siepe ibiscus

vedi anche: Le siepi

Domanda : siepe ibiscus

Buongiorno,

ho una bella siepe di ibiscus che circonda tutto il giardino e vorrei sapere quante volte durante l'anno deve essere potata : negli ultimi anni è stata potata 4 - 5 volte all'anno (in autunno, a fine inverno, in primavera ed un paio di volte in estate) per mantenerla sempre di forma regolare, ma nonostante sia bella verde e fitta tende a fiorire poco. Non vorrei che le potature fossero troppo frequenti!

ibiscus

Kazeila Computer per Irrigazione Centralina Irrigazione Programmazione di irrigazione Timer per irrigazione Temporizzatori per irrigatori Digitale Programmabile per Giardino Sistema di irrigazione

Prezzo: in offerta su Amazon a: 32,99€
(Risparmi 7€)


Risposta : siepe ibiscus

Gentile Valeria,

l’Hibiscus syriacus è un arbusto molto coltivato in Italia, perché nonostante abbia foglie caduche, e risulti quindi completamente grigio e spoglio durane l’inverno, nella bella stagione risulta molto resistente e vigoroso, e produce tantissimi fiori, a partire dalla primavera inoltrata, fino all’autunno. Si tratta di una pianta che produce lunghe ramificazioni durante la stagione vegetativa, ma non è buona norma potarlo troppo spesso, in quanto, asportando gli apici vegetativi, si asportano anche i futuri fiori, che quindi riescono a sbocciare solo sui rami più piccoli e bassi; per avere un ibisco sano, ben sviluppato, e pieno di fiori, sono sufficienti due potature all’anno: la prima si effettua in autunno, prima che cadano le foglie; le seconda si pratica invece a fine inverno, ed è praticata con lo scopo principale di rimuovere i rami rovinati dalle intemperie invernali, e di stimolare lo sviluppo di molte nuove ramificazioni. Perché l’ibisco produce fiori sui rami dell’anno, non sui rami vecchi; quindi, quando si pota, si cerca di accorciare prevalentemente i rami più vecchi. Se la una siepe tende a divenire ingombrante nel corso della primavera o dell’estate, puoi provare a potare solo i rami che hanno già portato fiori, in modo da non diminuire il numero di boccioli portati dalla pianta. Per stimolare la fioritura, sicuramente è utile anche fornire un buon fertilizzante, cosa che puoi fare anche semplicemente spargendo, a fine inverno, ai piedi dei fusti, del concime granulare a lenta cessione, per piante da fiore. Visto che ami l’ibisco, tanto da averne molte piante in giardino, ti invito a provare in primavera a porre a dimora nel tuo giardino una piana di Hibiscus coccineus; si tratta di una specie originaria dell’America settentrionale, che resiste bene anche in Italia; produce un arbusto abbastanza lasco, non denso e fitto, con foglie lucide, di colore verde scuro; i fiori sono molto grandi, di colore rosso scuro, e risaltano molto bene sullo sfondo del fogliame. Non è un arbusto molto diffuso, ed è un peccato perché è abbastanza semplice da coltivare, non teme il gelo, e predilige posizioni semiombreggiate, se annaffiata con regolarità la fioritura è più abbondante.


  • Ibisco Arbusto a foglie caduche, originario dell’Asia, molto diffuso in coltivazione come pianta ornamentale, nei giardini e come arredo urbano. Ha portamento eretto, ben ramificato, e raggiunge i 2-3 metri ...
  • Ibisco L' ibisco è un arbusto di medie dimensioni, ma spesso può presentarsi anche sottoforma di erbacea perenne. L'hibiscus coccineus è una pianta originaria dell'America settentrionale che produce sottili ...
  • Ibisco Al genere hibiscus appartengono svariate decine di specie, tra cui arbusti, piante annuali, erbacee perenni ed anche piccoli alberi; la gran parte delle specie di ibisco sono originarie dell’Asia, ma ...
  • Ibisco di palude Pianta erbacea perenne a foglie caduche, originaria dell'Asia e del continente americano; questi arbusti sviluppano fusti legnosi eretti, alti 80-150 cm, ricoperti da una sottile peluria, che portano ...

Compo 1369801005 Concimi a lenta cessione con Isodur per giardino, Rosa

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,9€



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO