Cactus con macchie scure

Domanda : Cactus con macchie scure

Buongiorno,

Ho acquistato un bel Cereus che poco tempo dopo ha mostrato macchie chiare e qualche macchietta delle dimensioni di una lenticchia sempre sulla sommità, probabilmente necrotiche.

Ho letto la risposta alla lettrice sull'Echinocactus ma vorrei sapere, oltre a metterlo all'ombra, cosa posso farci.

Cordiali saluti

Cereus

BioBizz Bio-Grow Fertilizzante 500ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,79€


Risposta : Cactus con macchie scure

Gentile Giancarlo,

le maculature presenti sulle parti verdi di una pianta possono avere le cause più varie, per meglio capire di cosa si tratta è consigliabile controllare l’evoluzione di tali macchie; ma siccome alcune maculature possono essere causate da malattie che hanno poi decorso infausto per la pianta, o da insetti che tendono talvolta a svilupparsi molto rapidamente, forse è il caso di provare a trattare la nostra pianta non appena vediamo i primi sintomi di un problema. Spesso le piante grasse sono soggette a problemi legati alla presenza di funghi o muffe: tali parassiti si insinuano all’interno del fusto, e in breve tempo piccole macchie chiare possono ingrandirsi molto, o insinuarsi in profondità nella polpa che costituisce il fusto delle cactacee, per poi divenire mollicce e marcescenti, o scure e necrotiche, o anche dall’aspetto rigido e incolore. In tutti questi casi si tratta di malattie fungine che possono anche uccidere la pianta, perché partendo dall’epidermide, penetrano all’interno del fusto, fino a causarne la completa marcescenza. Contro queste piante possiamo utilizzare dei fungicidi, da spruzzare sul fusto della pianta e sul terreno, in modo che uccida anche eventuali funghi che ancora non hanno attaccato la pianta. Se le macchie sono già penetrate in profondità, è opportuno rimuoverle utilizzando un cutter ben affilato, da disinfettare dopo ogni taglio; in seguito le ferite andranno trattate anch’esse con il fungicida. Capisco che tale trattamento renderà inguardabile il tuo cactus, ma la scelta è tra questo trattamento e la morte della pianta. Ma le macchie giallastre possono essere causate anche da insetti, o meglio, dalle loro punture, che forano la cuticola esterna che riveste il fusto, per succhiarne la linfa; anche in questo caso è bene intervenire tempestivamente, trattando la pianta con un insetticida, e ripulendo i minuscoli fori con un Cotton fioc imbevuto di disinfettante, per evitare che attraverso i piccoli forni penetrino nella pianta delle spore fungine o dei batteri; se si tratta di insetti però dovresti vederne qualche esemplare sulla pianta, quindi osserva con cura tra le spine e gli anfratti del fusto. Piccole maculature possono essere anche dovute ad accidentali “contusioni”, ad esempio dalla grandine, o da sassolini che sono caduti sulla pianta; in questo caso non sarà necessario trattare la pianta. In ogni caso, parassiti di qualsivoglia tipo tendono ad attaccare piante non del tutto sane, o comunque: una pianta coltivata nel modo migliore, tende a sapersi difendere dai parassiti. Quindi oltre a controllare di che problema si possa trattare, ricordati che funghi e insetti attaccano meno le piante che vengono coltivate con una buona illuminazione, annaffiate nel modo corretto (nel caso delle piante grasse, le annaffiature si forniscono da maggio a settembre, ogni 3-4 giorni, annaffiando abbondantemente il terreno, solo quando risulta perfettamente asciutto), fertilizzate una volta al mese, con concime ricco in potassio e povero in azoto, e posizionate in un luogo ben aerato, con una ottima ventilazione.


  • piante grasse Generalità: Originario del Sud America, comprende venticinque specie di cactus a colonna.Trichocereus Spachiana Il Trichocereus Spachiana è originario dell'Argentina settentrionale. Ha portamento co...
  • piante grasse gli stenocereus sono alcune decine di piante grasse originarie del Messico. Crescono solitamente riuniti in gruppi densi, dapprima eretti, poi ricadenti con l'età; alcune specie, come S. pruinosus son...
  • chaemecereus Varietà di Lobivia, è una pianta molto facile da coltivare, originaria dell'Argentina, non ha grosse esigenze idriche. E' una pianta grassa da coltivare in vaso pensile, può raggiungere 30 cm di largh...
  • Cereus Salve, il mio cereus ha sviluppato alla base una sorta di colletto marrone chiaro. Per il resto sembra in buona salute. Di che cosa si tratta? E' un esemplare che ormai ho da una quindicina di anni, a...

PIANTE GRASSE VERE ASSORTITE DA 20 PZ DIAMETRO 5.5 MONDONATURA SRL

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24€
(Risparmi 2€)



Guarda il Video
  • nere grasse Le piante grasse sono specie adatte ai climi aridi e secchi. Composte da un tessuto che assorbe acqua, le piante grasse
    visita : nere grasse

COMMENTI SULL' ARTICOLO