Le crucifere

Domanda: cosa sono le crucifere?

Sono un appassionato di botanica.Vorrei sapere quali sono le piante cruciferae e se ci sono nel vostro sito. grazie

Rafano

25 Tasche Di Impianto Alla Parete Sospensorio Giardinaggio Planter All'aperto Coperta Verticale Greening Grow Borse ( Colore : Verde )

Prezzo: in offerta su Amazon a: 22,7€


Le crucifere: Risposta: le crucifere

Gentile Davide,

il nome Crucifere è un po’ antiquato, anche se viene correttamente utilizzato anche oggi in botanica; in effetti nella classificazione APG vengono ora chiamate Brassicaceae; il nome cruciferae si riferiva al tipico fiore della specie, significa portatrici della croce, e infatti i piccoli fiori di colore vario sono caratterizzati da 4 piccoli petali disposti a croce; il nome brassicacee invece si riferisce al genere tipo della famiglia, ovvero il genere brassica. Le brassicacee sono di solito piante erbacee, di piccole dimensioni, diffuse in gran parte del globo (anche allo stato naturale, e non solo perché molte di esse vengono coltivate come erbe aromatiche o verdure dell’orto) anche se esistono alcune brassicacee dal portamento arbustivo. Sono tantissime le crucifere e la gran parte di queste sono molto diffuse nell’orto, come ad esempio le brassiche, ovvero broccoli, verza, broccoletti, cime di rapa, rape, rapanelli, cavoli cinesi, crescione, rafano (anche il wasabi si ricava da una radice di una crucifera=brassicacea). Di molte delle piante sopracitate puoi trovare maggiori descrizioni nella sezione di Giardinaggio.it dedicata all’orto. I piccoli fiori delle crucifere sono molto gradevoli, e la fioritura delle varietà da giardino è così abbondante da ricoprire tutta la pianta in primavera; per questo motivo moltissime crucifere sono tipiche piante perenni, o annuali, da giardino; esempi tipici Iberis e Aubrezia, piccole piante a fiori bianchi e rosa o lilla, utilizzate nelle aiuole ma anche nei vasi. Fanno parte delle crucifere anche moltissime altre specie di piante da fiore da giardino: alisso, erisimum, lepidium, matthiola, cheiranthus, lobularia, lunaria. E l’elenco potrebbe continuare a lungo; quelle sopra scritte sono solo le più note e diffuse, spesso come varietà ibride, con fiori particolarmente colorati o grandi, o dalla fioritura abbondantissima. Anche delle crucifere da giardino puoi trovare alcuni articoli su Giardinaggio.it, in particolare nella sezione piante da giardino, perenni ed annuali. Visto che ti stai appassionando alla botanica, ti consiglio di approfondire inizialmente la parte riguardante la botanica sistematica; da quando Linneo alcuni secoli fa, da solo, pose le basi di questa scienza, sono cambiate tantissime cose, e nonostante alcune delle classificazioni di Linneo siano ancora valide, nel corso dei secoli ci sono state una serie di innovazioni scientifiche che hanno permesso di dare vita al Sistema APG; si tratta di un sistema di classificazione basato su basi genetiche e filogenetiche: mentre Linneo (e molti altri botanici dopo di lui) classificava le piante attraverso caratteristiche morfologiche dei fiori o delle foglie, il sistema apg ne studia il dna. Questo sistema risulta quindi univoco quasi) ed è applicabile a qualsiasi pianta; la prima pubblicazione del sistema apg è del 1998, ci sono già state due revisioni, una nel 2003 e una nel 2008. Oggi in botanica si dovrebbe quindi utilizzare il sistema APG III.


  • Fiori iberis Per innaffiare correttamente l'iberis è bene procedere in maniera regolare e costante. La pianta non necessita di grandi quantità d'acqua ma è sempre consigliato evitare un periodo di siccità prolunga...
  • Cavolaia La cavolaia è un lepidottero della famiglia dei Pieridi, originario dell'Europa, dell'Asia e dell'Africa, molto diffuso in Italia, dove si può spingere fino ai 2300 m di altitudine. Nella sua forma ad...

Compo 26523 prato muschio di herbi Stop 500 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€



COMMENTI SULL' ARTICOLO