Salice malato

Domanda: salice sofferente

ho un salice caprino da 10 anni, ora presenta dei fori sulla parte più alta del fusto da cui fuoriesce materiale scuro, duro, simile ad un fungo, è pieno di formiche, i rami più vecchi appaiono secchi e i più giovani hanno foglie molli. lo posso ancora salvare e se si come o devo eliminarlo come dice mio marito? GRAZIE
Salice

Vivai Le Georgiche MAGNOLIA LILIFLORA SUSAN

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,8€


Salice malato: Risposta: salice sofferente

Gentile Rita, i sintomi che indichi sono abbastanza preoccupanti; visti i fori e la fuoriuscita di resina, è probabile che il tuo salice sia stato colonizzato da qualche rodilegno, o da altri insetti xilofagi, che lo stanno mangiando dall’interno; la resina zuccherina ha attirato anche le formiche e sicuramente funghi e muffe, che stanno banchettando con la tua pianta, la cui vita viene favorita da questo clima fresco e umido. Ormai l’infestazione è molto grave, perché ci riferisci di rami già ormai secchi e di vegetazione priva di tono, segno inequivocabile del forte stress che sta subendo la pianta. Ritengo che sarebbe ormai opportuno abbattere l’albero, e distruggere tutto il legno di risulta, senza lasciarlo a riposare a erra nel giardino, perché gli insetti dal salice potrebbero passare ad altre piante del tuo giardino, o del giardino del vicino. Moltissimi salici vengono coltivati in condizioni non completamente idonee al loro sviluppo; questo sembra non disturbarli, e all’apparenza per alcuni anni sembrano vegetare senza problemi; ma il non vivere in condizioni climatiche ideali causa una diminuita resistenza alle malattie ed ai parassiti, che quando attaccano alcuni salici non trovano alcun tipo di resistenza da parte della pianta, che già sotto stress a causa delle condizioni di coltivazione, rimane del tutto indifesa e soccombe rapidamente, dopo essere stata colonizzata. Quando una pianta presenta problemi di questo tipo, i trattamenti per debellare i parassiti andrebbero effettuati con grande tempestività, o altrimenti risultano del tutto inutili. Nel senso che, ora come ora puoi provare ad utilizzare appositi insetticidi contro il rodilegno: si tratta di prodotti che vanno spruzzati nei fori lasciati dagli insetti, e che li uccidono; ma dopo aver ucciso gli insetti, nel tuo salice resteranno i lunghi fori prodotti dai parassiti, la resina fuoriuscita dai fori, i funghi che su di essi hanno trovato terreno fertile, e la pianta già sotto pesante stress, tale da aver già ucciso intere ramificazioni e causato una vegetazione scarsa e poco rigogliosa. Rischi di cominciare una lunga battaglia ormai già persa, che ti costringerà a spargere nell’ambiente una serie di prodotti chimici non propriamente innocui per l’uomo e per gli animali. Io sostituirei il salice con un altro albero o arbusto, ma solo dopo aver rimosso completamente la pianta malata, perché davvero i tuoi sforzi con grande probabilità non riusciranno a salvarla; se anche tu riuscissi ad uccidere gli insetti che hanno prodotto i fori, non è detto che la pianta si riprenda dai danni subiti.

    Zapi Concime Solfato Ferroso 5 Kg

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,9€


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO