Avena sativa tintura madre

Tintura madre di avena, la pianta

Avena sativa è il nome latino dell'Avena comune.Molto conosciuta come alimento, da essa si estrae la tintura madre di avena.L'avena è una pianta della famiglia delle graminacee, per questa motivazione si presenta con la tipica forma della piante appartenenti a questa famiglia, cioè con un fusto cavo,e sottile e molto allungato, con foglie anch'esse sottili e allungate. Dai fiori, raggruppati in gruppi da due o tre, nascono le cariossidi, cioè il vero e proprio frutto della pianta.Coltivata e selezionata già da 4500 anni, l'avena sativa (quella coltivata) è frutto di una selezione tra decine di piante appartenenti alla stessa famiglia, come per esempio l'avena fatua (avena folle) considerata invece pianta infestante.Di consuetudine viene seminata in primavera, e raccolta in tarda estate, ma in regioni più calde come l'Europa meridionale, si può seminare anche in autunno.Per i suoi usi alimentari, e quindi per la conseguente produzione massiva, l'avena è reperibile molto facilmente nel commercio. E' possibile incontrarla infatti in qualsiasi supermercato, senza rivolgersi esclusivamente in una erboristeria.
Pianta dell'avena


Tintura madre di avena, qualità, componenti

Fiore avena L'avena come cereale contiene una quantità abbastanza elevata di nutrienti. Molti di essi permangono anche nella tintura madre di avena. Ottimo re-mineralizzante adatto a chi fa sport, la tintura madre di avena contiene alte quantità di sali minerali, tra cui calcio, magnesio, potassio, silicio e ferro. Questo ha reso l'avena e la tintura madre da essa estratta, un complemento alimentare da somministrare ai bebè, per il miglior accrescimento di ossa, muscoli e tendini. Contiene un'alta percentuale di aminoacidi come lisina e tiamina. E' inoltre rilevante la presenza della vitamina B1 e di vitamina B2. Gramina e avenalumina, sono componenti che aiutano la regolazione della produzione di melatonina. Inoltre alcuni composti steroidei aiutano la regolazione nel sangue dei grassi, e quindi l'eliminazione del colesterolo.

  • tintura madre tarassaco Si tratta di un prodotto della fitoterapia che si ricava da un'erba perenne molto resistente al gelo, per lo più spontanea, appartenente alla famiglia delle Asteracee. E' anche conosciuta come cicoria...
  • tintura madre propoli La propoli è uno dei prodotti dell'apicoltura utilizzata per le sue molteplici proprietà e i suoi benefici effetti sull'organismo. Si tratta di una sostanza resinosa raccolta dalle api su piante di ge...
  • Tilia tomentosa La tilia tomentosa tintura madre, nota anche con il nome di glicerico di tiglio, è un prodotto figlio delle ricerche e delle sperimentazioni erboristiche. Numerose sono le cure che la natura con le su...
  • pianta di erisimo L'erisimo, il cui nome scientifico è Sysimbrium officinale, appartiene alla famiglia delle Crocifere. Questa pianta è molto diffusa in tutto il territorio europeo, cresce in maniera spontanea nei prat...


Erboristeria: tintura madre di avena, usi

frutto avena Non sono pochi gli effetti benefici che si possono avere assumendo tintura madre di avena sativa. Prima di tutto è famoso e comune l'effetto emolliente che possiede a livello cutaneo. Non sono pochi che usano il bagno di avena per calmare pruriti e orticaria. Anche l'assunzione della tintura madre nelle giuste dosi facilita la guarigione di queste molestie. Alcuni composti presenti nell'avena sono sedativi per il sistema celebrale e nervoso, e hanno effetto riparatorio proprio nel tessuto nervoso danneggiato. Rilassando il corpo, si dice abbia anche effetti afrodisiaci nelle donne. E' invece certezza scientifica che può essere usata negli uomini per la cura dell'impotenza e dell' eiaculazione precoce aumentando il flusso sanguigno. Inoltre gli effetti sul sistema cardiaco e circolatorio sono noti già da tempo. Ottimo rafforzante del cuore, è un ottimo aiuto per tenere bassi i livelli di grassi nocivi presenti nel sangue.


Avena sativa tintura madre: Erboristeria: tintura madre di avena, controindicazioni

Eczema allergico da avena Purtroppo non sono pochi gli effetti indesiderati e le controindicazioni nell'uso della tintura madre dell'avena sativa. Prima di tutto bisogna fare riferimento a eventuali allergie alle graminacee, e all'avena in sé chiaramente. Chi soffre di queste allergie, a parte uno shock anafilattico ( tipica conseguenza alla somministrazione di allergeni), anche in piccole dosi, può causare orticaria, difficoltà respiratorie, gonfiore ed eritema cutaneo. Per quanto riguarda le persone non allergiche a questa pianta, in dosi elevate la tintura madre di avena, può causare aritmia, insonnia, irrequietezza, mal di testa, ipertensione. Non ha invece controindicazioni nell'assunzione congiunta con altri farmaci o erbe. Prestare comunque sempre molta attenzione alle dosi diarie raccomandate, considerando anche la quantità di avena che viene assunta attraverso l'alimentazione.


  • avena sativa L'avena sativa ha svariati usi. Oltre a soddisfare le esigenze alimentari possiede proprietà fitoterapiche attraverso l'
    visita : avena sativa

COMMENTI SULL' ARTICOLO