Villa Erba

L'architettura e la struttura di Villa Erba

Villa Erba è stata lasciata in eredità a Carla Erba e al marito, il duca Giuseppe Visconti, e ai loro sette figli tra cui il famoso regista Luchino Visconti. La residenza è disposta su due piani a pianta quadrata ed è costituita da più parti. La casa padronale, alla quale si accede per mezzo di un elegante e importante portico, è separata dalle abitazioni di servizio; questa delimitazione è rappresentata da una torretta panoramica, dalla cima della quale è possibile ammirare gli ampi giardini verdi intervallati da svariate piante centenarie. Nella villa hanno luogo anche le foresterie destinate ad alloggi temporanei, le serre per la coltivazione di piante e fiori e le scuderie per i cavalli. Nella zona retrostante l'edificio, trova posto la darsena ossia un bacino per l'ancoraggio di imbarcazioni.
Esterno di Villa Erba

Filippo de Pisis botanico flâneur. Un giovane tra erbe, ville, poesia. Ricostruita la collezione giovanile di erbe secche

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23,8€
(Risparmi 4,2€)


Il parco di Villa Erba

Il parco di Villa Erba Il parco di Villa Erba circonda completamente la residenza storica con immense distese verdi e pianeggianti. Un sentiero delimitato su entrambi i lati da alberi singoli, conducono dal cancello di ingresso al portico della villa. La dimora si affaccia sulle acque limpide e cristalline del lago di Como e gode di una darsena per l'attracco privato di imbarcazioni e di un eliporto per l'atterraggio di elicotteri. Sorprendente è il grande numero di alberi e fiori che costellano il parco, alcuni dei quali molto rari. Il parco è l'ambiente perfetto in cui pianificare eventi di interesse culturale e sportivo, riunioni di lavoro e manifestazioni. Ricorrenti sono i concerti, le fiere, i congressi e i servizi fotografici in esso organizzati. Inoltre, vi è la possibilità di progettare banchetti e ricevimenti di nozze.

    Sulle tracce di pionieri e camosci. Vie normali nel Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 23,63€
    (Risparmi 4,17€)


    Il museo di Villa Erba

    Salone di Villa Erba Le Stanze di Luchino Visconti, all'interno di Villa Erba, rappresentano un museo di inestimabile valore storico. Esse sono gli ambienti in cui il grande regista italiano trascorse la maggior parte della sua fanciullezza con la madre e i fratelli. Il museo include lo scalone principale lungo il quale si possono ammirare i ritratti dei nonni di Luchino, Luigi Erba e Anna Brivio, dai quali sua madre ereditò la tenuta. L'unica stanza rimasta del tutto intatta, è la camera delle due sorelle Ida e Uberta, la cosiddetta Stanza delle Gemelle. Nelle sue opere più importanti non mancano collegamenti alla residenza con annessi affreschi e giardini, come la sala da ballo nel Gattopardo. Il museo è aperto al pubblico, che su prenotazione può accedervi in occasione di visite guidate.


    Congressi a Villa Erba

    Interno del centro congressuale Il centro fieristico e congressuale di Villa Erba si apre nelle antiche serre, localizzate in una zona adiacente alla residenza, immerso nel verde rigoglioso del parco. E' rappresentato da un edificio di forma circolare in vetro e in acciaio, suddiviso in tre corridoi. Essi vengono impiegati per l'organizzazione di importanti manifestazioni culturali, per creare sale riunioni e congressi, concerti e festival di ogni tipo. Possono essere ricavate al suo interno circa 30 sale riunioni. Il padiglione centrale presenta delle vetrate che possono esser aperte o oscurate. Dalle stesse vetrate, che soprattutto nei periodi estivi vengono mantenute aperte, si gode di una meravigliosa vista sul parco e sul lago. Inoltre, il centro fieristico è dotato di cucine, bagni, bar e guardaroba.



    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO