Zolfo in polvere

Caratteristiche, proprietà ed utilizzo

Lo zolfo in polvere è impiegato nella produzione di mangimi e fertilizzanti utilizzati in agricoltura, nella industria cosmetica e farmaceutica per la realizzazione di saponi, lozioni e vari prodotti per la cura della pelle e dei capelli, nella produzione dell'acciaio, della gomma, del cemento. La forte richiesta di zolfo ha condotto all'estrazione e alla sintesi con processi chimici, ma può anche essere trovato in natura e le fonti più comuni di zolfo sono sorgenti minerali di barite, blenda e cinabro. I più grandi di questi depositi naturali si trovano in Louisiana e Texas. Lo zolfo naturale è incolore e brucia con una fiamma blu erogando anidride solforosa, che emana l'odore di fiammiferi accesi. L'odore di uova marce, comunemente attribuita allo zolfo, è in realtà un sottoprodotto, il gas idrogeno solforato.
Minerale zolfo

Zolfo puro in polvere - ZEUS - 10 kg

Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,99€


Lo zolfo nel corpo uomano

Formula chimica Lo zolfo è un oligo elemento presente in tutte le cellule dell'organismo ed è parte della composizione di molti ormoni (insulina, ormoni pituitari, glucagone, ecc). È un componente della metionina e della cistina, considerati aminoacidi essenziali, è indispensabile alla composizione della struttura delle proteine, presente anche in alcune vitamine (tiamina o B1, B6 e biotina o B8) e nel coenzima A, che è coinvolto in numerosi metabolismi. Le proteine ​​ricche di aminoacidi solforati entrano nella composizione dello strato corneo della pelle, della cartilagine e dei tendini. Lo zolfo in polvere è utilizzato dalla medicina omeopatica per il trattamento di infiammazioni della pelle come l'herpes o la psoriasi e aiuta a mitigare e ad eliminare i successivi eventi dolorosi di tali di infezioni. Gli animali che soffrono di scabbia o tigna possono godere dei benefici dello zolfo in polvere.

  • mele Rame e zolfo sono due minerali lungamente utilizzati in agricoltura come fungicidi ed insetticidi il loro utilizzo in agricoltura biologica è consentito ma solo in dosi ridotte, poiché la loro efficac...
  • Foglie colpite da oidio Nell' impiego dei fungicidi contro l'oidio conviene diluirli con un collante, tipo vinavil, ad evitare lo salvamento delle piogge o dell' annaffiature ? Ogni quanti giorni occorre ripetere l' interven...
  • oidio le rose tendono a ammalarsi di oidio con questo caldo posso dare rame e zolfo? di sera o di mattina? la terra deve essere asciutta o bagnata? grazie ...
  • Unas pocas rosas Fortunatamente le malattie delle rose sono individuabili facilmente e una volta rintracciate, si debellano in poco tempo. Per semplificazione si possono raccogliere in tre gruppi secondo le differenti...

EOLO - SOFFIETTO PER ZOLFO IN PLASTICA SOLFORATRICE MANUALE TRATTAMENTI - VOLPI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,2€


Proprietà fungicide e fertilizzanti

Fertilizzazione terreno zolfo Le proprietà fungicide dello zolfo sono conosciute fin dall'antichità e l'efficienza di questo prodotto naturale lo rende indispensabile in agricoltura, soprattutto se biologica. Lo zolfo facilita la lotta contro l'oidio e la peronospora e permette di ostacolare le formiche e altri insetti. Lo zolfo in polvere è inoltre utilizzato per fertilizzare il terreno, infatti come l'azoto, il potassio e il fosforo risulta un nutriente essenziale per le piante e contribuisce a fissare l'azoto e il fosforo nel terreno. L'agricoltura intensiva indebolisce il terreno e la crescita delle piante che è visibile con l'ingiallimento delle foglie più vecchie. Lo zolfo puro in aggiunta alla terra troppo alcalina abbassa il suo pH, per soddisfare le esigenze di alcune piante che preferiscono terreni più acidi come ad esempio le azalee, le gardenie ed i mirtilli.


Zolfo in polvere: Usi farmaceutici

Infiammazione pelle I prodotti a base di polvere di zolfo, come creme, balsami e saponi per la pelle sono ultimamente d'attualità e disponibili nelle farmacie, erboristerie o negozi specializzati. Si può anche fare un unguento in casa scaldando olio di cocco o vaselina o burro di cacao e lentamente aggiungere 2 o 3 cucchiai di zolfo in polvere per ogni tazza di olio, mescolando bene e lasciando raffreddare. Se dopo l'utilizzo di prodotti a base di zolfo si verificassero effetti collaterali come secchezza della pelle, prurito e irritazione è ovviamente necessario sospendere il trattamento, che va evitato se si sa a priori di disporre di una allergia allo zolfo o sulfamidici, o se si ha una malattia renale. È consigliato evitare l'impiego di prodotti a base di zolfo contemporaneamente all'utilizzo di altri trattamenti sull'acne della pelle.



COMMENTI SULL' ARTICOLO