Melissa pianta

vedi anche: Trova piante

Melissa pianta officinale

La melissa officinalis, chiamata molto più semplicemente melissa, è una pianta erbacea perenne e rizomatosa originaria dell’area mediterranea e appartenente alle Labiateae. È una pianta officinale che non supera mai i 70 centimetri di altezza, ha un portamento tappezzante e in breve tempo costituisce dei folti cespugli, formati da fusti molto sottili sui quali crescono tantissime foglie rugose di colore verde chiaro. Queste foglie hanno il bordo dentellato, sono a punta e la loro forma è ovale; sia i fusti che il fogliame sono ricoperti da un sottile strato di peluria; i fiorellini bianchi-giallastri a forma di campana spuntano tra le foglie in estate e sono molto decorativi e piacevoli alla vista. La particolarità di questi fiori è che al termine della piena fioritura assumono una colorazione rosa. In Italia la melissa cresce vicino alle siepi e in tutte le zone ombreggiate, anche se ormai viene coltivata come normale pianta da giardino.
Un cespuglio di melissa

Piante aromatiche fresche (in vaso Ø 9 cm) per cocktail e infusi, N.6 x 2 pack

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,9€


Melissa pianta medicinale

I fiori di melissa Grazie alle sue numerose qualità, la melissa è anche una pianta medicinale, usata sin dall’antichità. L’etimologia del nome ci riporta all’antica Grecia, dove meli significava miele. Il nome potrebbe indicare il fatto che il forte e dolce profumo della pianta attira le api, che vanno a succhiare il nettare dei suoi fiorellini. Nell’antichità la melissa veniva usata per curare i nervi: furono Galeno e Paracelso a consigliarne l’uso come calmante e come palliativo per i disturbi della mente. Secondo Serapio, invece, la melissa aiutava a curare quella che oggi chiamiamo depressione. Anche per gli arabi la melissa è una pianta molto importante dal punto di vista medico: nel XI secolo anche lo scienziato Avicenna le attribuì la capacità di rallegrare gli animi tormentati. In seguito, nel XVII secolo, i monaci dell’ordine dei carmelitani scalzi crearono la famosa Acqua di Melissa, un preparato alcolico a base di melissa che veniva usato per curare ogni male, dalle isterie al mal di denti.

  • Da millenni l'uomo ha trovato nelle piante preziosi alleati per l'igiene e la salute del suo corpo, ed anche dello spirito; già nei secoli passati i primi medici utilizzavano fiori, radici, foglie e c...
  • liquirizia Nome: Glycyrrhiza glabra L. Raccolta: Tra settembre e novembre. Proprietà: Rinfrescante, bechico, lassativo, espettorante, diuretico, antinfiammatorie. Famiglia: Papilionacee. Nomi comuni: Mau...
  • eryngium alpinum Nome: Eryngium campestre L.Raccolta: Le foglie in estate, le radici dall'autunno fino alla raccolta delle foglie.Proprietà: Sudorifero,diuretico, lassativo, aperitivo.Famiglia: Ombrellif...
  • dolcimele Nome: Lamium album L.Raccolta: Nel periodo della fioritura.Proprietà: depurativo, astringente, antiemorragica.Famiglia: Labiate.Nomi comuni: Urtia bianca, lamio, ortica morta....

Il Kit Piante da Cocktail di Plant Theatre – 6 varietà da coltivare – Un fantastico regalo per gli amanti del giardinaggio che non disdegnano di farsi un bicchierino.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€


Melissa pianta aromatica

Foglie secche di melissa usate per produrre infusi Oltre ad avere proprietà mediche, la melissa è anche una pianta aromatica: le foglie e i fiori profumano in maniera molto intensa, di un aroma che ricorda molto quello del limone. Per questo motivo questa pianta è molto apprezzata anche in cucina, dove le foglie vengono mischiate ad altre verdure per creare delle insalate saporite, oppure vengono bollite nelle minestre, o vengono usate come condimento per le carni. L’importante è che non si ecceda mai con la quantità di foglie da mettere nei piatti, altrimenti il forte sapore della melissa coprirebbe tutti gli altri sapori. Inoltre, con alcune parti di questa pianta vengono prodotti dei liquori di vario genere; la melissa si può poi anche lasciar essiccare per poi usarne fiori e foglie secche per profumare gli ambienti, creando, ad esempio, dei vasetti profumati da esporre in casa come sopramobile. I fiori secchi vengono poi usati anche in erboristeria per produrre ad esempio decotti o infusi; infine, ancora oggi, i monaci usano la melissa per produrre liquori aromatici oppure preparati medicinali artigianali.


Melissa pianta proprietà

Una tisana a base di melissa La melissa è una pianta che possiede tantissime proprietà, a cominciare da quelle antispasmodiche e antinfiammatorie, grazie ai principi attivi e ai numerosi oli essenziali contenuti in ogni sua parte. Grazie alle sue proprietà antinfiammatoria, il consumo della melissa è consigliato anche nei casi di nevralgie, indigestioni, dolori mestruali, nausee, coliti e meteorismo. I medici dell’antichità avevano ragione sulle proprietà calmanti della melissa, infatti ancora oggi proprio i suoi oli essenziali vengono usati nei medicinali o nei prodotti erboristici per curare gli stati d’ansia, oppure le tensioni nervose che provocano i mal di testa. L’olio calma i nervi e distende i muscoli, recando sollievo alla persona che soffre di questi disturbi. Un estratto contenuto nelle foglie, invece, ha una proprietà antivirale molto forte da usare per sconfiggere patologie come l’herpes. Tisane a base di melissa, infine, sono utili per combattere lo stress, la stanchezza, l’insonnia e la tachicardia.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO