Rosa baccara

Le origine della rosa baccara

La rosa baccarat è la creazione della casa francese leader nell'ibridazione dei rosai, Meilland-Richardier, la più premiata al mondo. La famiglia Meilland inizia la coltivazione delle rose già a fine '800, associandosi successivamente a Richardier anche lui grande produttore di rose. Nasce così una grande azienda, la Meilland-Richardier, con un centro ricerche e creazione che la pone tra i primi cinque principali ibridatori al mondo. Nel 1956, dopo alcuni anni di test su produzioni campione, nasce la rosa rossa baccara, molto nota per i suoi petali vellutati e ampiamente diffusa fino alla fine degli anni '90. Oggi è meno coltivata perché troppo sensibile agli sbalzi di umidità che provoca la caduta precoce delle foglie e genera malattie fungine. Attualmente anche Meilland ha interrotto la sua commercializzazione concentrandosi invece sulla variante, oggi molto più diffusa, black baccara.
Fiore di black baccara

Vivai Le Georgiche Rosa Baccarà

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,6€


Caratteristiche della rosa baccara

Il fiore della <strong>rosa baccara</strong> ha circa 40 petali La rosa baccarat fa parte del gruppo Ibride di Tea, i cui primi esemplari risalgono al 1867. Le Ibride di Tea, piante perenni, si caratterizzano da pochi rami, stelo alto, perfetto da recidere e da essiccare, e offre continue fioriture. In particolare la pianta della rosa baccara, dalle foglie verde scuro, si sviluppa in altezza fino a quasi un metro e larga fino a 60 cm. Le piante possono essere coltivate anche ad alberello. I fiori hanno circa 40 petali, di coloro rosso scuro cangiante in nero velluto, e raggiungono importanti dimensioni fino a 10/11 cm di diametro. Sono poco profumati. Se la pianta è poco resistente, infatti i floricoltori usano coltivarla anche in serra, al contrario i fiori recisi sono di lunga durata, e adatti all'essiccatura. Ricercati sono i bouquet composti da fiori in boccio essiccati. Si coltiva con successo anche in vaso.

    'Pi&#249; goldener Design Nano da giardino modello &quot;Santa in cemento.

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,5€


    La coltivazione della rosa baccara

    Riproduzione tramite talea La rosa baccara essendo un'ibrida ha semi sterili e si riproduce per talea. Nelle zone a clima mite le talee si fanno a novembre, in quelle con clima più rigido in settembre coprendo la pianta d'inverno con un telo antigelo. Si consiglia di comperare la pianta direttamente da un vivaio, ma se volete tentare di riprodurla tramite talea utilizzate della polvere radicante. Il terreno deve essere di medio impasto, ben drenato e concimato con sostanza organica come lo stallatico. Se si vuol mettere a dimora la pianta in giardino, cercate un posto dove non c'è stata precedentemente un'altra rosa, altrimenti l'attecchimento risulterà difficoltoso. Le rose lasciano nel terreno delle tossine che contrastano la crescita delle radici. La potatura avviene d'inverno durante il periodo di riposo vegetativo. Le annaffiature devono essere regolari, ma non si bagnano i fiori e le foglie perché favorirebbe l'insorgenza di malattie fungine. Infatti una delle maggiori difficoltà nella coltivazione della rosa baccara è di essere particolarmente soggetta ad attacchi dei più svariati parassiti. Questa sua vulnerabilità è la causa che ne ha determinato nell'ultimo periodo una sua minore diffusione.


    Rosa baccara: Curiosità

    Bouquet da sposa di rose baccara La riproduzione della rosa baccara, come da Leggi comunitarie, è stata di proprietà dei suoi creatori Meilland-Richardier fino al 1975, producendo circa 25 milioni di esemplari la cui vendita avveniva solo tramite i distributori autorizzati. La black baccara è la rosa che più si avvicina al nero assoluto, e colpisce per la sua innaturale bellezza che emana fascino e mistero. Secondo il linguaggio dei fiori, regalare rose baccara vuol dire passione profonda, amore eterno, per questo per un certo periodo sono state le rose più utilizzate per fare bouquet da sposa. Date le caratteristiche di lunga durata dei fiori recisi e il particolare colore cangiante al nero, negli ultimi anni in occasione della morte del proprio amato/a, è divenuta consuetudine fare coroncine con rose baccara a suggello di amore eterno. Questo ha portato ovviamente ad un suo disuso come bouquet da sposa. Se si vuol regalare ad una donna questo bellissimo fiore, a testimonianza di amore eterno, bisogna porre attenzione alla sensibilità dell'amata, e in caso di dubbio limitarsi ad uno stelo o poco più, per evitare che il vostro messaggio di amore eterno sia letto da lei amore perpetuo.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO