Potatura pero

Perché è importante eseguirla

Con i suoi gustosi e succosi frutti tipicamente invernali, l'albero di pero rappresenta una specie vegetale facilmente coltivabile nelle zone a clima temperato. Come per la maggior parte degli alberi da frutto, anche per il pero l'operazione di potatura sembra essere la procedura centrale del processo di coltivazione. La potatura pero è una tecnica di vitale importanza, fondamentale per differenti motivi. In primo luogo, la procedura di potatura permette di rimuovere tutti i rami dell'albero secchi e danneggiati che appesantiscono la struttura alberale. Viene anche ridimensionata la chioma dell'albero, permettendo così alla luce solare di incidere su tutta la superficie del pero. Inoltre, la rimozione delle strutture superflue, favorisce un aumento della produttività del pero durante la stagione vegetativa.
Potatura pero

Worth Garden strumento da giardino che sta in piedi con impugnatura lunga per sradicare le erbacce e rimuovere il diserbo dalla radice, braccio lungo con zincatura antiruggine, sarchiatore da giardino

Prezzo: in offerta su Amazon a: 26,99€
(Risparmi 42,9€)


Gli strumenti di lavoro per potare il pero

Albero pero frutto Per potare in maniera ottimale l'albero di pero, è fondamentale impiegare una strumentazione di lavoro idonea. È consigliabile lasciar eseguire tale procedura ad un operatore specializzato, che abbia sufficiente conoscenza dei dettagli dell'operazione. Generalmente, per recidere i rami destinanti a dover essere rimossi vengono utilizzate forbici o cesoie. Questi utensili permettono di ottenere tagli netti e precisi, privi di sbavature. Inoltre, è consigliabile l'impiego di un mastice cicatrizzante da applicare a livello della ferita, come misura di prevenzione nei confronti di possibili contaminazioni parassitarie. A tal proposito, è importante inoltre eseguire l'intera procedura seguendo tutte le fondamentali norme igieniche, utilizzando strumenti di lavoro adeguatamente sterilizzati e puliti.

  • ribes Insieme a ribes sativum, a frutto bianco, e a R. nigrum, a frutto nero-violaceo, questo arbusto a foglia caduca, di dimensioni vicine ai 120-150 cm, è diffuso in Europa, nell'America settentrionale e ...
  • Tralci vite Il vino è sicuramente un componente immancabile sulle tavole di tutti noi, essendo notoriamente il simbolo della compagnia, oltre che la bevanda ideale da servire insieme ad una vasta gamma di pietanz...
  • Albero Nocciolo Proprio come avviene per qualsiasi altra tipologia di pianta, anche il Nocciolo ha le sue specifiche necessità per quanto riguarda le annaffiature. Queste devono essere ben differenziate a seconda del...
  • Frutti cachi albero La pianta di Cachi non ha particolari esigenze per quanto concerne la necessità, o meno, di essere annaffiata. Si tratta, infatti, di una pianta relativamente resistente alle condizioni del clima più ...

PINZA INNESTATRICE LAMA TAGLIO 3 TIPI INNESTO OMEGA GEMMA PER PIANTE FIORI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23,9€


Principali tecniche per eseguire la potatura pero

Albero pere Le principali tipologie di potatura pero sono rappresentate dalla potatura di formazione e dalla potatura di produzione. La prima, definita anche di allevamento, viene eseguita regolarmente nei primi anni del ciclo vitale della pianta. Con questa potatura si vuole conferire all'albero la giusta forma per crescere in maniera ottimale. Inoltre, si va a sfoltire anche la chioma, in modo da organizzarne lo sviluppo. Successivamente, si va a trattare il pero con la potatura di produzione, detta anche di mantenimento. Questa operazione ha come fine ultimo quello di tagliare ed eliminare le strutture dell'albero ormai lesionate, marce e superflue. Viene così incrementato il livello di produttività dell'albero di pero durante il suo periodo di fruttificazione. La potatura di produzione viene eseguita regolarmente nell'arco dell'anno.


Potatura pero: Il periodo migliore per effettuarla

Frutti pianta pero Nel procedimento di potatura del pero, è di fondamentale importanza la scelta del periodo dell'anno per poter eseguire tale operazione. Infatti, poiché l'albero viene facilmente coltivato e riesce tranquillamente a sopravvivere in zone con un clima temperato, il periodo migliore per la sua potatura è l'inizio della stagione primaverile. Questo sembra essere il momento più idoneo perché, con l'inizio della stagione primaverile, riescono ad essere rimosse quelle strutture che hanno subito danni durante il periodo invernale ormai trascorso e caratterizzato da temperature rigide. Questo procedimento, infatti, serve specificatamente a predisporre l'albero di pero ad affrontare nella maniera più idonea la stagione vegetativa, durante la quale riuscirà a produrre i suoi tipici frutti adeguatamente.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO