Zucche ornamentali

Tipologie di zucche

Abbiamo appena passato i festeggiamenti di Halloween e tutti noi abbiamo ancora in mente le grandi zucche tonde dal colore arancione, intagliate per riprodurre un viso sorridente e fiammeggiante. Ma queste non sono le uniche zucche coltivate. Le più diffuse nei nostri orti sono riconducibili alla Cucurbita Maxima (tonda) e Cucurbita Mochata (allungata), vale a dire le classiche zucche d'inverno largamente utilizzate in gastronomia e alimentazione (vedere anche la scheda Zucca nella sezione orto). Esistono però anche varietà utilizzate a scopo ornamentale, derivanti dalla Maxima, dalla Mochata e dalla cucurbita Lagenaria (hanno forma di fiaschetto) che già al tempi dei Romani veniva utilizzata, una volta secca, come contenitore per vino, acqua o sale dai legionari o dai pellegrini. Tra gli indigeni dell'Amazzonia questo tipo di zucca viene utilizzata per fare strumenti musicali (maracas) per i rituali tribali o come contenitore per oggetti.
zucche

Closer to Nature Artificiale 4ft Croton - seta artificiale Impianti e Albero Gamma

Prezzo: in offerta su Amazon a: 101,38€


Varietà zucche

varietà zucche Le piante delle diverse varietà e quelle ottenute dagli incroci nel corso degli anni, sono tutte accomunate da una struttura simile: radici ramificate superficiali, fusto strisciante o rampicante, foglie opposte molto voluminose caratterizzati da lunghi piccioli. Presentano vistosi fiori gialli unisessuati, vale a dire solo maschili e solo femminili, ma presenti entrambi sulla stessa pianta. Danno origine ad un frutto, chiamato Peponide che si differenzia per varie caratteristiche all'interno delle diverse varietà:

· forma del frutto (tonda o allungata)

· dimensione frutto (grande o piccolo)

· superficie della buccia (rugosa, scanalata, liscia)

· colore della buccia (dal verde all'arancio scuro, sia uniforme che melange)

· colore della polpa (giallo-verde, arancio)

Vogliamo ricordare che il nome Zucca si ritiene derivi dal latino "cocutia" vale a dire "testa", poi trasformato nel corso dei secoli in "cocuzza", "cozucca" e infine in Zucca. Nelle varie regioni ha anche svariate denominazioni: Suca (Piemonte), Zuca (Veneto), Zucchet (Emilia), Cozucca (Toscana), Cocuzza (Abruzzo), Cocozzenella (Campania), Cucuzzara (Calabria) e Cocuzza di Spagna (Sicilia). La coltivazione di varietà ornamentali era praticata già da tempo, come attività marginale dell'orto, in Lombardia e in Emilia, dove si usavano anche accorgimenti artificiali (legando il frutto in accrescimento) per amplificare la stravaganza delle forme. Ultimamente si sta verificando una rapida diffusione delle zucche ornamentali, ne esistono oltre 300 tipi diversi, soprattutto perché sono un elegante e colorato elemento decorativo per composizioni e per centro tavola nel periodo autunno-invernale e delle festività natalizie. Infatti, sono sempre maggiori i negozi di fiori e di oggettistica di arredo che propongono questi "ortaggi" come alternativa ai fiori recisi.

  • Zucche ornamentali Le zucche ornamentali non vengono coltivate a scopi alimentari ma per ottenere un prodotto decorativo. Questo non significa che non vadano annaffiate costantemente come succede per le tipologie destin...
  • Philodendron melanocrysum Il nome Philodendron, deriva dal greco "Philo", amore, e da "dendron", albero.E' un genere composto da 275 specie, formate da varietà di arbusti sempreverdi e rampicanti. La pianta è originaria dell...
  • musa ornata fiore La Musa ornata è una pianta erbacea perenne originaria dell'Asia; è l'unica specie di banano che fiorisce e fruttifica anche se coltivato in appartamento. Lo spesso fusto, eretto, è di colore giallo-v...
  • Kohleria E' un genere che riunisce una cinquantina circa di piante erbacee perenni originarie dell'America centrale e meridionale. Producono rizomi carnosi da cui spuntano numerose foglie ovate, di colore verd...

16 x 3 Heliconia Art Tile in Multi by En Vogue

Prezzo: in offerta su Amazon a: 185,7€


Zucche decorative

piccola zucca Un esempio della diffusione ornamentale delle Cucurbita è data dalla classica zucca arancione illuminata dalla candela per Halloween, tradizione importata dalla cultura celtica, che però trova ampi riscontri nella tradizione contadina del nord Italia (veneto).

Facciamo ora una rapida carrellata dei principali tipi di zucche ornamentali:

· Klein bicolor: zucche piccole (8-12 cm di diametro) a forma di fiasco con la parte inferiore verde variegato e quella superiore giallo-oro.

· Klein birne bicolor: zucche piccole (8-12 cm di diametro) a forma di pera con la parte inferiore verde uniforme e quella superiore gialla.

· Cou-tors Hative: zucche piccole (20 cm di lunghezza) a forma di piccolo cigno dal colore arancio intenso

· Baby boo: zucche piccole (10 cm di diametro) a forma di piccola palla costoluta bianca dalla pelle liscia.

· Turban o mini turbante: zucche piccole con parte superiore ricoprente dai vari colori (bianco, giallo, rosso e verde).

· Kleine orangen: zucche piccole a forma di arancio dalla pelle arancione e liscia..

· Kleine Warzen: zucche piccole (10-15 cm di diametro) a forma di palla dalla pelle multicolore e bitorzoluta.

· Ten commandments: zucche piccole a forma di corona, con protuberanze più o meno lunghe e ricurve in diverse combinazioni di colori.

· Trombetta d'albenga: zucca rampicante a forma di piccola clava

· Pergola serpente di Sicilia: a forma di serpente

· Fiaschetto dei pescatori: zucca dalla buccia impermeabile usata in passato come contenitore per liquidi

· Berretta piacentina e Marina di Chioggia: adatta in gastronomia per tortelli e risotti

· Atlantic giant e Big Max: zucche arancioni giganti