Innesto limone

vedi anche: Innesto

Gli attrezzi

Coltivare in casa un albero di limoni è un affare semplice e non molto impegnativo. È indispensabile, innanzitutto, avere la pianta selvatica. La pratica dell'innesto consente infatti di sfruttare le caratteristiche migliori di diverse piante. Nel nostro caso il selvatico serve per la sua maggiore resistenza alle malattie e ai parassiti nel terreno, è facile distinguerlo dalla pianta domestica per la presenza di numerose spine sui rami e per la scarsa produzione di frutti. Bisogna solo aspettare che la pianta selvatica sia abbastanza grande da accogliere l'innesto, è consigliabile, quindi, che questa abbia già 2-3 anni e che sia posizionata in un punto ben soleggiato poiché il limone soffre all'ombra di altre piante o di ostacoli come dei muri molto alti. Occorrono inoltre una sega, un coltello apposito per gli innesti e del mastice.
Limone selvatico

Blinky 83940 Teli P/Pacciamatura in Busta, 10 mt, 200 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,6€


Come eseguire il primo innesto

Incisione ramo Il periodo migliore per praticare un innesto sul limone selvatico è quello primaverile, oppure la fine dell'inverno. Occorre che vi procuriate innanzitutto un rametto di una pianta di limoni domestica che sapete fare buoni frutti, magari da qualche vostro vicino di casa. Con la sega dovete recidere il fusto della vostra pianta selvatica ad un'altezza di circa 50-60 cm. Ora, con il coltello, praticate un'incisione verticale sulla corteccia lunga qualche centimetro (dipende dalle dimensioni del rametto nuovo), partite a incidere dalla sommità del tronco tagliato, e apritela delicatamente come se fosse un libro, abbiate cura di non rompere o strappare via la corteccia poiché vi tornerà utile in seguito per avere un vero innesto a regola d'arte, che in futuro possa produrre tanti limoni grandi, profumati e succosi.

  • porta innesti melo Il melo è una pianta piuttosto facile da innestare, facendo ricorso a una delle tecniche maggiormente utilizzate, l'innesto a spacco diametrale. Questo tipo di operazione viene effettuata innestando p...
  • pero scusate la mia domanda demenziale !essendo che tutte e due le specie sono della stessa famiglia , è possibile innestare un pero su un porta innesto di melo?vi ringrazio per la cortese attanzione ...
  • innesto desiderei sapere il momento piu'adattox l'innesto a spacco,a corona, e a gemma sul melo ,ed un prodotto x eliminaredefinitamente le ortiche di un bosco a pascolo abito a 650 m s/mringrazio anticip...
  • camelia Quando è possibile innestare una camelia ?...

Bellota 3583-T - Vite forbici potatura

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,7€


Accorgimenti

Ramo pianta limone Dopo aver avuto la premura di tenerlo avvolto in un panno umido prendete il rametto che avete tagliato da una pianta domestica e, col coltello, affilatene l'estremità dove avete praticato il taglio: in questo modo aumenterete la superficie di contatto tra il rametto e il fusto della pianta selvatica. A questo punto bisogna preparare del terriccio inumidendolo con un poco d'acqua. Inserite il rametto, in verticale, nell'incisione del fusto selvatico, abbiate cura di "abbracciare" il rametto nuovo con i lembi di corteccia. Utilizzate poi il terriccio per compattare e tenere insieme il tutto, almeno per il momento. Assicuratevi quindi che il terriccio non sia troppo umido o potrebbe semplicemente colare dal tronco, lasciando che l'incisione si riapra e facendovi correre il rischio di rovinare l'innesto di limone.


Innesto limone: Come completarlo

Innesto agrumi Per assicurarci che l'innesto attecchisca occorrono ancora tre passaggi. Se il terricio umido riesce a tenere insieme rametto e fusto selvatico potete lasciarlo per qualche minuto: il tempo necessario per realizzare una striscia di carta (va benissimo utilizzare un foglio di qualche vecchio depliant pubblicitario) e procurarvi del nastro adesivo. Avvolgete la carta attorno al fusto in modo che superi in altezza, di qualche centimetro, il fusto stesso oltre che il livello dell'innesto e fermate il tutto con il nastro adesivo, avvolgendo anche questo attorno alla carta. Meglio abbondare col nastro, soprattutto nella parte alta. Ora potete aggiungere un altro poco di terriccio umido sopra l'innesto e compattarlo leggermente. L'ultimo accorgimento, per aumentare le probabilità che l'innesto attecchisca, è applicare del mastice sul taglio del fusto selvatico. Questo aiuterà ad evitare la perdita della linfa e il consecutivo disseccamento della pianta. Con un po' di fortuna e il tempo necessario, l'innesto attecchirà e crescerà molto in fretta grazie alla robustezza della pianta selvatica, il che permetterà un'ottima produzione di limoni belli e succosi per la vostra casa e la bellezza del giardino.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO