ERBA GIARDINO GIALLA

vedi anche: giardino

Domanda : ERBA GIARDINO GIALLA

ciao ho un problema con l'erba del mio giardino, quando taglio l'erba ( 1 volta alla settimana ) il prato diventa giallo, osservando meglio mi sono accorto che la base dell'erba è giallla ricoperta da una specie di "corteccia", a cosa è dovuto? come posso risolvere il problema?

allego delle foto dove si vede la base ricoperta da questo strato giallo...

Prato

Il Kit ortaggi stravaganti di Plant Theatre - 5 straordinari ortaggi da coltivare - un regalo ideale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€


Risposta : ERBA GIARDINO GIALLA

Gentile Larobby,

non avendo una foto del tuo prato, posso solo formulare qualche ipotesi, sarai poi tu che dovrai capire quale si adatta di più alla tua situazione. Visto che falci il prato una volta a settimana, ritengo che tu ti preoccupi anche delle altre operazioni di cura del prato, ma non posso darlo per scontato; la base delle piantine che compongono il prato di solito è accerchiata dalle foglie di erba che naturalmente muoiono e disseccano, oltre ad altri residui del giardino; questi materiali, a lungo andare, formano uno strato fitto e compatto, chiamato feltro, che tende ad aumentare in altezza con il passare dei mesi, ed acquisendo una colorazione giallastra o color paglia. Periodicamente, almeno una volta all’anno, il prato andrebbe arieggiato, ovvero il feltro andrebbe rimosso, per permettere alle piantine di respirare meglio, all’acqua di penetrare meglio nel terreno, e lo stesso dicasi per i fertilizzanti e per eventuali ammendanti di altro tipo; se non rimuovi il feltro, qualsiasi cura che pratichi al tuo tappeto erboso, che comporti lo spargere qualcosa sul prato (anche la risemina) avrà un effetto diminuito dal fatto che il materiale aggiunto cade sul feltro, e non sul terreno. Per arieggiare il prato si utilizzano appositi macchinari, detti appunto arieggiatori, che in sostanza pettinano il tappeto erboso, rimuovendo i detriti inutili, che vanno poi raccolti con un rastrello ed asportati dal prato. Ti assicuro che, se non hai mai arieggiato il prato, sarai stupito dalla quantità di “roba” che si trova nel feltro; generalmente questa operazione viene fatta in primavera, ma puoi farla anche ora, utilizzando un arieggiatore preso in affitto (in qualsiasi negozio di bricolage possono farlo), oppure chiama un bravo giardiniere, che oltre a levare il feltro, poi fornirà del fertilizzante e aggiungerà del terriccio per tappeto erbosi, in modo da riempire eventuali lacune lasciate dal feltro con substrato ricco e poroso. Un altro motivo per cui il tuo prato ha la base gialla potrebbe essere dovuto alla strana primavera appena trascorsa: un clima fresco e molto piovoso ha favorito un grande sviluppo delle piantine del prato, che con il caldo stanno soffrendo molto, perché necessitano di un supporto dato da un fertilizzante, o da maggiori annaffiature. Non so se a fine inverno hai concimato il prato, e non so ogni quanto annaffi, quindi posso pensare che tali operazioni vadano effettuate con maggiore cura (ma lo sai solo tu). Quando annaffi il prato, durante le stagioni calde, è opportuno fornire acqua in abbondanza, in modo da bagnare il terreno in profondità, e poi lasciarlo asciugare; quindi è preferibile annaffiare a lungo ogni 4-5 giorni (dipende poi dal clima e dalla piovosità), piuttosto che annaffiare ogni giorno con piccole quantità di acqua, perché bagnando bene il terreno si stimola lo sviluppo di un apparato radicale profondo e vigoroso, che meglio sopporta gli stress idrici dovuti al caldo estivo.


    BloemBagz Erbario: Vaso per erbe aromatiche grande con 6 tasche Colore: Peppercorn

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,89€