Camelia japonica

Domanda : Camelia japonica

ho acquistato da poco una camelia japonica ma sono alle prime armi , la pianta è in ottime condizioni , è fiorita , adesso pero ha sui rami delle palline verdi come se fossero piccoli boccioli. Potrebbe trattarsi di nuovi boccioli?
camelia

1 PIANTA DI CAMELIA JAPONICA COLETTI VASO 17CM

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,9€


Risposta : Camelia japonica

Gentile Lukarie,

la camellia japonica è un arbusto sempreverde, come dice il nome in natura si sviluppa in Giappone, ma anche in Cina e in altre zone dell’Asia; tipicamente la fioritura avviene verso la fine dell’inverno, a seconda del clima può avvenire da febbraio fino ad aprile, molto raramente in maggio; chiaro che se vivi in una zona con clima decisamente molto fresco, è probabile che quest’anno la fioritura sia stata un poco ritardata, visto che la primavera 2013 è stata caratterizzata da un clima decisamente fresco, molto più del solito. Considera che ogni anno a Locarno si tiene una incredibile mostra di camelie, proprio quando le piante sono in piena fioritura; nel 2013 la manifestazione si è tenuta nella prima settimana di aprile, ma è capitato che si sia dovuta anticipare anche di molte settimane. Nel tuo caso, potrebbe benissimo trattarsi di nuovi fiori, i boccioli si formano al termine dei rami sottili, e hanno forma tondeggiante; in effetti avendo da poco acquistato la pianta, potrebbe essere stata tenuta al fresco, e la fioritura potrebbe essere stata così allungata, in modo da poter godere dei fiori per un periodo di tempo prolungato. Ti ricordo che le camelie sono piante acidofile, e quindi vanno coltivate in apposito terreno a ph acido; solitamente, dove il terreno del giardino non è già naturalmente acido (come avviene sul lago maggiore), si tende a coltivare queste piante in vaso, in modo da poter sostituire tutto il terreno nel caso in cui il calcare dell’acqua delle annaffiature ne alzi eccessivamente il ph. Amano un clima fresco e umido, e per questo motivo di solito in Italia si coltivano a mezz’ombra, in modo che godano di una buona luminosità ma senza esporle ai cocenti raggi solari estivi. Necessitano di annaffiature regolari, da marzo a novembre, in modo che il terreno del vaso sia sempre un poco umido, ma non inzuppato di acqua. Anche in inverno è importante annaffiare, anche solo saltuariamente: basta evitare che il substrato di coltivazione rimanga asciutto per lunghi giorni. Tipicamente, da ottobre fino a marzo il clima tende ad aiutarci, visto che le piogge sono abbastanza normali nelle stagioni intermedie, e il fresco invernale evita che l’acqua del terreno evapori rapidamente. Per una pianta sempre rigogliosa, evita di lasciare acqua stagnate, o un terreno sempre completamente saturo di acqua, e da marzo a ottobre, ogni quindici giorni, aggiungi all’acqua delle annaffiature un fertilizzante per piante acidofile da fiore.


  • camelia cinnamon cindy Genere di oltre 80 specie di piccoli alberi ed arbusti sempreverdi, rustici, originari dell'India, della Cina e del Giappone. Il fogliame è di colore verde scuro, lucido, leggermente cuoioso; durante ...
  • camelia japonica Il genere camellia riunisce circa un centinaio di specie di arbusti sempreverdi, originari dell'Asia centrale e meridionale; devono il loro nome al botanico gesuita Kamel, che nel 1600 le importò in E...
  • Camelia japonica Le Camelie appartengono alle theacee, esistono circa una decina di specie, tra le quali soltanto alcune vengono coltivate come piante ornamentali; da secoli coltivate in Europa, in realtà le Camelie s...
  • camellia Con il nome latino Camellia si indicano centinaia di specie di arbusti sempreverdi, diffusi principalmente in Asia; in Europa in giardino si coltivano prevalentemente ibridi di camellia japonica, un a...

1 PIANTA DI CAMELIA JAPONICA BIANCA VASO 17CM

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,9€



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO