Curare i bulbi

Domanda: quando vedrò i fiori?

salve, ho visto il vostro video sulle bulbose(youtube)ma non ho trovato risposta alle mie domande. Mi chiedevo se potevate rispondere alle mie domande tramite mail, ve le elenco di seguito: 1)avendo piantato oggi i bulbi, entro quanto tempo nascono i fiori ? 2)quanto spesso devo annaffiare il terriccio ? grazie, attendo la vostra risposta
Giacinti

PIANTE GRASSE VERE RARE Astrophytum su innesto VASO TERRACOTTA BIANCO

Prezzo: in offerta su Amazon a: 51€


Curare i bulbi: Risposta: le bulbose in giardino

Gentile Diego,

solitamente le bulbose vengono divise in due grandi raggruppamenti: le bulbose primaverili, dette anche bulbose autunnali (perché andrebbero poste a dimora in autunno), ovvero quelle che fioriscono tra la fine dell’inverno e l’inizio della primavera, come giacinti, tulipani, narcisi; e le bulbose estive, o primaverili (perché andrebbero poste a dimora in primavera), ovvero quelle che fioriscono tra la primavera inoltrata e l’estate, come le calle, la canna indica e gli iris barbata. Tra i due gruppi si posizionano tutta una serie di bulbose che fiorisce in pieno inverno, come alcune varietà di iris, o i crocus, o che fioriscono in piena estate fino all’autunno, come le hemerocallis; quindi possiamo avere dei fiori originatisi da bulbi da gennaio fino a settembre (più o meno). Visto che ci scrivi in marzo, ritengo che i bulbi che hai posto a dimora siano bulbi primaverili, e quindi crocus, tulipani, narcisi, giacinti; in tal caso, basta che tu metta i bulbi nel terreno all’aperto, il clima e le piogge porteranno i bulbi a germogliare, e solo allora potrebbe essere necessario annaffiar il terreno: le bulbose primaverili in genere sono molto adatte all’inselvatichimento, in quanto le piogge primaverili sono sufficienti a stimolarne correttamente lo sviluppo, e necessitano di annaffiature solo se sono posti in un luogo riparato, dove non ricevono le piogge, o se il terreno diviene eccessivamente asciutto. Le eventuali annaffiature vanno fornite solo quando il terreno è completamente secco, in primavera. Dopo la fioritura, dovrai coltivare le foglie fino a che non cominceranno ad ingiallire, momento in cui potrai sospendere ogni annaffiatura, e volendo anche tagliare le foglie alla base. Facendo un giro nei vivai, già in marzo si trovano in vendita pacchetti di bulbi di ogni tipo, spesso anche di quelli che lo scorso anno non sono stati venduti (che in febbraio e marzo puoi trovare anche in offerta); non sapendo che bulbi hai acquistato, non è possibile però dirti quando sbocceranno i primi fiori, perché potresti aver posto a dimora anche degli iris barbata, o delle dalie, nel qual caso non dovrai fare altro che attendere fino alla primavera inoltrata, quando le tue piante cominceranno a germogliare. Se si tratta di bulbi estivi, lasciali indisturbati, senza annaffiature, fino a che non cominceranno a germogliare spontaneamente, cosa che avverrà fra qualche mese.


  • orchidea All’interno del genere Odontoglossum si possono riconoscere circa 300 specie di orchidee originarie dell’America centro-meridionale. Oggi, esistono numerose varietà ibride dell’orchidea Odontoglossum,...
  • Pleione Genere di circa 20 orchidee abbastanza rustiche, originarie della Cina meridionale, del Nepal e del Tibet, generalmente epifite o litofite, anche se alcune specie sono terricole. Hanno pseudobulbi abb...
  • Pleurohallis Genere che riunisce centinaia di orchidee epifite originarie delle foreste tropicali dell'America centrale e meridionale. Non hanno pseudobulbi e solitamente si presentano come cespi di foglie carnose...
  • trigonidium Si tratta di un genere di orchidee epifite, circa venti, originarie dell'America centro-meridionale. Ha pseudobulbi consistenti, di medie dimensioni, che producono una o due foglie ovali, allungate, c...

1 PIANTA DI EDERA HELIX VASO 11CM hedera rampicanti muro pergola

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,9€


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO