Prendersi cura del giardino a giugno

Il giardino a giugno

Il mese di giugno è ricco di soddisfazioni per l'appassionato di giardinaggio: le piante sono in pieno sviluppo, vi sono ancora molte fioriture primaverili, ma cominciano a sbocciare anche quelle tipiche dell'estate. Le giornate si fanno più lunghe e nelle ore pomeridiane il caldo inizia a farsi sentire. In definitiva il giardino sarà al massimo dello splendore, ma necessiterà di cure pressoché quotidiane.
giardino giugno

Dr. staehler biologica trappole per Terrazze, da giardino o balcone con effetto a lungo termine, 1 pezzi, 001359

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,29€


Semine, divisioni e talee

Talee gerani All'inizio dell'estate si possono seminare ancora molte annuali (zinnie, nasturzi, garofani) ma è il momento migliore per procedere con le biennali, che fioriranno l'anno successivo (per esempio lychnis, violacciocche, lunaria annua) Per una veloce germinazione copriamo con vermiculite e un film plastico: sarà più semplice mantenere alta l'umidità.

Procediamo anche, se non l'abbiamo fatto prima, con l'estrazione e la divisione dei bulbi a fioritura primaverile. Possiamo poi farli asciugare bene all'ombra e metterli in cassette con della segatura, in un posto fresco e buio.

È il momento ideale per fare delle talee erbacee: lavanda, rosmarino, garofani, elicriso, timo, spirea, ceanothus...poniamo una porzione di parte apicale in un mix molto sabbioso, copriamo con un sacchetto di plastica e spostiamo all'ombra, mantenendo leggermente umido. In un mese la radicazione sarà completa.


  • giardino fiorito Quali sono i Lavori del mese giardino Giugno? Certamente, chi si occupa di giardinaggio sa che la maggior parte dei lavori, in questo mese, è già stata compiuta ma è bene conosce quali sono ancora i l...
  • prato Le temperature e il clima dovrebbero essere ottimali: la crescita è veloce e non vi è ancora lo stress dato dalla calura e dalla siccità tipicamente estive. Molto però dipende dalle condizioni inizial...

Blu - Bianco (clematidi Combinazioni) - 4 Vasi 1,5 litro (4 Pianti rampicanti - Clematis - Pianta adulta - Resistenza al freddo) - Muri e recinzioni, Pergola, Balconi e terrazze | ClematisOnline - clematidi e rampicanti più economiche

Prezzo: in offerta su Amazon a: 40€


Erbacee annuali e perenni

rose giugno Richiedono attenzioni costanti per mantenersi belle il più a lungo possibile e dare fioriture sempre abbondanti. Importante è essere costanti con le annaffiature, regolandosi tenendo presenti le precipitazioni, le temperature, l'esposizione il terreno e le singole esigenze specifiche. Evitiamo i ristagni e distribuiamo acqua sempre la mattina: sono precauzioni importanti per evitare marciumi, scottature fogliari, shock termici e la diffusione di crittogame. Per ridurre gli interventi (e anche il diserbo) è buona abitudine predisporre una spessa pacciamatura di foglie o sfasci vegetali.

Le piante a fioritura continua vanno sempre ripulite dai capolini esausti procedendo anche con delle cimature, per favorire l'accestimento.


Alberi e arbusti

A giugno il fabbisogno idrico si fa più grande, in particolare per le piante messe a dimora nell'autunno o nella primavera precedente. Le irrigazioni sono indispensabili, ma bisogna stimolare lo sviluppo in profondità dell'apparato radicale. Per ottenerlo si consiglia di irrigare ogni 7-10 giorni, ma molto abbondantemente. Per facilitare la crescita vegetativa diamo una seconda dose di concime granulare a lenta cessione e monitoriamo sempre che non si manifestino carenze, specialmente la clorosi da ferro.

Alcuni arbusti cominciano a sfiorire: impegniamoci nell'eliminare le corolle appassite sia per fini estetici sia per non stressare la pianta con la produzione di semi.

Alla fine della fioritura è anche il momento di potare le rose antiche e quegli arbusti che portano i boccioli sui rami delle annate precedenti. Occupiamoci anche di eliminare i succhioni da tutte le piante.


Prendersi cura del giardino a giugno: Prato e déhors

prato a giugno A giugno, specie nelle regioni meridionali, le temperature cominciano ad essere alte e le piogge piuttosto rare. È però anche il periodo in cui gli spazi aperti si vivono più volentieri. È importante quindi garantire un prato ben tenuto e in salute. Consigliamo se possibile di irrigare ogni mattina, senza creare ristagni. Torniamo inoltre a distribuire un concime azotato, ma dotato anche di una buona quantità di potassio e, possibilmente, di ferro. I tagli devono essere frequenti, ma non togliamo mai più di 1/3 dell'altezza complessiva. Evitiamo poi i tagli troppo bassi: stressano le piante e causano ingiallimento. Interveniamo subito in caso vi siano crittogame.

Per rendere più gradevoli gli spazi aperti una bella idea è bello inserire erbacee ed arbusti profumati (gelsomini, caprifogli, nicotiane, pisello odoroso) e con fiori che sbocciano la sera (bella di notte, ipomea alba, datura metel).


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO