talee di plumeria

Domanda: quando si preparano le talee di plumeria?

Quale è il periodo migliore per la riproduzione delle plumerie per talea e con quale sistema ? Ne ho 5 piante di 3 varietà diverse, alte più di 2 metri, in vaso. Dovendo ridurle, coglierei l'occasione per riprodurle.
Fiori di plumeria

BASTONE DA PASSEGGIO MAGIC CANE CON LUCE A LED ALTEZZA REGOLABILE PIEGHEVOLE

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,57€


Risposta: talee di plumeria

Gentile Massimiano,

le talee di plumeria, come quelle di gran parte delle altre piante, si prelevano in primavera inoltrata o verso la fine dell’estate; visto che devi potare la tua pianta, puoi anche conservare i rami tagliati in contenitori colmi di sabbia, in luogo fresco e ben aerato, in modo da poterle poi interrare quando il clima diviene abbastanza caldo. Le talee di plumeria non radicano con grande facilità, e di solito si prediligono talee molto più grandi rispetto alle classiche talee che si utilizzano per altre piante: una talea di plumeria dovrebbe essere lunga almeno 25 cm, o anche di più, e dovrebbe comprendere la parte apicale dei rami. Si tratterà di ramificazioni legnose, o semi legnose, che andremo tagliare in basso appena sotto un nodo; se sono presenti foglie lungo la talea, è bene asportarle, lasciando eventualmente solo quelle presenti nella parte superiore del rametto. A questo punto, le talee si lasciano riposare in luogo fresco ed asciutto, in modo che la ferita di taglio rimargini completamente, e quindi attenderemo circa una settimana prima di interrarle; nel frattempo prepariamo il letto di taleaggio, riempiendo dei vasi con un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali. Trascorsa una settimana, immergiamo la parte bassa delle talee nell’ormone radicante (sembra un prodotto molto tecnico, ma in realtà lo trovi in qualsiasi vivaio ben fornito), e quindi inseriamo la talea nel terreno, immergendola abbastanza in profondità, in modo che riesca a reggersi da sola. Il terriccio nei vasi andrebbe inumidito prima di porvi le talee, e in seguito i vasi andranno posti in una zona riparata dal vento, semi-ombreggiata, ma molto luminosa; le annaffiature saranno regolari, cercando di evitare di lasciare il terriccio asciutto a lungo. Ovviamente tutti i tagli effettuati sulla pianta e sulle talee andranno praticati con cesoie ben affilate, che facciano un bel taglio netto e liscio, senza sfilacciamenti; prima del taglio disinfettiamo sempre le cesoie, con alcol, o passandole su una fiamma vivace. Le talee di plumeria non radicano con grande facilità, quindi di solito si tende a prepararne tante, in modo che se anche molte non dovessero radicare, otterremo comunque qualche successo. Le plumerie si propagano anche per seme, solo che i grossi baccelli che contengono i semi impiegano svariati mesi per maturare, e non sempre questo avviene negli esemplari di plumeria coltivati in Italia. La talea resta quindi uno dei migliori metodi di propagazione; preparando talee molto lunghe si ha anche modo di vedere le nuove piante fiorite nell’arco di pochi anni.


  • Frangipane  Alla famiglia delle Apocynaceae appartengono diversi generi di piante, tra esse la plumeria, detta anche pomelia o frangipani. Presente in natura con sette specie, molte varietà e circa 300 ibridi, è...
  • fiore plumeria Le Plumerie sono i fiori con cui nelle isole del Pacifico si usa preparare grandi collane da regalare agli ospiti; si tratta di arbusti di dimensioni medie o piccole, strettamente imparentati con gli ...
  • Frangipane ciao, vorrei un aiuto in quanto ho portato dagli emirati arabi una plumeria a cui sono particolarmente affezionata in quanto mi ricorda momenti felici. sono passati otto anni da quel giorno, non ha ma...
  • Plumeria da qualche mese ho una pianta di frangipani che mio marito (stufo di sentire le mie lagne, perché non riuscivo ad averne una (ho già cercato, da totale inesperta, di farne 2, una talea balinese e una ...

ALBERO PIANTE PIANTA DI LIMONE 4 STAGIONI IN FITOCELLA H.150 CIRCA

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,9€




COMMENTI SULL' ARTICOLO