccolo giardino, può avere tante soddisfazioni e trascorrervi tanti momenti di relax all’aria aperta, ma si trova anche ad avere un impegno non da poco, soprattutto in primavera e in estate. Potare i rami, tosare il prato, curare le aiuole e soprattutto annaffiare: una necessità vitale per le tutte le piante. Bagnare l’erba ed i fiori ogni giorno è sempre un po’ impegnativo, anche se il giardino non è immenso. Magari, dopo una lunga giornata di lavoro, si preferirebbe riposare: e poi c’è sempre l’incognita di chi si occuperà dell’annaffiatura mentre siamo in vacanza. Nei giardini più grandi, tutti questi problemi possono essere risolti da un impianto di irrigazione interrato, con un programmatore elettronico che gestisce automaticamente l’irrigazione ed un circuito idraulico con elettrovalvole, tubi collettori e irrigatori a scomparsa. E per i giardini più piccoli? La soluzione esiste e si può realizzare anche da soli, senza fare scavi profondi e con un costo contenuto: si chiama Colibrì System.
Colibrì System claber

Claber 90764 Kit-Drip 20 Vasi Kit Rainjet Goccia

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,9€
(Risparmi 6€)


Ideale per l'irrigazione fai da te

colibrì claber Creato da Claber, azienda italiana di riferimento nel mondo dell’irrigazione domestica, Colibrì System è un sistema completo che comprende tutto quello che serve per realizzare un circuito di “microirrigazione interrata” in un giardino di piccole dimensioni: da 50 a 200 metri quadri. Il “cuore” del sistema sono i microirrigatori Colibrì, che funzionano anche con una bassa pressione d’acqua, annaffiando il prato e le aiuole con una pioggia delicata e uniforme, su aree diverse (360°, 180°, 90°) e con una gittata d’acqua facilmente regolabile. I microirrigatori sono collegati a un tubo collettore in polietilene da ½”, con raccordi a compressione a perfetta tenuta d’acqua e con una valvola di drenaggio che permette di svuotare l’impianto quando arriva l’inverno, per evitare che l’acqua all’interno si geli. Colibrì System è gestito da un semplice programmatore a batteria che si collega al rubinetto, per controllare con versatilità e precisione i tempi di irrigazione giornalieri: tutto questo, senza alcun collegamento idraulico o elettrico.

Kit per Irrigazione a goccia 2-in-1 Spruzzatura e goccia Pathonor irrigazione giardino 30m tubo, l'irrigazione automatica per giardino aiuola

Prezzo: in offerta su Amazon a: 27,99€
(Risparmi 15,91€)


Come progettare l'impianto

impianto irrigazione claber Anche progettare da soli un impianto di microirrigazione Colibrì System, è molto facile. Per prima cosa si disegna su un foglio a quadretti una pianta in scala del proprio giardino, poi si segnano con un compasso le aree da irrigare (circolari, semicircolari o a 90°) cercando di sovrapporle il meno possibile, coprendo allo stesso tempo tutta la superficie del prato e delle aiuole. In corrispondenza del centro di ogni area, andrà posizionato un irrigatore. A questo punto si disegna il percorso del tubo collettore, collegando i vari irrigatori in maniera più lineare possibile. Sul sito Claber, nella sezione “fai da te”, si possono vedere degli esempi di progetto e trovare tutte le caratteristiche tecniche dei prodotti Colibrì System. Si può anche visionare subito un preventivo on-line per giardini da 50 a 200 metri quadri, compreso il programmatore a batteria: ed anche il costo è veramente alla portata di tutti.


Piccolo giardino? Colibrì System lo annaffia alla grande: Installazione facile e senza cavi

come installare colibrì system claber Sempre sul sito Claber, c’è una guida completa che spiega tutto quello che serve per realizzare il proprio impianto di microirrigazione interrata Colibrì. Il tubo collettore si deposita in un solco poco profondo, creato facendo oscillare la lama di una vanga nel terreno: perciò non si rovina il prato e non si sposta la terra. Con i raccordi a pressione, non servono attrezzi particolari ed anche il tubo collettore si taglia a misura, usando un comune paio di forbici. Quando il circuito è completato, prima di interrarlo definitivamente, si fa un collaudo dell’impianto per verificare che tutte le aree verdi e fiorite del giardino siano uniformemente annaffiate: se qualche area rimane scoperta, si regola la gittata o l’angolazione del microirrigatore. A questo punto basta compattare il terreno sopra il tubo collettore e impostare il programmatore a batteria, per annaffiare automaticamente il nostro piccolo angolo di natura: grazie a Colibrì System.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO