Infuso di melissa

Informazioni generali sulla Melissa

La melissa, meglio conosciuta con il nome popolare di ''Limoncina'' dal suo particolare odore di limone ottenuto dallo sfregamento delle foglie, è molto usata nella fitoterapia, ovvero la possibilità di curare determinate patologie leggere attraverso l'ausilio delle proprietà benefiche di piante, fiori ed erbe. Detta pianta si raccoglie in tutte le stagioni dell'anno. Questo è possibile perchè essendo una pianta perenne, non ha bisogno di particolari cure e cresce spontaneamente. In Italia la si può trovare nelle zone d'ombra e più fresche, oppure tra i cespugli e nelle golene dei fiumi. La melissa presenta un colore verde intenso, assomiglia all'ortica ed oltre a profumare di limone, può raggiungere l'altezza di un metro. Infine viene usata anche nella produzione di liquori, per aromatizzare alcuni piatti estivi o per arricchire le vostre insalate.
Foglie di melissa officinalis

Piante aromatiche fresche (in vaso Ø 9 cm) per cocktail e infusi, N.6 x 2 pack

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,9€


Preparazione dell'infuso di melissa

Preparazione dell'infuso L'infuso di melissa si prepara con un mix di foglie e fiori essiccati che trovate in qualsiasi erboristeria. La preparazione consiste nel versare tre litri d'acqua in una pentola e farla bollire sino a raggiungere la temperatura indicata; versate un etto del preparato per tisana di melissa nella pentola e lasciate in infusione per trenta minuti. Trascorso il tempo indicato, filtrate la tisana per mezzo di un colino a grana fine ed in seguito, versate con molta cura l'infuso in una tazza e potrete finalmente berlo. Normalmente sono indicate una o due tazze di infuso di melissa al giorno per combattere efficacemente disturbi legati allo stress, come insonnia, ansia e nervosismo. Proprio perchè induce alla sonnolenza, ne sconsigliamo l'uso prima di mettervi alla guida o se dovete svolgere lavori cui serve un livello elevato di attenzione.

  • infuso drenante Oggi il bisogno di depurarsi e di purificare il proprio organismo, è molto diffuso tra la popolazione. Questo bisogno nasce dalla voglia e dal desiderio di sentirsi più leggeri e anche di smaltire qua...
  • Infuso zenzero Originaria dell'Estremo Oriente, appartenente alla famiglia delle Zingiberacee, è una pianta erbacea perenne. Sin dall'antichità fu oggetto di proficui commerci tra Oriente e Occidente e per questioni...
  • infuso malva Malva sylvestris, questo il nome scientifico per Malva, appartiene alla famiglia delle Malvacee ed è una pianta cespugliosa e perenne. Oltre ad essere una pianta adatta agli ornamenti in quanto molto ...
  • Infuso di ortica A differenza di ciò che possiamo pensare, la pianta di ortica gode di un'altissima considerazione nel campo della fitoterapia, e in particolare l'infuso che si ricava dalle sue foglie secche ha notevo...

GHE GO 1L Urtica concime liquido a base di ortiche fermentate

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20,4€


I benefici della Melissa

Melissa officinalis I benefici principali sono sicuramente quello calmante, antispasmodico e lenitivo. Oltre ai già citati, se assunta prima del ciclo mestruale combatte la sindrome premestruale ed i disturbi ad essa collegati, come ansia e nervosismo. Questo è possibile perchè la melissa agisce direttamente sul sistema nervoso centrale combattendo ansia, depressione ed insonnia ripristinando il normale ritmo del sonno-veglia e controllando gli sbalzi d'umore. Detta pianta è molto utile anche per contrastare il mal di pancia ed il mal di stomaco, in quanto i suoi agenti antispasmodici agiscono sui muscoli intestinali. Inoltre, grazie alla presenza di acidi fenolici, la melissa agisce efficacemente contro i radicali liberi evitando il rischio di danneggiamenti alle cellule. Infine, l'infuso di melissa si può utilizzare anche per fare un bagno rilassante per liberarsi dallo stress e tensioni quotidiane.


Infuso di melissa: Rischi legati all'uso della melissa

Fiore di melissa officinalisCome è buona norma fare ogni qualvolta decidiate di intraprendere una cura di vostra iniziativa, anche a base di melissa, chiedete sempre consiglio al vostro medico di fiducia, in quanto vi sono alcune categorie di persone cui è sconsigliato assumere questa pianta. In primis troviamo quelli che soffrono di glaucoma. Anche se soffrite di tiroide, o ipertiroidismo, limitate al minimo l'uso di qualsiasi prodotto di erboristeria preparato con questa erba perchè, con le proprietà che vi abbiamo descritto nel paragrafo precedente, la ghiandola tiroidea viene parzialmente inibita. In conclusione fate attenzione ad eventuali allergie della cute e non somministrate melissa in alcuna forma alle donne incinte o che stanno attraversando la fase di allattamento, in quanto potrebbero facilmente formarsi momenti di ipersensibilità.



COMMENTI SULL' ARTICOLO