Antinfiammatori omeopatici

Gli antinfiammatori omeopatici

Troppo facilmente, nella vita quotidiana, fastidiosi disturbi infiammatori (dall'intestino, allo stomaco, alla cervicale) vengono curati con farmaci generici antinfiammatori. Se ne assumono talvolta quantità esagerate e lesive per l'organismo, essendo pur sempre dei prodotti creati chimicamente in laboratorio. Più sano e più intelligente sarebbe, invece, ricorrere agli antinfiammatori omeopatici. Sono piante o erbe medicinali spesso molto diffuse e facilmente reperibili di cui però non conosciamo le proprietà curative. Queste piante sono in grado di curare le infiammazioni senza causare seccanti effetti collaterali. Naturalmente anche per l'uso di questi rimedi naturali è bene affidarsi ai consigli di un esperto, che sia un medico o un erborista. Non è escluso che qualcuna di queste piante, per quanto naturale, possa comportare dei problemi a persone particolarmente sensibili a determinati componenti. Esclusi questi casi particolari, gli antinfiammatori omeopatici possono essere utilizzati per lunghi periodi di tempo e non solo per curare, ma anche per prevenire eventuali disturbi.
Pianta di Ribes Nigrum perfetto sostituto del cortisone

Wonder Carcoa Briquettas 01037-carbone vegetale, 3 kg, colore: nero

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,97€


Antinfiammatori omeopatici per la cervicale

Pianta dell'Hypericum perforatum utilissima per curare problemi alla cervicale Un disturbo molto diffuso (all'incirca nella metà della popolazione mondiale), soprattutto tra le donne, è il dolore alla cervicale, o più precisamente la cervicalgia. La cervicale è la parte più alta della colonna vertebrale e include sette vertebre, collegate da legamenti e ricoperte da muscoli. Questo tipo di disturbo è il risultato di uno stress a cui viene sottoposto il collo. Le cause possono essere molteplici: traumi durante l'attività sportiva, il cosiddetto "colpo di frusta", una postura errata, stress psicologico, artrite, ecc. Anche in questo caso ricorrere all'uso di medicinali potrebbe portare a problemi più seri nel tempo. Soprattutto se il dolore è piuttosto frequente. La medicina omeopatica corre in nostro soccorso con gli antinfiammatori omeopatici per la cervicale. Se il trauma è di natura muscolare il rimedio più adatto è l'Arnica montana. Se il dolore è dovuto ad artrosi cervicale, accompagnata da vertigini, serve la Bryonia. L'Hypericum perforatum cura i traumi delle terminazioni nervose, mentre per i dolori susseguenti a una cattiva postura c'è l'Actea racemosa (o cimicifuga).

    ACTILARV - COMPRESSE EFFERVESCENTI LARVICIDE

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 20€


    Cibi antinfiammatori

    I cibi antinfiammatori che aiutano a curare e prevenire fastidiose infiammazioni Molto più frequentemente di quanto possiamo pensare si possono curare i dolori e i disturbi causati da infiammazioni semplicemente con una dieta corretta ed equilibrata. Esistono cibi antinfiammatori che possono prevenire e curare tutti i tipi di infiammazioni che il nostro corpo può soffrire. Dall'intestino, allo stomaco, passando per i dolori muscolari e tendinei, tutto può essere affrontato semplicemente mangiando in maniera oculata. Basta conoscere le proprietà curative dei cibi che la natura ci offre. Intanto, un'alimentazione basata su frutta e verdura, con l'aggiunta di cibi integrali è già un ottimo rimedio contro disturbi gastrointestinali. Gli Omega 3 presenti nel pesce azzurro o in alcuni frutti col guscio sono importanti per migliorare l'ossigenazione del sangue. Già note sono le proprietà terapeutiche dell'olio di oliva, molto diffuso nella cucina mediterranea, mentre meno noti, ma altrettanto importanti, sono l'olio di lino e quello di canapa. Il lino è un ottimo digestivo che aiuta l'apparato intestinale, mentre la canapa è ottima per disturbi nervosi.. Da non dimenticare il riso con la sua azione disintossicante.


    Antinfiammatori omeopatici contro l'influenza

    Pianta di Belladonna efficace contro l'influenza e il mal di testa Con l'arrivo della stagione invernale e la comparsa dei primi freddi arriva, purtroppo, anche l'influenza. Raffreddore, tosse, mal di testa e innalzamento della temperatura corporea ci costringono a letto per lunghe giornate. Se la medicina tradizionale consiglia in questi casi farmaci antinfiammatori e antipiretici, la natura ci dona gli antinfiammatori omeopatici contro l'influenza. Questi rimedi naturali sono in grado di stimolare la produzione di antipatogeni che il nostro corpo già possiede. Se si è stati esposti al vento e si iniziano a sentire i primi disturbi influenzali, come brividi di freddo e debolezza fisica, l'Aconitum napellus è un giusto rimedio. Mentre se la febbre è già alta, la Belladonna, con le sue proprietà, aiuterà a far scendere il mercurio sul termometro e allevierà anche il mal di testa derivante dall'influenza. Se la febbre è accompagnata da raffreddore e disturbi gastrointestinali quello che fa al caso nostro è la Nux vomica, mentre per i dolori articolari va benissimo l'Eupatorium perfoliatum. Quando i sintomi sono ancora generici il Ferrum phosphoricum e il Gelsemium aiutano anche contro le vertigini.




    COMMENTI SULL' ARTICOLO