Arredare giardini

vedi anche: giardino

Arredare giardini

Per arredare i giardini è importante tenere in considerazione una serie di fattori, quali l'estensione dell'area disponibile, l'esposizione, le condizioni climatiche generali, i tipi di terreno. Una volta valutati tutti questi parametri è possibile scegliere anche quali elementi inserire nello spazio verde. Vediamo insieme quali sono gli arredi più amati di sempre:

PANCHINE

Si tratta di strutture deputate alla seduta e formate da doghe, generalmente di materiale legnoso trattato con smalti idro repellenti, oppure di metallo verniciato con prodotti anti ruggine.

Raramente sono costituite da cemento.

Presentano uno scheletro in metallo molto resistente che sorregge l'intera struttura e che viene ancorato al terreno mediante supporti bloccanti.

Generalmente vengono posizionate sotto alle chiome degli alberi, per offrire una piacevole opportunità di relax.

TAVOLI E SEGGIOLE DA ESTERNO

Sono strutture in legno o metallo, che hanno subito un trattamento protettivo e conservativo, utilizzate per arredare il giardino, creando aree destinate al ristoro (pranzi o pic nic all'aperto) oppure alla lettura.

Spesso vengono posti sotto ad ombrelloni (la maggior parte dei tavoli da giardino possiede un foro centrale appositamente creato per alloggiare il supporto dell'ombrellone), oppure sotto a gazebi, per usufruire di una zona d'ombra.

arredo giardino

SET PRANZO GINEVRA IN ACCIAIO QUATTRO POSTI PER ARREDARE GIARDINI E BAR

Prezzo: in offerta su Amazon a: 399€


Ombrelloni e altalene

dondolo OMBRELLONI

Esistono innumerevoli tipi e forme di ombrelloni: spesso si tratta di strutture quadrangolari, a volte rotonde, dalle dimensioni variabili.

Presentano una struttura portante in metallo o in legno trattato con sostanze protettive ed idro repellenti, che sorregge un tetto di tela molto resistente.

Il supporto centrale (bastone) deve venire inserito in una base, generalmente di cemento, pesante e stabile.

Ne esistono anche varietà aeree che sono sospese a supporti con una forma a ''L'' capovolta, e che offrono il vantaggio di non avere il bastone centrale e, di conseguenza, possono essere collocati molto più facilmente.

ALTALENE

Sono arredi deputati essenzialmente al relax, costituiti da una seduta sospesa a strutture metalliche con una base quadrangolare ancorata al terreno.

Vengono ricoperte con cuscini di varie forme e dimensioni e la loro collocazione è sempre localizzata in parti fresche ed ombrose del giardino, preferibilmente sotto ad alberi con chiome ampie e folte.


  • arredo urbano L'arredo urbano, essendo uno specifico ambito progettuale relativo all'attrezzatura - mobile o fissa - dello spazio pubblico, é diventato ormai materia di studio universitario presso le facoltá di Arc...
  • piccolo giardino A chiunque piacerebbe possedere un giardino anche limitato ma tutto suo. Sarebbe il luogo ideale dove trascorrere ore di svago a contatto con la natura e con la possibilità di dimostrare tutta la crea...
  • giardino piccolo Grandi distese di prato verde all'inglese, giochi di colore creati da aiuole enormi;e poi angoli d'ombra creati da alberi e arbusti maestosi. Il giardino immaginato nella nostra mente è sicuramente am...
  • vialetto giardino Nel progetto di un giardino, grande o piccolo che sia, non si può sottovalutare la presenza di vialetti che, a seconda della forma o del colore, renderanno più prezioso e suggestivo lo spazio verde a ...

Verdemax 3446 120 x 40 x 219 cm giardino arco in ferro, colore: verde

Prezzo: in offerta su Amazon a: 89,7€


Tipi di giardini

arredo giardino Esistono differenti modelli paesaggistici a cui ci si può ispirare nella creazione dei giardini, in ciascuno dei quali è preferibile alloggiare alcune varietà di piante piuttosto che altre, in rapporto a vari fattori condizionanti.

Questi modelli sono:

Giardino classico

Si tratta di un allestimento ispirato da un notevole rigore estetico, con ampie distese di prati verdi alternate ad aiuole ordinate ed a siepi tagliate secondo motivi geometrici.

E' un giardino molto curato, che può risultare artificioso.

In questo caso le piante da alloggiare appartengono a moltissime specie: sia arboree (quando le dimensioni sono sufficientemente ampie), sia arbustive o cespugliose, sia rampicanti o sempreverdi, ma soprattutto fiorite, in quanto la finalità principale di questo giardino è di tipo ornamentale.

Giardino rustico

Si contrappone al precedente in quanto il suo allestimento si basa sulla spontaneità, dove le piante, spesso autoctone, dovrebbero ricreare un equilibrio tra loro e con la natura circostante.

E' un esempio di giardino campestre, per nulla artefatto, ma decisamente naturale.

Le piante da scegliere per questo tipo di allestimento sono principalmente varietà rustiche, appartenenti a specie adattabili, cespugliose e sempreverdi, ma anche fiorite, spesso aromatiche (tipo lavanda, mimosa, salvia, rosmarino).


Giardino roccioso, mediterraneo e zen

giardino zen Giardino roccioso

E' un giardino caratterizzato dalla presenza di: rocce, pietre di fiume e vegetali, che generalmente vengono coltivati su terrazzamenti.

Le piante devono essere ben adattabili a particolari condizioni sia climatiche (spesso vivono in zone ombrose), sia logistiche (hanno poco spazio disponibile per crescere).

Le specie da alloggiare appartengono al genere cespuglioso ed arbustivo, sempreverde e rampicante, generalmente con dimensioni medie o piccole, in rapporto alla disponibilità del terreno nelle aree terrazzate (tipo: lavanda, cappero, erica, mirto, saponaria, campanula selvatica)

Giardino mediterraneo

Si tratta di un giardino ricco di piante arbustive, cespugliose e sempreverdi, preferibilmente adattate a condizioni di clima caldo (tipico del bacino mediterraneo), con foglie dalle dimensioni ridotte (per ridurre la traspirazione) e sclerofile

Esiste una vasta gamma di vegetali denominati appunto: ''macchia mediterranea'', che possiedono gli attributi indispensabili per vivere ed accrescersi in climi di questo genere (tipo: alloro, ginepro, lavanda, olivo, tamerice)

Giardino zen

E' un giardino ispirato ai principi della cultura giapponese, dove si alternano tre elementi: acqua, rocce e piante; la cui disposizione ha lo scopo di rappresentare allegoricamente il viaggio dell'uomo verso l'eternità.

Spesso sono presenti specchi d'acqua, attraversati da ponticelli, e contenenti piante acquatiche (tipo la ninfea)

Il suo aspetto, particolarmente curato, stimola alla contemplazione e crea un flusso di energia tra uomo e natura.

Le specie adatte a questo giardino sono varietà idrofile, che prediligono gli ambienti freschi e umidi (come la felce ed il bambù), oppure piante fiorite (come l'azalea).



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO