Roverella e Rovere piccole,a cui seccano le foglie, cos'è?

Domanda : Roverella e Rovere piccole,a cui seccano le foglie, cos'è?

Buongiorno!

Ho comprato qualche mese fa in un vivaio regionale due piccole querce, che ho piantato in giardino. La più grande è una farnia, mentre la più piccola è una roverella.

Ho voluto comprarle al vivaio regionale proprio per evitare che avessero malattie in partenza, e invece..invece dopo un mesetto e mezzo scarso, seguendo le dovute attenzioni (piantare in posizione isolata, innaffiare solo le radici e non bagnare le foglie,ecc) ecco che le foglie cominciano a seccare!

Ora, non avendo la più pallida idea di cosa sia, chiedo a voi: che cosa può essere? come posso curarle?

Vi allego i link alle foto che ho fatto: dalla IMG_9140 alla 9150 si riferiscono alla farnia; le 4-5 seguenti sono della roverella!

Grazie a tutti per la vostra pazienza e attenzione =)

Ghiande

Estirpatore manuale di erbe infestanti rimuove erbacce lavoro giardino orto PRMD

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,9€


Risposta : Roverella e Rovere piccole,a cui seccano le foglie, cos'è?

Gentile Diego,

le tue querce sono state attaccate dai più comuni parassiti delle querce e di altre piante del bosco; il fatto che le piante siano sicuramente sane al momento dell’acquisto, non è una totale garanzia della loro futura salute: parassiti di vario tipo sono presenti nell’ambiente, anche nell’erba del prato. Nel tuo caso la prima malattia che si nota con grande evidenza è l’oidio, ovvero quella specie di sottile infarinatura bianca sulla pagina superiore delle foglie; le maculature scure e secche potrebbero invece essere causate dall’antracnosi, un altro fungo, che di solito penetra nelle foglie attraverso le punture di insetti, che perforano la pagina fogliare; e infatti in alcune foto si vedono delle foglie con minuscoli puntini gialli molto diffusi, sintomo in genere della presenza di acari: insetti molto piccoli, difficilmente visibili a occhio nudo, che si posizionano sulla pagina inferiore. Non sono malattie strane o poco comuni, anzi, le querce tendono ad ammalarsi frequentemente a causa di questi parassiti, solo che di solito, su una ampia chioma di un albero, tali problemi non divengono mai tanto estesi da rovinare quantità consistenti di fogliame, e quindi una quercia adulta in genere non deperisce eccessivamente, anche se attaccata da più parassiti. Nel caso di piccole piantine invece, ovviamente la questione è diversa, perché se i parassiti rovinano anche solo 10-12 foglie, si tratta della gran parte del fogliame, con conseguente deperimento della pianta. Visto che tipicamente le querce (ma anche gli aceri, solo per fare un esempio) quando sono molto piccole sono facile preda di parassiti che le possono anche uccidere, si tende a praticare una serie di trattamenti preventivi, almeno fino a che le piante non sono a dimora da almeno 4-5 anni, in modo da tenere controllato il numero dei parassiti presenti. Quindi di solito semplici trattamenti a base di prodotti rameici, o con zolfo, possono evitare il presentarsi della gran parte delle malattie. Per quanto riguarda gli acari, vanno invece trattati con uno specifico acaricida, perché spesso non vengono colpiti dagli effetti degli insetticidi; gli acari vengono chiamati volgarmente ragnetti rossi, e in commercio puoi trovare vari prodotti contro i ragnetti rossi, anche ammessi in agricoltura biologica. Sicuramente poi perfette cure colturali possono ulteriormente proteggere le piante dall’attacco dei parassiti; siamo abituati a pensare d una quercia come ad un essere vivente di grandi dimensioni, che vive nel bosco, e che quindi non necessita dell’aiuto dell’uomo per sopravvivere; ma se trovi una quercia in un bosco, e conti quante ghiande da essa prodotte riusciranno poi a svilupparsi ed a raggiungere almeno il metro di altezza, capirai che i primi anni di sviluppo di una giovane quercia non sono così semplici. Fondamentali le annaffiature, ine state, ma evita di lasciare il terreno a lungo inzuppato di acqua, o asciutto per giorni e giorni; se le giornate si presentano molto calde, ma tendono a raffreddarsi molto nella notte, con ampi sbalzi termici, prepara un trattamento a base di prodotti rameici o di zolfo, perché tale clima è particolarmente favorevole allo sviluppo di alcuni funghi. Molti parassiti poi si annidano sotto le foglie, anche quelle cadute; quindi periodicamente raccogli le foglie cadute, e bruciale.


  • Quercia albero rustico a crescita lenta e foglie decidue, a crescita lenta, diffuso in tutta Europa centrale e in parte del Mediterraneo; in Italia è molto presente soprattutto nel nord, nei parchi e nei gran...
  • Quercia rossa La quercia scarlatta, o Quercus coccinea, è un albero di media grandezza a foglie caduche, originario dell’America settentrionale; gli esemplari adulti possono raggiungere i 15-20 metri di altezza, ed...
  • Ghianda Tra gli alberi più maestosi e tradizionali, le querce sono diffuse in tutta Europa, ed il genere conta circa quattrocento specie; molte di queste sono presenti anche in Italia allo stato selvatico. La...
  • quercus coccinea .. ho una bella pianta di Quercus cerris.. e sotto di esso vorrei poterci mettere qualche fiore. Quali sono i fiori compatibili da mettere sotto al cerro?.. ...

Al-Ko 112799 Comfort 38P Combicare Arieggiatore-Scarificatore a Scoppio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 318€
(Risparmi 81,9€)



Guarda il Video
  • foglie quercia La quercia, nome comune per quercus, appartenente alla famiglia delle Fagacee è un albero deciduo e sempreverde a grandi
    visita : foglie quercia

COMMENTI SULL' ARTICOLO